Gruppo E - Blowing in the wind 3058 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/10/2018
Dopo il restauro, lo Smithsonian presenta le scarpette rosse indossate da Judy Garland nel mago di Oz
23/10/2018
1502 ragioni per partecipare al Premio Giovani Artisti Emilia Romagna, appena aperto
23/10/2018
Maratona Yoko Ono. Rassegna di film e cortometraggi allo Studio Stefania Miscetti
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SPAZIO E ​ Alzaia Naviglio Grande 4 Milano 20144

Milano - dal 25 al 30 marzo 2017

Gruppo E - Blowing in the wind

Gruppo E - Blowing in the wind
Ivano Boselli
 [Vedi la foto originale]
SPAZIO E
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Alzaia Naviglio Grande 4 (20144)
+39 02.58109843 , +39 (fax), +39
aestdelleden@libero.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Terza mostra del Gruppo E dedicata questa volta alla canzone di Bob Dylan: Blowing in the wind.
orario: da mercoledì a venerdì ore 15-19
sabato e domenica ore 11-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 25 marzo 2017. ore 16
curatori: Alessandro Baito
autori: Cislaghi Artist, Marco Bellomi, Giulio Belloni, Sabrina Bonetta, Ivano Boselli, Massimo Bruna, Valentina Carrera, Raffaele De Francesco, Francesco Epis, Paolo Lo Giudice, Monica Mietitore, Giuseppe Orsenigo, Lyudmila Vasilieva
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
E’ di qualche mese fa la notizia dell’assegnazione del premio Nobel a Bob Dylan, il primo musicista ad essere insignito del prestigioso riconoscimento svedese. Lo stupore fu tanto generale da includere lo stesso Dylan, che non si presentò alla consegna lasciando all’ambasciatrice americana in Svezia il compito di leggere una sua lettera di ringraziamento all’Accademia. Nessuno però può aver dubbi che le sue canzoni siano state e sono ancora delle vere e proprie poesie, con il diritto inviolabile di essere annoverate tra la letteratura mondiale. Ciò che il Gruppo E vuole rappresentare in questa esposizione è la “profonda leggerezza” delle sue canzoni: la musica che percorre la levità dell’aria per giungere con un messaggio politico, sociale, rappresentativo delle difficoltà, delle problematiche, dei traumi e soprattutto delle aspirazioni di noi tutti uomini contemporanei. Blowing in the wind è una delle sue canzoni più emblematiche, una riflessione sulla pace e sulle domande da porsi nel tentativo di trovare la via giusta per la sua realizzazione. (Alessandro Baito)
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram