Daniela Savini - Digitale e la puntasecca - alla ricerca del dato pittorico. 3109 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/04/2019
Cannes 2019: ecco tutti i film in concorso alla 72esima edizione del Festival
18/04/2019
Weekend romantico nella Maison Blu di Monet a Giverny
18/04/2019
Le "Stagioni" di Greg Jager colorano le strade di Collegno
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva LA FELTRINELLI LIBRI E MUSICA ​ Corso Umberto I 56 Mantova 46100

Mantova - dal 20 giugno al 12 luglio 2015

Daniela Savini - Digitale e la puntasecca - alla ricerca del dato pittorico.

Daniela Savini - Digitale e la puntasecca - alla ricerca del dato pittorico.

 [Vedi la foto originale]
LA FELTRINELLI LIBRI E MUSICA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Umberto I 56 (46100)
+39 0376369733
www.lafeltrinelli.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

"Penso a questa mostra -scrive l'artista- come ad una parentesi una pausa della mia consueta ricerca figurativa pittorica sull'essere umano o sua esistenza; forse influenzata dal clima Expo che permea molte delle proposte espositive nazionali ho voluto tirare fuori dal cassetto ed esporre per la prima volta e forse unica volta una piccola serie di fotografie scelte fra le centinaia fatte (11 fotografie).
orario: Lunedì - Sabato: 09:30 - 19:30. Domenica: 10:00 - 13:00 / 15:30 - 20:00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 20 giugno 2015. h 18
autori: Daniela Savini
genere: arte contemporanea, personale
email: savini.daniela@gmail.com
web: www.savinidaniela.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Lo Spazio Feltrinelli di Mantova (Via Roma 10) ospita, dal 20 giugno al 12 luglio 2015, “Digitale e la puntasecca - alla ricerca del dato pittorico”, mostra di Daniela Savini con fotografie ed incisioni.

"Penso a questa mostra -scrive l'artista- come ad una parentesi una pausa della mia consueta ricerca figurativa pittorica sull'essere umano o sua esistenza; forse influenzata dal clima Expo che permea molte delle proposte espositive nazionali ho voluto tirare fuori dal cassetto ed esporre per la prima volta e forse unica volta una piccola serie di fotografie scelte fra le centinaia fatte (11 fotografie). Le quali ho inizato a scattare nel 2008 per puro piacere personale e per potermene servire in pittura al momento del bisogno. Attratta dall'interazione dei colori del soggetto (frutta e verdura e non solo) su nero grazie alla luce naturale diretta; un soggetto chiuso in una sorta di camera oscura, scelto non tanto per quello che è ma per i suoi colori e combinati per interagire fra di loro e manifestare attraverso la luce l'elemento compositivo pittorico. Una fotografia che sembra grafica ( e per questo che l'ho voluta associare ed accostare all'incisione altra mia passione e vederne il risultato) ed una grafica che sembra fotografia. Cosicchè sono passata dalla ricerca del pittoricismo nelle foto alle e nelle incisioni con la tecnica della puntasecca (11 incisioni su lastre di poliver o plexiglass), tecnica base di incisione diretta ma non per questo elementare se si vuole raggiungere certe tonalità intermedie e soffuse come nel disegno. Quindi sarà una mostra composta per metà da foto digitali e dall'altra incisioni con l'intenzione di dimostrare il raggiungimento dello scopo preposto, sebbene l'ultima parola spetti all'interlocutore".


Daniela Savini - Italia
Nata a Teramo nel 1975, si laurea in Conservazione dei Beni Culturali a Parma. Nel 2007 ottiene il Diploma in Archivistica Paleografia e Diplomatica a Mantova. Inizia a dipingere da autodidatta nel 1991. Dal 2008 inizia ad esporre regolarmente in collettive sia nazionali che internazionali, personali e concorsi. Degli ultimi due anni si ricorda la personale a Mantova presso il Museo Diocesano Francesco Gonzaga con il patrocinio del Comune "L'uomo: un corpo, una coscienza, una vita" e le collettive Selezione Biennale di Roma presso il Museo Pier Maria Rossi di Berceto (Parma) (4° selezionata), la Biennale Internationale d'Art Miniature, Galerie du Rift, Ville-Marie (Québec) Canada, la Rassegna “Arte in arti e mestieri 13° edizione” di Suzzara (MN), la Rassegna Cento anni di arte mantovana, a cura di Arianna Sartori presso la Casa Museo Sartori, la partecipazione Art Fair Bruxelles AAFB 2015 con la Galleria Javier Roman, Malaga (Spain), L'arte italiana dalla terra alla tavola, a cura di Arianna Sartori Editore, Casa Museo Sartori di Castel d'Ario (MN) 19 aprile -31 maggio 2015, e la recente selezione alla Biennale Internationale du Portrait (INTERBIFEP) della Galerie Internationale du Portrait di Tuzla -Bosna i Hercegovina 2 ottobre- 2 novembre.
Ha seguito lezioni private d'incisione nel 2012 presso lo studio di Angelo Boni. Nel 2013 l'acquisto di un torchio e l'inizio della sua attività incisoria. Nel 2014 selezione al Premio Fibrenus, l'adesione all'Associazione Nazionale Incisori Italiani Vigonza(Padova) e partecipazione al premio Primo premio grafica italiana 2013, 2014, 2015 e la collettiva Stampa2 presso l'Atelier Controsegno di Veronica Longo -Pozzuoli(Napoli); nel 2015 la Rassegna internazionale Incisioni al Femminile, Atelier Controsegno di Veronica Longo -Pozzuoli (Napoli) e la prima personale Digitale e la Puntasecca presso lo Spazio Feltrinelli di Mantova. E' presente nel catalogo Incisori Italiani Contemporanei 2015 edito dall'Associazione Nazionale Incisori Italiani. Le sue incisioni si trovano presso il Gabinetto di stampe G. Polanschi di Cavaion Veronese (Verona), Archivio Sartori di Mantova e Museo della Grafica Italiana di Vigonza (PD).
Predilige la tecnica della puntasecca maniera nera ed acquaforte che sono più congeniali al suo segno e tematica figurativa.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram