Lois Anvidalfarei - Conditio Humana 3111 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
27/06/2019
Wes Anderson e Juman Malouf portano il sarcofago di Spitzmaus alla Fondazione Prada
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA GOETHE2 ​ Via Dei Cappuccini 26A Bolzano 39100

Bolzano - dal 7 febbraio al 21 marzo 2014

Lois Anvidalfarei - Conditio Humana

Lois Anvidalfarei - Conditio Humana
Incolto,2011_bronzo,ferro_83x124x60 cm
Foto:Victor Ibanez
 [Vedi la foto originale]
GALLERIA GOETHE2
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Dei Cappuccini 26a (39100)
+39 0471323938 , +39 0471303751 (fax)
info@galleriagoethe.it
www.galleriagoethe.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mediante un complesso di tubi e giunti viene costruita una gabbia, un campo chiuso nel quale vengono racchiuse sei figure di grandezza naturale in bronzo.
orario: da lunedì a venerdì 10-12 e 15-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 7 febbraio 2014. ore 18.00
catalogo: in galleria. Testo di Philippe Daverio, SKIRA, pp.207, € 35
editore: SKIRA
autori: Lois Anvidalfarei
note: Introduzione:Peter Weiermair
Musica di: Marcello Fera
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La galleria propone un’installazione dello scultore Lois Anvidalfarei, che mediante un complesso di tubi e giunti costruisce una gabbia, un campo chiuso. Un contenitore formato da un telaio per rinchiudervi sei figure di grandezza naturale in bronzo. Le figure sono nude, dotate di un’intensa presenza corporea e sono disposte in maniera inconsueta,tragica, spiazzante, intrappolate ed adagiate in posture sofferenti. Il visitatore, entrando nella galleria diventa parte attiva, ne diventa il rappresentante, ma anche elemento costitutivo e inscindibile di una dimensione limitata e condizionata dentro alla quale si svolge la coscienza, la consapevolezza di sè, della propria esistenza e delle proprie azioni. La condizione umana appunto.

Per l’ occasione verrà presentata il nuovo libro monografico, edito da SKIRA, con testo critico di Philippe Daverio.

Lois Anvidalfarei, nasce a Badia (Bz) il 26 gennaio 1962. Dopo il diploma all’Istituto d’Arte di Ortisei, si perfeziona all’Accademie di belle arti di Vienna, sotto la guida dello scultore greco-austriaco Joannis Avramidis. Sue opere pubbliche si trovano in Italia, in Austria, in Polonia e in Germania. Numerosissime le mostre personali e collettive:tra le altre, di rilievo è la sua partecipazione alla Biennale d'Arte di Venezia 2011.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram