Filippo Berta – Sulla retta Via 3054 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Party like an Architect. Gli studi di architettura di Napoli si presentano, con Camparisoda
20/05/2019
Spolverare la memoria. Le scuole di Roma ricordano le vittime del nazismo
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA MASSIMODELUCA ​ Via Pascoli 11 Venezia 30172

Venezia - dal 2 dicembre 2018 al 30 gennaio 2019

Filippo Berta – Sulla retta Via

Filippo Berta – Sulla retta Via

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA MASSIMODELUCA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Pascoli 11 (30172)
Mestre
+39 3387370628
info@massimodeluca.it
www.massimodeluca.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La Galleria entra a far parte del polo M9 - il più grande museo multimediale del ‘900 - con la mostra e performance Sulla Retta Via dell’artista Filippo Berta
orario: martedì - venerdì, 11 - 13.30 / 14.30 - 18 sabato 15.30 - 18 o su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 2 dicembre 2018. ore 18
autori: Filippo Berta
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Massimodeluca e la rigenerazione urbana di Mestre. Dal 2 dicembre la galleria entra a far parte del polo M9 - il più grande museo multimediale del ‘900 - con la mostra e performance Sulla Retta Via dell’artista Filippo Berta.

La galleria -diretta da Marina Bastianello- porta così a compimento un investimento iniziato nel 2012 consapevolmente sulla terraferma, che fin dall’inizio è stata scelta come sede strategica per lo sviluppo di un progetto di arte contemporanea dedicato alla promozione degli artisti emergenti.

“M9 è un progetto importante e ambizioso in cui credo, una grande scommessa per il rilancio culturale della città. Un progetto di impatto mediatico, che con la sua architettura all’avanguardia garantirà un forte riconoscimento, così come io mi riconosco nella sua mission di essere pensato soprattutto per le nuove generazioni, con una forte ambizione internazionale ma caratterizzato da una eccezionale territorialità”. (M. Bastianello).

Passando alla mostra con cui la Massimodeluca avvia il proprio percorso in M9 a Mestre, Sulla retta via è un’azione che mostra una fila di persone in movimento lungo il bagnasciuga di una spiaggia deserta. Ciascuno è concentrato sui propri passi, mentre prova a seguire il labile confine definito dalle onde, che creano una effimera traccia in cui si congiungono gli elementi, acqua e terra, uniti e separati nello stesso momento: il tentativo dei singoli individui di comporre una linea perfetta sulla fila delle onde è un obiettivo irraggiungibile, visto che la forma ricercata si spezza di continuo. Come sottolineato da Claudia Löffelholz, questo stato di continua tensione sta al centro dell’analisi di Filippo Berta. L’artista indaga, tramite micronarrazioni di performances messe in atto da persone comuni, quella particolare condizione umana che -tra restrizioni, meccanismi e dinamiche della società- svela un dualismo inconciliabile. Evidenziando la tensione e l’abisso esistenziale che nasce sulla base di questo dualismo, con il lavoro di Filippo Berta ci si avvicina quindi alla ricerca delle cause e delle condizioni di queste mutazioni, ma anche all’individuazione di una natura profondamente umana.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram