Uberto Pallastrelli (1904-1991), uno straordinario maestro del ritratto 3061 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/07/2019
Banksy è ufficialmente l’artista più amato di tutti i tempi dagli inglesi
18/07/2019
Un uomo ha appiccato un incendio in uno studio di animazione giapponese. Almeno 20 morti
17/07/2019
Per il compleanno di Frida Kahlo, regalati la sua nuova collezione beauty
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO GALLI ​ Via Giuseppe Mazzini 14 Piacenza 29100

Piacenza - dal 20 dicembre 2015 al 17 gennaio 2016

Uberto Pallastrelli (1904-1991), uno straordinario maestro del ritratto

Uberto Pallastrelli (1904-1991), uno straordinario maestro del ritratto
PALAZZO GALLI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giuseppe Mazzini 14 (29100)
www.bancadipiacenza.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Formatosi all’Istituto “Gazzola” di Piacenza e all’Accademia “Brera” di Milano, Pallastrelli perfezionò la propria tecnica a Parigi prima di trasferirsi a Venezia – alla metà degli anni Trenta del secolo scorso – dove si impose in breve tempo grazie alle sue straordinarie doti di ritrattista, apprezzate anche alle Biennali del 1938 e del 1942
vernissage: 20 dicembre 2015.
ufficio stampa: relaz.esterne@bancadipiacenza.it
curatori: Robert Gionelli, Carlo Ponzini, Laura Soprani
autori: Uberto Pallastrelli
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
A quasi venticinque anni dalla sua scomparsa, la Banca di Piacenza celebra il genio artistico di Uberto Pallastrelli. E’ infatti in via di predisposizione una grande mostra, intitolata Uberto Pallastrelli (1904-1991), uno straordinario maestro del ritratto – curata da Laura Soprani, Carlo Ponzini e Robert Gionelli – che verrà allestita a Piacenza, nelle sale di Palazzo Galli, dal 20 dicembre 2015 al 17 gennaio 2016. La mostra lo definisce già nel titolo uno straordinario maestro del ritratto perchè Pallastrelli fu il ritrattista delle maggiori personalità e della migliore aristocrazia inglese e italiana. Davanti alle sue tele, lavorate quasi sempre a spatola, hanno posato nel corso degli anni la regina Elisabetta II, la principessa di Piemonte Maria Josè, il re della Libia Idris I, gli Agnelli, la Begum, l’Aga Khan, Anita Ekberg e l’armatore Onassis che lo ospitò per un mese sul suo panfilo per farsi ritrarre e per fargli eseguire i ritratti dei suoi figli. Formatosi all’Istituto “Gazzola” di Piacenza e all’Accademia “Brera” di Milano, Pallastrelli perfezionò la propria tecnica a Parigi prima di trasferirsi a Venezia – alla metà degli anni Trenta del secolo scorso – dove si impose in breve tempo grazie alle sue straordinarie doti di ritrattista, apprezzate anche alle Biennali del 1938 e del 1942. Dopo Venezia, Pallastrelli soggiornò ed operò a lungo in Inghilterra, in Sud America, negli Stati Uniti e in Francia raccogliendo ovunque unanimi consensi, sia di critica che di pubblico. Nato a Piacenza, quando rientrò in Italia visse fino alla fine dei suoi giorni a Santa Margherita Ligure, alternando il lavoro artistico tra la sua casa sulla Riviera di Levante ed il suo studio romano a Fontana di Trevi. Pallastrelli morì nel 1991 a Santa Margherita e venne sepolto al cimitero monumentale di Genova Staglieno, dove ancora oggi riposa. Grazie alla Banca di Piacenza, il genio artistico di Pallastrelli – conosciuto ed apprezzato in diverse parti del mondo – verrà celebrato per la prima volta anche nella sua terra natale. Uberto Pallastrelli (1904-1991), uno straordinario maestro del ritratto Mostra promossa e organizzata dalla Banca di Piacenza Curatori: Laura Soprani, Carlo Ponzini, Robert Gionelli Piacenza - Palazzo Galli (via Mazzini, 14) dal 20 dicembre 2015 al 17 gennaio 2016 (chiusa a Natale e a Capodanno)
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram