La ragazza con l'orecchino di perla 3070 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO FAVA - FONDAZIONE CARISBO ​ Via Alessandro Manzoni 2 Bologna 40121

Bologna - dal 7 febbraio al 25 maggio 2014

La ragazza con l'orecchino di perla

La ragazza con l'orecchino di perla

 [Vedi la foto originale]
PALAZZO FAVA - FONDAZIONE CARISBO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Alessandro Manzoni 2 (40121)
+39 0512754111
info@fondazionecarisbo.it
www.fondazionecarisbo.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

E’ l’8 febbraio la data del debutto ufficiale de La ragazza con l’orecchino di perla in Palazzo Fava. Lei, con i suoi 36 magnifici compagni, ovvero con gli altri capolavori del Seicento olandese, si è già graziosamente concessa agli addetti ai lavori e ad un pubblico selezionatissimo di ospiti, conquistandoli.
orario: da lunedì a giovedì: ore 9-20 venerdì e domenica: ore 9-21 sabato: ore 9-22
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Biglietti senza prenotazione (acquistabili solo in mostra) Intero € 12,00 Ridotto € 9,00: studenti universitari fino a 26 anni con tessera di riconoscimento, oltre i 65 anni Ridotto € 6,00: minorenni (6-17 anni) per i minorenni l'ingresso nel circuito museale di Genus Bononiae è gratuito
vernissage: 7 febbraio 2014. su invito
catalogo: in galleria.
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
curatori: Quentin Buvelot, Emilie E.S. Gordenker, Marco Goldin, Lea van der Vinde, Ariane van Suchtelen
autori: Ter Borch, Frans Hals, Rembrandt Harmenszoon van Rijn, Johannes Vermeer
genere: arte antica

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
E’ l’8 febbraio la data del debutto ufficiale de La ragazza con l’orecchino di perla in Palazzo Fava. Lei, con i suoi 36 magnifici compagni, ovvero con gli altri capolavori del Seicento olandese, si è già graziosamente concessa agli addetti ai lavori e ad un pubblico selezionatissimo di ospiti, conquistandoli.
Dall’8 febbraio si concederà a tutti, o meglio a chiunque riuscirà a conquistare uno dei preziosi biglietti di ingresso alla mostra. Si sa già che le richieste saranno superiori alle disponibilità: la sede espositiva, per altro bellissima, ha una capienza limitata e la Ragazza, ovunque sia andata in questa sua breve tournee fuori casa, ha attratto le folle. Per questo Marco Goldin, che della mostra è il curastore e l’organizzatore ha deciso che l’8 febbraio sarà possibile accedere al cospetto della raffinata Ragazza con orario prolungato fino alle due della notte. La mostra è promossa da Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Genius Bononiae-Musei nella Città, Intesa Sanpaolo, Mauritshuis Museum , Linea d’ombra, con main sponsor Segafredo Zanetti.
“Data la grande attesa, abbiamo deciso – comunica Goldin - di predisporre già nella prima giornata di mostra, 8 febbraio, un’apertura straordinaria dalle 9 del mattino alle 2 della notte (chiusura della biglietteria un’ora prima). L’ultima fascia prenotabile è quella delle 21.30-21-50. Dopo questo orario l’ingresso sarà riservato esclusivamente a chi non ha una prenotazione”.
Non solo. Com’era nella tradizione dei festeggiamenti per l’arrivo a Bologna di qualche Gran Sovrano, per la Ragazza si farà musica. Così l’8 febbraio, alle 20.30 (primo turno) e alle 22.00 (secondo turno), nella Chiesa di San Colombano (a 50 metri da Palazzo Fava), ci sarà in onore della Ragazza un concerto gratuito del maestro Liuwe Tamminga con musiche olandesi del Seicento. Il maestro sarà accompagnato al flauto dolce dal maestro Kees Boeke. Suonerà, su clavicembalo, virginale, muselaer e organi, musiche olandesi di J.P. Sweelinck e Jacob van Eyck, compositori coevi di Vermeer.
Da notare come la chiesa di San Colombano, una delle sette sedi museali del circuito museale Genus Bononiae, conservi la collezione di strumenti musicali antichi donata dal Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini.
Per i concerti l’ingresso è libero fino a eventuale esaurimento dei posti.
Inoltre per tutti i visitatori che in quel momento saranno all’interno di Palazzo Fava, l’8 febbraio, nella sala conferenze al terzo piano, con inizio alle 21 (primo turno) e alle 22.30 (secondo turno), Marco Goldin racconterà la mostra di cui è curatore.
Anche in questo caso l’ingresso alla conferenza è libero fino a esaurimento dei posti.
Per tutte le persone in attesa all’esterno di Palazzo Fava, a partire dalle ore 21 dell’8 febbraio, ci sarà un servizio di bevande calde e stuzzichini offerti dall’Associazione Panificatori di Bologna e Provincia.
Val la pena di memorizzare che l’elevatissimo numero di richieste di biglietti che continua a pervenire al call center della mostra, da tutta Italia e anche da molte nazioni europee, per la La ragazza con l’orecchino di perla suggerisce, ancora una volta, di prenotare l’ ingresso prima di programmare la partenza per Bologna. Lo si può fare sul sito www.lineadombra.it, così da evitare prevedibili tempi di attesa, e al call center di linea d’ombra, di cui è bene ricordare il numero: 0422-429999.
Per quanto riguarda la disponibilità dei biglietti acquistabili direttamente in cassa a Palazzo Fava a Bologna (dunque senza prenotazione), ogni giorno sulla homepage dello stesso sito sarà reso noto il numero degli ingressi disponibili per il giorno successivo.
Per ogni chiarezza, la stessa informazione sarà riprodotta su un display luminoso all’esterno di Palazzo Fava, dove sarà possibile leggere la disponibilità, a scalare, sia della giornata in corso, sia quella per il giorno successivo.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram