Dan Flavin. 1933-1996 3086 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
27/06/2019
Wes Anderson e Juman Malouf portano il sarcofago di Spitzmaus alla Fondazione Prada
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VILLA PANZA ​ Piazza Litta 1 Varese 21100

Varese - dal 30 settembre al 12 dicembre 2004

Dan Flavin. 1933-1996
[leggi la recensione]

Dan Flavin. 1933-1996
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
VILLA PANZA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Litta 1 (21100)
+39 0332239669 , +39 0332239669 (fax), +39 0332283960
faibiumo@fondoambiente.it
www.fondoambiente.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Saranno esposte circa venti installazioni, ospitate nei Rustici e nelle grandiose Scuderie della settecentesca Villa, alcune delle quali site-specific, ovvero ideate appositamente dall’artista per gli ambienti in cui si trovano. Le opere fanno tutte parte della Collezione Panza.
orario: 10 –18 (tutti i giorni escluso i lunedì non festivi). Ultimo ingresso ore 17.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: € 6,50
vernissage: 30 settembre 2004.
editore: SKIRA
ufficio stampa: NOVELLA MIRRI
curatori: Angela Vettese
autori: Dan Flavin
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano è orgoglioso di annunciare la più corposa mostra mai dedicata in Europa a uno dei padri del minimalismo americano: Dan Flavin, 1933-1996.
L’esposizione, in collaborazione con il Solomon R. Guggenheim Museum di New York, realizzata grazie al generoso contributo di Provincia di Varese, Regione Lombardia, Gestnord Intermediazione, Grandi Stazioni, Nescafé, Prada e Whirlpool, si svolgerà in contemporanea con la consacrazione ufficiale americana dell’artista alla National Gallery di Washington.

Saranno esposte circa venti installazioni, ospitate nei Rustici e nelle grandiose Scuderie della settecentesca Villa, alcune delle quali site-specific, ovvero ideate appositamente dall’artista per gli ambienti in cui si trovano. Le opere fanno tutte parte della Collezione Panza. Esse furono in parte donate da Giuseppe Panza nel 1992 al Museo Solomon R. Guggenheim di New York e, grazie al FAI, torneranno temporaneamente a Varese. Tra le opere provenienti da New York ci sarà anche An artificial barrier of blue, red and blue fluorescent light to Flavin Starbuck Judd, del 1968: un’opera lunga ben 14 metri che appartiene alla produzione delle “Barriere”, ovvero strutture lineari di tubi a fluorescenza intrecciati tra di loro che impediscono l’attraversamento dell’opera. Questa in particolare è dedicata al figlio di Donald Judd – altro grande artista minimal e a sua volta collezionista di Dan Flavin – chiamato Flavin in onore dell’artista.
Saranno presenti a Villa Panza una grande installazione del 1987 dedicata all’amico Donald Judd mai esposta in Italia e le dodici opere allestite in modo permanente a Varese, pervenute al FAI unitamente con la villa stessa nel 1996.

L’esposizione è curata da Angela Vettese, con la collaborazione di Giuseppe Panza di Biumo e di Laura Mattioli Rossi.
Catalogo Skira.

Con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Direzione Generale per l’Architettura e l’Arte Contemporanee; della Regione Lombardia, Culture, Identità e Autonomie della Lombardia e della American Accademy.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram