La biblioteca infinita. I luoghi del sapere nel mondo antico 3079 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ANFITEATRO FLAVIO - COLOSSEO ​ Piazza Del Colosseo Roma 00184

Roma - dal 13 marzo al 5 ottobre 2014

La biblioteca infinita. I luoghi del sapere nel mondo antico

La biblioteca infinita. I luoghi del sapere nel mondo antico

 [Vedi la foto originale]
ANFITEATRO FLAVIO - COLOSSEO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Del Colosseo (00184)
+39 0639967700
www.archeorm.arti.beniculturali.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Divisa in 7 sezioni, l’esposizione curata da Rossella Rea e Roberto Meneghini, con 120 tra statue, affreschi, rilievi, strumenti e supporti di scrittura documenta l’evoluzione del libro e della lettura nel mondo greco-romano dall’età ellenistica al tardo antico, così come i luoghi pubblici e privati dove si scambiava e si custodiva il sapere.
orario: 08.30–16.00 fino al 15 marzo Uscita dal monumento alle 17.00; 8.30–16.30 dal 16 all’ultimo sabato di marzo Uscita dal monumento alle 17.30; 8.30–18.15 dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto Uscita dal monumento alle 19.15; 8.30–18.00 dal 1 al 30 settembre
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero Euro 12.00; Riduzioni: Ridotto 7.50
vernissage: 13 marzo 2014. su invito
editore: ELECTA
curatori: Roberto Meneghini, Rossella Rea
genere: documentaria, archeologia

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Divisa in 7 sezioni, l’esposizione curata da Rossella Rea e Roberto Meneghini, con 120 tra statue, affreschi, rilievi, strumenti e supporti di scrittura documenta l’evoluzione del libro e della lettura nel mondo greco-romano dall’età ellenistica al tardo antico, così come i luoghi pubblici e privati dove si scambiava e si custodiva il sapere. In questa occasione i monumentali ambulacri del Colosseo si rivestono di armaria, le antiche scaffalature, e di immagini degli spazi dedicati alla cultura in un inedito allestimento scenografico. La mostra nasce dai risultati di due importanti scavi archeologici: la scoperta a Roma degli auditoria di Adriano a piazza Madonna di Loreto, avvenuta nel 2008 in occasione degli scavi preventivi alla costruzione della linea C della Metropolitana, e l’esigenza di ricomporre in un contesto unitario i risultati delle indagini archeologiche finora eseguite, e tuttora in corso, nel templum Pacis, lungo via dei Fori Imperiali e che hanno restituito inediti reperti, presentati adesso per la prima volta. La rassegna è promossa dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma e dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con Electa.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram