Il sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
12/12/2018
Kant nostro contemporaneo. A Villa Mirafiori, si celebra il pensiero di Emilio Garroni
12/12/2018
Nuditas. Da Maxima Gallery, le anatomie contemporanee di Lady Tarin e Roberto Kusterle
12/12/2018
Il cane, maestro di vita e di arte. Se ne parlerà a Palazzo Grassi
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO DI ROMA - PALAZZO BRASCHI ​ PIAZZA San Pantaleo 10 Roma 00186

Roma - dall'undici ottobre 2018 al 3 febbraio 2019

Il sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961

Il sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961

 [Vedi la foto originale]
MUSEO DI ROMA - PALAZZO BRASCHI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza San Pantaleo 10 (00186)
+39 060608
museodiroma@comune.roma.it
www.museodiroma.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

il ritratto collettivo degli italiani e dell’Italia della rinascita: 160 scatti, videoinstallazioni e documentari.
orario: dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00
la biglietteria chiude alle ore 18.00
Giorni di chiusura: lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 11 ottobre 2018. su invito
catalogo: in galleria. edito da Silvana Editoriale e da Istituto Luce Cinecittà
ufficio stampa: ZETEMA
curatori: Gabriele D’Autilia, Enrico Menduni
genere: documentaria, fotografia

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Al Museo di Roma in una grande mostra fotografica il ritratto collettivo degli italiani e dell’Italia della rinascita: 160 scatti, videoinstallazioni e documentari. Per vedere da dove veniamo e dove ancora possiamo andare.

Il sorpasso, oltre ai 160 scatti fotografici offre nel percorso delle spettacolari video-installazioni realizzate con filmati dell’Archivio storico Luce, un pendant visivo necessario e di impatto per il racconto di un periodo largamente dominato dal cinema e dalla comunicazione audiovisiva.

E a corredo prezioso del percorso si affianca per il visitatore un catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale e da Istituto Luce Cinecittà, con foto e un apparato testuale storico-critico dei curatori della mostra, Enrico Menduni e Gabriele D’Autilia, che si pone come un approfondimento affascinante a questa storia unica dell’immaginario degli italiani.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram