Vinicio Prizia - Chimere 3119 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO DELL'AGRO VEIENTANO - PALAZZO CHIGI ​ Piazza San Lorenzo 7 Formello 00060

Formello (RM) - dall'undici al 24 maggio 2019

Vinicio Prizia - Chimere

Vinicio Prizia - Chimere

 [Vedi la foto originale]
MUSEO DELL'AGRO VEIENTANO - PALAZZO CHIGI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza San Lorenzo 7 (00060)
+39 0690194240
museo@comunediformello.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra antologica di Vinicio Prizia con opere grafiche e pittoriche
biglietti: free admittance
vernissage: 11 maggio 2019. h 18
autori: Vinicio Prizia
genere: arte contemporanea, personale, disegno e grafica

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Con il titolo “CHIMERE” sabato 11 maggio alle ore 18.00 presso la sala Orsini del Museo dell’Agro
Veientano, sarà inaugurata la mostra antologica di Vinicio Prizia di dipinti e grafiche
L’esposizione propone l’opera di uno dei maestri più insoliti e propositivi del contesto artistico
contemporaneo . Tale rassegna, presenta al pubblico un lavoro che riguarda di circa 35 anni di attività,
dove nel 1984 l’artista appena ventenne dopo aver indagato le varie correnti dell’avanguardie artistiche
storiche e dopo aver ripreso la disciplina del disegno e dell’incisione nell’atelier di Jean - Pierre Velly,
Vinicio Prizia inizia una esplorazione che lo porterà alla realizzazione di quadri che descrivono sorprendenti
esseri chimerici. Dei grovigli mentali che Vinicio Prizia districa magistralmente, proponendo, un modo di
osservare alternativo. Una investigazione psichica che si pone tra le sapienze artistiche, le dottrine scientifiche
come lo studio anatomico , le profondità della mente umana e le scoperte della fisica contemporanea . L’artista
usa una tecnica molto erudita che unisce l’importante peso della storia dell’arte italiana ad una attuale ricerca
personale. Vinicio Prizia propone delle fisionomie dall’aspetto inconsueto, una realtà dove si fondono
elementi ibridi , scomposizioni e ricomposizioni di animali ed umani attraverso un immaginazione insolita una
soluzione alternativa nuova ed inusitata .
La mostra è Presentata in catalogo da Lorenzo Canova che scrive: Va ricordato del resto che questo ciclo
di opere è frutto di un lungo percorso di maturazione che ha visto il pittore sperimentare tecniche e generi
compiendo un lungo percorso fatto di passaggi tra figurazione e astrazione, tra suggestioni pop, concettuali e
aniconiche, tra densità materiche e tessiture leggere e sublimate.
Alla fine di questo tragitto, proseguendo idealmente il magistero di Jean-Pierre Velly con cui ha studiato,
Vinicio Prizia ha dato inizio al suo lungo ciclo di opere raccolte in questa mostra, portato avanti con costanza
da trentacinque anni, con invenzioni che hanno spesso preceduto certe immagini composte attraverso la
computer grafica e molte opere di artisti delle generazioni più giovani.
L’autore fonda infatti la sua ricerca su una salda conoscenza del disegno e delle sue regole, una sapienza
tecnica che sostiene il suo lavoro e gli permette le sue variazioni sospese tra mondo reale e universo onirico.
Il risultato finale è uno stravolgimento totale delle nostre certezze, nella volontà di oltrepassare le immagini
della mitologia per raggiungere allucinate frontiere future.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram