Giovanni Leto - Racconti di carte 3048 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/11/2018
#MyRavenna. Be inspired: un video contest per raccontare la città
19/11/2018
Leda e il cigno, a luci rosse. Una nuova pittura parietale emerge dagli scavi di Pompei
19/11/2018
50mila fuochi d'artificio sul cielo di Firenze. La performance pirotecnica dell'artista cinese Cai Guo-Qiang
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA ADALBERTO CATANZARO ARTECONTEMPORANEA ​ Via Roccaforte 38 Bagheria 90011

Bagheria (PA) - dal 13 febbraio al 25 marzo 2016

Giovanni Leto - Racconti di carte

Giovanni Leto - Racconti di carte

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA ADALBERTO CATANZARO ARTECONTEMPORANEA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Roccaforte 38 (90011)
+39 3271677871
catanzaroadalberto@yahoo.it
www.galleriadalbertocatazaro.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La ricerca dell'artista da sempre fondata su un acuto interesse per i materiali, lo porta ad approfondire, dagli anni Ottanta, gli spessori tattili della carta e a dar vita ad una “pittura” composta di fogli di giornale accartocciati, che conquista una nuova spazialità.

 
orario: dalle 16.30 alle 20.00 da martedì al sabato.
Chiuso lunedì e festivi. Domenica per appuntamento.


(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 13 febbraio 2016. h 17.30
catalogo: in galleria. Edizioni Ezio Pagano
curatori: Ezio Pagano
autori: Giovanni Leto
patrocini: Elenk'art
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Si inaugura Sabato 13 Febbraio 2016 alle ore 17.30 presso la Galleria Adalberto Catanzaro artecontemporanea di Bagheria, la mostra personale di Giovanni Leto “Racconti di carte”, curata da Ezio Pagano e con testo critico in catalogo di Valentino Catricalà.

La ricerca dell'artista da sempre fondata su un acuto interesse per i materiali, lo porta ad approfondire, dagli anni Ottanta, gli spessori tattili della carta e a dar vita ad una “pittura” composta di fogli di giornale accartocciati, che conquista una nuova spazialità.

La mostra, realizzata in collaborazione con l’Archivio Giovanni Leto, si tiene a VillaCasaurro, ha il carattere di una retrospettiva e comprende, oltre ad opere storiche come
Corda (1985) e alcuni “Orizzonti” realizzati tra gli anni Ottanta e Novanta, una selezione di opere più recenti, significative degli sviluppi del suo attuale percorso.

[…] “Oltre il quadro, la scultura, l'istallazione; oltre l'utilizzo dei materiali, e quindi il paragone di Mimmo Rotella, Alberto Burri; oltre anche la dimensione piscologica, le opere di Leto sono determinate in primis - come scrive Valentino Catricalà nel testo di presentazione dal titolo “Performare il quotidiano. L’irruzione del reale nell’opera di Giovanni Leto” - dall'attorcigliamento: dall'atto, dall'azione ripetuta dell'attorcigliamento […] Dietro quei fogli attorcigliati noi vediamo una mano, quella dell’artista nell’atto di un ripetuto attorcigliare: nella voglia, forse, di proteggere qualcosa di prezioso, per lui, per la sua storia, ma anche per noi, per la nostra storia sociale. Una ripetizione che non è riproduzione. È questo l’insegnamento di Leto, un insegnamento fondamentale: forse, l’atto dell’attorcigliare serve a schermare, a proteggere, un “reale” inteso, per dirla con termini psicologici, come “traumatico”. Un reale che sfugge quotidianamente e per questo in perenne mutamento. Solo attraverso l’arte, la “messa in quadro”, possiamo minimante avvicinarci a questo “trauma” che, a ben guardare, caratterizza l’esistenza umana, materia primaria di tutta la migliore arte contemporanea. È qui che, sicuramente azzardando, l’arte di Leto è vicina all’ossessione ripetitiva di Warhol o di Sol Lewitt.”
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram