Emilio Alberti 3072 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FONDAZIONE EXTRAFID ART ​ Via Canova 9 Lugano 6900

Lugano - dal 27 settembre al 16 novembre 2018

Emilio Alberti

Emilio Alberti
Emilio Alberti , Biblioteca di Babele Vol.11, Acrilici su legno, gesso, cm 17x30 chiusa - cm 34x30 aperta, 2014
 [Vedi la foto originale]
FONDAZIONE EXTRAFID ART
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Canova 9 (6900)
+41 0919119011 , +41 0919119017 (fax), +41 0796422517
info@extrafid.ch
www.extrafid.ch
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Artista versatile e poliedrico sperimentatore, originario di Como, a Lugano presenta un ciclo di dipinti e una serie inedita di sculture in forma di libro, la “Biblioteca di Babele”.
orario: Da lunedì a venerdì 9.00-12.00 / 14.00-17.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 27 settembre 2018. ore 18.00
autori: Emilio Alberti
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
La Fondazione Extrafid ART di Lugano propone al pubblico ticinese uno dei più interessanti esponenti della scena artistica d’oltre confine attivo nella vicina città di Como. Una mostra di ampio respiro che si protrarrà per oltre tre mesi. In luogo del tradizionale vernissage il 27 settembre alle ore 18.00 si terrà un evento con visita alla mostra accompagnati dall’artista. Di Emilio Alberti saranno esposti un ciclo di dipinti e una serie inedita di sculture in forma di libro, la “Biblioteca di Babele”: piccoli scrigni da chiudere e portare con sè. Inusuali contenitori di forme, immagini,
pensieri.
Libri d’Artista che contengono veri e propri racconti. Pagine di un diario redatto nel corso degli anni, rappresentano la produzione più intima dalla quale emerge inconfondibile la mano dell’artista e la sua ricerca sull’interazione tra i materiali. Dalla bidimensionalità della tela dipinta l’artista si spinge verso la tridimensionalità della scultura. La stessa tela si fa scultura grazie all’utilizzo di stucchi e lamine di alluminio. L’effetto è quello del colore che si apre per lasciar spazio alla materia che a sua volta entra in dialogo con la luce grazie ai bagliori del metallo. La materia nell’opera di Emilio Alberti è elemento metaforico imprescindibile. Espressione fisica di una ricerca artistica che è anche culturale, filosofica e archetipica. Come il poeta sceglie le parole per il suo racconto così l’artista sceglie i materiali che diverranno linguaggio per le sue opere. Pittura e scultura si vanno mescolando in una ricerca che coinvolge tecnica, concetto e poesia.
Questa mostra intende dare testimonianza di uno sguardo indagatore coinvolto in una rete di relazioni, in una molteplicità di codici e di livelli di lettura. Uno sguardo che vede aprirsi nuovi orizzonti percettivi e di senso. Cocktail Incontro con l’artista: 27 settembre 2018 ore 18.00.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram