MATERIE: Pietra 3071 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
24/07/2019
Una gara da 2 milioni di euro per il risanamento del Museo Archeologico di Aquileia
23/07/2019
Il viaggio dentro e fuori di te, per il prossimo manifesto di Flashback Opera Viva a Torino
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva HEART SPAZIO VIVO ​ Via Trezzo Vimercate 20059

Vimercate () - dal 28 febbraio al 23 marzo 2014

MATERIE: Pietra

MATERIE: Pietra
Elena Mutinelli, Zeus e Pandora, 2010, marmo, 60x65x55 cm
 [Vedi la foto originale]
HEART SPAZIO VIVO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Trezzo (20059)
Angolo Via Manin
ufficiostampa@associazioneheart.it
www.associazioneheart.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Un piccolo ma suggestivo viaggio nella scultura in pietra, per scoprire la potenzialità di questo materiale nella creazione artistica attraverso le opere di scultori di diversa età, formazione e ricerca, in un gioco di confronti, rimandi e dialoghi tra generazioni e poetiche.
orario: sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 28 febbraio 2014. ore 21.00
catalogo: in galleria.
curatori: Simona Bartolena
autori: Orazio Barbagallo, Antonio Barrica, Mauro Benatti, Mirko Della Bona, Antonio Guerra, Elena Mutinelli, Daniela Novello, Ida Rosa Scotti
patrocini: Regione Lombardia, Provincia Monza e Brianza, Provincia di Lecco
note: sede dell'evento:Cascina Maria, Paderno d'Adda (LC), via Leonardo da Vinci
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La pietra
Quale è il ruolo della materia nella creazione artistica? Che rapporto esiste tra l’oggetto d’arte e il materiale con cui esso è stato realizzato? Quali sono le suggestioni percettive che un’opera è in grado di risvegliare in chi la osserva, proprio grazie alle potenzialità espressive della materia da cui è composta? Il materiale e l’opera costituiscono spesso un’unica entità inscindibile, con vincoli espressivi profondi. Nel decidere quale materia impiegare l’artista trascende il puro senso estetico e si addentra in un territorio complesso, che presuppone il rispetto della materia stessa, la comprensione della sua natura e la sua possibile rielaborazione in altri termini: un approccio filosofico, che parte dall’intuizione percettiva per arrivare agli aspetti contenutistici e concettuali del lavoro. Che ostenti la propria presenza o che quietamente si nasconda dietro alla forma, la materia parla alla mente attraverso tutti i sensi. Questo progetto spera di riuscire a evocarne tutta la straordinaria magia.
Materie è un progetto destinato non soltanto a chi già frequenta e apprezza il mondo dell’arte ma anche a chi desidera avvicinarvicisi: un racconto destinato a tutti e da cui ciascuno saprà cogliere aspetti diversi. I numeri sono importanti: otto sedi espositive, nove mostre monografiche e una mostra fotografica itinerante, centosessanta artisti coinvolti, più di trecento opere esposte.
Materiale impiegato dall’uomo fin dalla preistoria, la pietra è diffusa nell’arte di tutti i tempi e di ogni angolo del globo: dalle veneri preistoriche ai capolavori di Michelangelo, dalla statuaria antica alle sculture di Bernini, gli esempi di scultura in pietra sono numerosissimi nel comune immaginario artistico. Le rocce maggiormente impiegate per la scultura, in area Occidentale, sono i calcari metamorfosati – ovvero i marmi bianchi, che hanno una durezza media e una struttura cristallina – le rocce ignee – quali i porfidi, i basalti, i graniti – e le rocce di origine metamorfica – come il tufo, gli alabastri, le arenarie e il travertino.
Questa mostra propone un piccolo ma suggestivo viaggio nella scultura in pietra, per scoprire la potenzialità di questo materiale nella creazione artistica attraverso le opere di scultori di diversa età, formazione e ricerca, in un gioco di confronti, rimandi e dialoghi tra generazioni e poetiche. Spesso la medesima materia porta gli artisti a soluzioni linguistiche, formali e stilistiche assai diverse; sono proprio queste differenti sfumature a rivelare a pieno tutto il complessissimo potenziale espressivo di un materiale. Osservare le opere da questa prospettiva offre certamente un punto di vista inconsueto e molto suggestivo sui linguaggi dell’arte.
Voci diverse, dunque. Personalità diverse. Artisti ampiamente storicizzati che si confrontano con giovani emergenti, in un percorso percettivo, pensato per suggerire riflessioni sulla materia e sul suo ruolo nella creatività artistica.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram