Librartis a Siena 3083 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
18/07/2019
Banksy è ufficialmente l’artista più amato di tutti i tempi dagli inglesi
18/07/2019
Un uomo ha appiccato un incendio in uno studio di animazione giapponese. Almeno 20 morti
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SANTA MARIA DELLA SCALA ​ Piazza Del Duomo 2 Siena 53100

Siena - dal 19 marzo al 24 maggio 2018

Librartis a Siena

Librartis a Siena

 [Vedi la foto originale]
SANTA MARIA DELLA SCALA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Del Duomo 2 (53100)
+39 0577224811 , +39 0577224829 (fax)
infoscala@sms.comune.siena.it
www.santamariadellascala.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra itinerante internazionale del libro d'artista
orario: lunedì e mercoledì 10.00-13.00
martedì e giovedì 10.00-13.00 e 15.00-17.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 19 marzo 2018.
ufficio stampa: CIVITA GROUP
curatori: Fabio Mazzieri
note: presso la Biblioteca e Fototeca Giuliano Briganti al Santa Maria della Scala a Siena.
genere: arte contemporanea, collettiva, arti decorative e industriali

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Apre il 19 marzo, presso la Biblioteca e Fototeca Giuliano Briganti al Santa Maria della Scala, la
mostra Librartis a Siena. Mostra itinerante internazionale del libro d'artista. L‘esposizione ideata e
curata da Fabio Mazzieri, raccoglie singolari manufatti di centoquattro artisti di varie nazionalità che
propongono una personale visione estetica e concettuale del libro.
Per Daniele Pitteri, direttore del Santa Maria della Scala: «è un grande piacere inagurare gli eventi
legati al Centenario della nascita del professor Giuliano Briganti (1918-1992) con la mostra Librartis.
Partita da Siena nel 2012, l’esposione rientra in città, dopo un lungo viaggio per il mondo, mostrando
come il libro, snaturato dalla sua consueta funzione, diventa un’opera d’arte universale grazie alle
sensibilità e alle intrerprazioni degli artisti».
Traendo ispirazione dal concetto di libro d'arte che è andato affermandosi con le avanguardie storiche del
Novecento, in particolar modo in Italia con il Futurismo e in Europa con il Dadaismo sono stati creati
questi libri-oggetto. Essi si presentano quasi esclusivamente come degli unicum e si rivelano ora come
pitture e segni grafici, ora come sculture o elementi dall'identità ibrida che non prediligono più la
trasmissione di un sapere, ma la condivisione di un'idea, di una intuizione, di una storia personale.
Libri di artisti eterogenei che hanno estromesso ogni regola nei confronti del libro, dove la carta stampata
non è più la protagonista indiscussa ma altri materiali le si affiancano: dalla stoffa al metallo, dal gesso
alla colla, dalla sabbia al tufo, dal legno, al marmo, alla plastica. Libri che potranno anche essere sfogliati
e letti, osservati e toccati, per poterne percepire la valenza materica.
La mostra Librartis nasce come esposizione itinerante, per volontà di Fabio Mazzieri, artista di fama
internazionale, già professore e Direttore scolastico presso l'Istituto d'Arte di Siena. Come ci spiega
Mazzieri: «per partecipare al progetto Librartis, gli inviti sono stati rivolti inizialmente agli artisti del
nostro territorio e, successivamente estesi a tutta Italia; ma ormai le amicizie artistiche sono
internazionali e molte hanno inviato i loro libri dall' Argentina, Cina, Colombia, Corea del Sud, Costa
Rica, Francia, Georgia, Marocco, Messico, Svizzera e Stati Uniti d'America».
Esposta a Siena per la prima volta alla Galleria DIDEE (2012), Librartis è stata in seguito accolta nella
Biblioteca Comunale di Chiusi (2013), nel Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga e nella

Biblioteca Comunale di Poggibonsi (2014), proseguendo per quattro centri universitari degli Stati Uniti
d'America (2016), quali Burger Gallery-Kean University (New Jersey), Northen Kentucky University Art
Galleries (Kentucky), Czurles Nelson Gallery at Suny di Buffalo (New York), Kalamazoo Book Arts
Center (Michigan).
La rassegna, allestita presso la Biblioteca e Fototeca appartenute al professor Giuliano Briganti (1918-
1992), segna l'inizio degli eventi dedicati al Centenario dalla sua nascita che si protrarranno, per l'intero
anno, con numerosi eventi, mostre e giornate di studio.
Tra gli eventi collegati alla mostra, inoltre, incontri con Alessandro Fo, Enrico Cripolti e Fabio Mazzieri.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram