Sofia Podestà - Emotional Landscapes 3117 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci vince l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
13/12/2018
Milano da bere? No, “Milano da Vinci”. Apre il concorso dedicato alla città di Leonardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MEDINA ROMA ​ Via Angelo Poliziano 32/36 Roma 00184

Roma - dal 22 al 27 settembre 2018

Sofia Podestà - Emotional Landscapes

Sofia Podestà - Emotional Landscapes

 [Vedi la foto originale]
MEDINA ROMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Angelo Poliziano 32/36 (00184)
+39 0696030764
info@medinaroma.com
www.medinaroma.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L’occhio di questa promettente artista ha la capacità di cogliere minuscoli dettagli nella vastità che la sua macchina fotografica intrappola. La natura che rappresenta, ben lungi dalla classica impostazione da cartolina, è colta e raffinata e interpreta un intenso parallelismo con l’animo umano.
orario: 10:00-13:00 e 15:00-19:00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 22 settembre 2018. h 18:00
curatori: Alessia Ferraro
autori: Sofia Podestà
genere: fotografia, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
In mostra negli spazi Medina Roma dal 22 al 27 Settembre le fotografia di Sofia Podestà, vincitrice del Premio Medina Sezione Fotografia. Una prima personale della fotografa dal titolo "Emotional Landascapes" a cura di Alessia Ferraro.
L’occhio di questa promettente artista ha la capacità di cogliere minuscoli dettagli nella vastità che la sua macchina fotografica intrappola. La natura che rappresenta, ben lungi dalla classica impostazione da cartolina, è colta e raffinata e interpreta un intenso parallelismo con l’animo umano. Negli scatti di Sofia Podestà, l’uomo è misura dello spazio in una continua ricerca di simmetria e ordine. I luoghi che affascinano la fotografa sono principalmente le montagne, le terre rocciose, i paesaggi lunari, sconfinati e isolati, ricchi di linee dinamiche che suggeriscono una continua spinta a ricercare. Linee che si perdono talvolta nella fitta nebbia, nelle nuvole che creano un velo in grado di sottrarre alla nostra vista il noto, per lasciare spazio all’immaginazione. L’invito dell’artista è quello di perdere gli abituali punti di riferimento, in un’ottica di travolgente esaltazione per tutto ciò che è inaspettato. Isolarsi dall’assordante tecnologia, dagli abituali doveri, dall’estenuante e invadente rintracciabilità a cui ognuno di noi pare essere condannato. Isolarsi per affidarsi meramente alle proprie capacità di riscoprirsi e trovare nuove e differenti certezze. Sofia Podestà si appassiona a tutto ciò che ha un'energica tensione verso l’alto, vette di montagne, fusti d’alberi, per indicare all’osservatore qual è la via per compiere questo cambiamento. Un incitamento ad aspirare in alto per trovare tra le fumose nuvole la luce della propria anima. Ed è la luce a scontornare le sagome delle piccole e, talvolta, solitarie casette disseminate nelle sue opere e a saturare il colore delle forme da lei fotografate. L’artista ci invita a viaggiare con lei, ad affondare la nostra anima nei suoi ritrovi di pace e perdersi per ritrovare quell’unico posto al mondo che possiamo chiamare casa, ovunque esso sia.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram