Martin Brown - Venezia/Veduta/Contemporanea 3059 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
22/07/2019
Addio a Ilaria Occhini, volto gentile e notissimo di cinema, teatro e tv
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SCUOLA INTERNAZIONALE DI GRAFICA ​ Cannaregio Calle seconda del Cristo 1798 Venezia 30121

Venezia - dal 7 al 15 maggio 2019

Martin Brown - Venezia/Veduta/Contemporanea

Martin Brown - Venezia/Veduta/Contemporanea -
Isola di San Michele, Venezia 2016
 [Vedi la foto originale]
SCUOLA INTERNAZIONALE DI GRAFICA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Cannaregio Calle Seconda Del Cristo 1798 (30121)
+39 041721950 , +39 0415242374 (fax)
info@scuolagrafica.it
www.scuolagrafica.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Venezia/veduta/contemporanea presenta una serie di dipinti che, tramite rappresentazioni di Venezia che offrono un commento diretto sulla storia della pittura, si propongono come una critica contemporanea sul genere pittorico storico ‘veduta’. “
orario: Dal martedì al sabato: 11:00–13:00 / 14:00–18:00; domenica: 14:00–18:00; lunedì su appuntamento “



(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 7 maggio 2019. ore 18.00
curatori: Deirdre Kelly
autori: Martin Brown
genere: arte contemporanea, personale, arte moderna

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Le opere di Martin Brown trattano in primo luogo dell’ambiente edificato, particolarmente in contesti urbani. Brown attinge alla storia della pittura nella tradizione occidentale per esplorare i concetti di memoria e percezione, e come questi siano correlati agli aspetti architettonici e topografici delle città moderne. “Sono interessato alla stratificazione temporale, a come periodi storici diversi si manifestino visivamenente nell’ambiente edificato, e come, utilizzando tecniche pittoriche differenti, sia possibile rappresentare criticamente queste varie epoche.”

Venezia/veduta/contemporanea presenta una serie di dipinti che, tramite rappresentazioni di Venezia che offrono un commento diretto sulla storia della pittura, si propongono come una critica contemporanea sul genere pittorico storico ‘veduta’. Fra allusioni a stili e tecniche praticati dai ‘vedutisti’, si inseriscono in queste opere anche ‘interruzioni’ moderne che descrivono un punto di vista contemporaneo. Scene figurative giungono post-astrattismo, includendo idee compositive derivanti sia dal modernismo che da opere storiche; cercano di evitare ciò che è tradizionale e cliché. Qui non entra in gioco alcuna gerarchia – non si tratta di privilegiare il passato a scapito del presente, o viceversa; non si vuole fare di tradizone virtú a scapito della modernità. Al contrario, le opere di Brown rivelano le tracce del passato nell’istante presente, creando ‘sequenze temporali’ visive all’interno di un singolo dipinto. Da un incontro, a inizio carriera, con i disegni e i dipinti di John Ruskin, in cui Ruskin stesso si proponeva di documentare gli aspetti architettonici storici di Venezia, Brown ha individuato un metodo grazie al quale l’uso di stili pittorici differenti può essere utilizzato per indicare una moltitudine di percezioni storiche. Questo ha parzialmente contribuito alla formulazione da parte dell’artista di idee piú elaborate su temi quali tempo, percezione ed esperienza visiva su piú livelli, dando forma a un princi-pio estetico che è ora alla base della sua pratica artistica. Venezia/Veduta/Contemporanea vede Brown relazionarsi con la storia della pittura paesaggistica veneziana, ‘veduta’, considerandone il particolare rapporto con il proprio percorso estetico.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram