Michele Cascella - Opere dal 1907 al 1941 tra de Pisis e Utrillo 3104 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.loves - Centrale Fies
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO VILLA URANIA ​ Via Piave 139 Pescara 65122

Pescara - dal 9 luglio al 18 dicembre 2016

Michele Cascella - Opere dal 1907 al 1941 tra de Pisis e Utrillo

Michele Cascella - Opere dal 1907 al 1941 tra de Pisis e Utrillo

 [Vedi la foto originale]
MUSEO VILLA URANIA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Piave 139 (65122)
+39 0854223426
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L’idea di coniugare le opere storiche di Michele Cascella con le opere di de Pisis e Utrillo, è nata dalla lettura di un saggio del grande critico d’arte Maurizio Fagiolo dell’Arco, il quale così si esprimeva sul suo modo di dipingere: «La pittura di Michele Cascella è accurata e, allo stesso tempo, sfarfallante. Un gradevole incrocio tra Maurice Utrillo e Filippo de Pisis».
vernissage: 9 luglio 2016. ore 17.30
curatori: Elena Pontiggia
autori: Michele Cascella
genere: arte moderna e contemporanea, personale
email: fondazionepaparella@gmail.com
web: www.museopaparelladevlet.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Sabato 9 luglio 2016 alle ore 11.00 a Pescara, nella sede della Fondazione R. Paparella Treccia e M. Devlet, viale Regina Margherita 1, è convocata la conferenza stampa di presentazione della mostra “MICHELE CASCELLA opere dal 1907 al 1941 tra de Pisis e Utrillo”, che sarà aperta al pubblico dalle ore 17.30 alle 23.30.
L’idea di coniugare le opere storiche di Michele Cascella con le opere di de Pisis e Utrillo, è nata dalla lettura di un saggio del grande critico d’arte Maurizio Fagiolo dell’Arco, il quale così si esprimeva sul suo modo di dipingere: «La pittura di Michele Cascella è accurata e, allo stesso tempo, sfarfallante. Un gradevole incrocio tra Maurice Utrillo e Filippo de Pisis».
La comparazione delle loro opere, non solo dà credito allo scritto di Fagiolo dell’Arco, ma comprova lo stesso livello di internazionalità dei tre artisti.
Di Michele sono presenti sedici opere storiche, veri e propri capolavori rappresentativi della sua iniziale purezza pittorica; la più tarda, infatti, è del 1907 e, a seguire, opere degli anni Dieci, Venti, Trenta, fino al 1941.
Tutte le opere esposte provengono da galleristi e collezionisti lombardi.
La curatela della mostra e del catalogo è della Professoressa Elena Pontiggia, illustre storica dell’arte e docente all’Accademia di Brera e al Politecnico di Milano, la quale presenzierà alla conferenza stampa e illustrerà alle Autorità e ai giornalisti il percorso espositivo.
 
trovamostre
@exibart on instagram