lorenzoArs - Lux Informae 3070 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2018
Storie di ordinario modernismo. Al MAXXI, Artapes presenta Jonathas de Andrade
18/06/2018
Le opere di Ai Weiwei in vendita su Ebay, per aiutare i rifugiati
17/06/2018
L’ultimo video di Beyoncé e Jay Z è da museo. Visto che è stato girato al Louvre
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CIRCOLO DEGLI ARTISTI CASA DI DANTE - SOCIETA' DELLE BELLE ARTI ​ Via Santa Margherita 1 Firenze 50122

Firenze - dal 28 novembre al 22 dicembre 2015

lorenzoArs - Lux Informae

lorenzoArs - Lux Informae
informae XVI - fotografia analogica - 180x120cm - lorenzoArs ©2015
 [Vedi la foto originale]
CIRCOLO DEGLI ARTISTI CASA DI DANTE - SOCIETA' DELLE BELLE ARTI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Santa Margherita 1 (50122)
+39 055218402 , +39 055218402 (fax)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La luce è energia pura, ma diventa forma quando incontra la materia. Una grande mostra, dedicata alla Luce che dà forma alla materia, nell'Anno Internazionale dell'energia luminosa. Artista con un percorso internazionale, ci immerge nel mistero dello spazio vuoto, attraversato e plasmato dalla Luce.
orario: da martedì a domenica ore 10-12 e 16-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 28 novembre 2015. ore 17.30
catalogo: in galleria. a cure di Laura Capuozzo e Franco Torriani
curatori: Laura Capuozzo, Franco Torriani
autori: lorenzoArs
patrocini: Comune di Firenze
genere: fotografia, arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
La luce è energia pura, ma diventa forma quando incontra la materia.
Una grande mostra, dedicata alla Luce che dà forma alla materia, nell'Anno Internazionale dell'energia luminosa.
lorenzoArs, artista poliedrico abruzzese di origine ma con un percorso artistico internazionale, immerge lo spettatore nel mistero dello spazio vuoto, attraversato e plasmato dalla Luce, e nei segreti formali delle sue zone d'ombra. LUX INFORMAE si terrà alla Società delle Belle Arti - Circolo degli artisti "Casa di Dante" di Firenze dal 28 novembre al 21 dicembre 2015 e vedrà protagonista un percorso espositivo che è soprattutto un processo aperto e dinamico in grado di evidenziare la fluidità della sperimentazione creativa, superando i concetti di staticità e immobilità che spesso si accompagnano all'idea della fotografia da “collezione” .Partendo dal desiderio di "dare forma alla luce", lorenzoArs avvolge lo spettatore in un'esperienza immaginifica e multisensoriale.
La mostra non si limita a presentare al pubblico una selezione di opere, ma invita il visitatore ad entrare all'interno di un percorso di ricerca che riflette sull' estetica plastica e formale dell'energia luminosa e invita inoltre a fare il punto sullo status attuale della fotografia sperimentale. La mostra nasce infatti dall'idea dell'artista di "scolpire" la luce per dar vita ad una contaminazione tra il linguaggio plastico e quello fotografico, che però non deriva da alcuna manipolazione in postproduzione.
La “scenografia d’esposizione” in cui le opere sono inserite dà vita ad un’ambientazione “percettiva”, in cui è facile sperimentare una sensazione di costante movimento. Il percorso prende infatti vita dal buio e si snoda in uno spazio plasmato e trasformato dalla Luce.

L'esposizione, che si avvale di supporti analogici e nuove tecnologie, si presenta quindi come un network di entità autonome e in trasformazione.
Se la luce stessa è sottoposta alla legge del mutamento, essa emerge tuttavia dal buio creando armonie profonde fra sensibilità ed trascendenza, senza alcuna logica apparente che la governi. D'altro lato, è la stessa immaginazione che ricrea finitezza e infinitezza delle forme ed è ancora l’immaginazione che le rende presenti come materia sensibile nello spazio.
Altro elemento pregnante è la riflessione sul corpo e sull'identità, le "sculture di Luce" di lorenzoArs sono frutto di uno studio sul corporeo come forma, iniziato negli anni '90, con l'osservazione diretta dei segni e delle materie del mondo e che ora raggiunge una definitiva libertà espressiva.
Le sue “sculture di luce” inglobano ed evocano la materia pittorica e i materiali plastici, attraverso l'uso della fotografia. Dalle strumentazioni fotografiche analogiche, gelatine colorate e interventi diretti su stampe polaroid, l'artista ha infatti messo a punto una personalissima tecnica fotografica in grado di mostrarci l'essenza plastica dell'energia luminosa.
La Luce scolpita diviene il mezzo linguistico e lo strumento espressivo per raggiungere la realtà della visione e della percezione e costruire un sistema percettivo in cui poter sprofondare con gli occhi ed il corpo. Una profondità dinamica in cui il colore è l'elemento che cattura l’osservatore e lo trascina in una dimensione indefinita e in fieri, dove il medium è costituito proprio dalle emozioni che questa spazialità riesce a suscitare.
Il segno scompare, la luce cambia colore e modella presenze.
LUX INFORMAE ricombina la realtà fisica e quella apparente, fondendole e con-fondendole per generare armonia, in quella che si da come un'estetica a-formale. Emerge tutta la passione immaginativa dell'autore, attraverso la genesi cromatica e a-formale del flusso luminoso che invade lo spazio, trafiggendolo e modellandolo.

L’esperienza spaziale che la mostra propone è quindi intimamente connessa con lo spazio della luce ed sono proprio le opere, quindi, a plasmare l'ambiente e a modellare tale esperienza.
Esse potranno quindi svilupparsi, mutare ed evolversi in una successione infinita che richiama il senso ultimo dell'esperienza. Non puntando all’unicità del mezzo ma all’espressione, lorenzoArs - sottolineano i curatori - salda così il legame materia-forma-luce mostrando al tempo stesso quanto labili possano essere i confini tra le tecniche artistiche.

Il catalogo della mostra, in doppia edizione italiana e inglese, raccoglie i testi di Laura Capuozzo (Art Critic and Curator) e di Franco Torriani (Researcher and practitioner across life sciences, digital humanities and arts)
 
Manifesta 12 - Palermo - La guida con tutti gli eventi e non solo
trovamostre
@exibart on instagram