Maurizio Gabbana - Infinite Dynamics / Immagini a confronto 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
21/06/2019
Valentino Catricalà è il direttore della sezione arte di Maker Faire Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA FOTOGRAFICA - MUSEO DEL GUSTO - MUSEO DELLE GENTI D'ABRUZZO ​ Via Delle Caserme 22 Pescara 65127

Pescara - dall'undici maggio al 6 giugno 2019

Maurizio Gabbana - Infinite Dynamics / Immagini a confronto

Maurizio Gabbana - Infinite Dynamics / Immagini a confronto

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA FOTOGRAFICA - MUSEO DEL GUSTO - MUSEO DELLE GENTI D'ABRUZZO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Delle Caserme 22 (65127)
+39 0854511562
info@gentidabruzzo.it
www.gentidabruzzo.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Personale del maestro milanese e collettiva di 22 artisti chiamati a rendere omaggio all'arte di Maurizio Gabbana
orario: Dal Lunedì al Venerdì: 9:00-13:00
Sabato: 9:00-13:00 e 16:30-19:30 – Domenica: 16:30-19:30
Festivi: aperto solo in occasione di eventi programmati
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 11 maggio 2019. ore 18
catalogo: in galleria.
editore: SKIRA
curatori: Gian Ruggero Manzoni
autori: Maurizio Gabbana
note: La collettiva "Immagini a confronto" è a cura di Raffaele Soligo
genere: fotografia, arte contemporanea, personale, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Sabato 11 maggio alle 18.00, presso il Museo delle Genti d’Abruzzo a Pescara, inaugura la mostra itinerante Infinite Dynamics di Maurizio Gabbana a cura di Gian Ruggero Manzoni. In tale occasione verrà presentata anche la monografia "Con la luce negli occhi" edita da Skira. L'esposizione sarà fruibile fino a giovedì 6 giugno 2019.
_________________________

Così Gian Ruggero Manzoni nel catalogo redatto per la mostra pescarese:
Il nero, secondo Jung, è il colore delle origini, degli inizi, degli occultamenti nella loro fase germinale, precedente l’esplosione luminosa della nascita. Il bianco nel nostro immaginario, lo associamo, istintivamente, all’idea di purezza e di innocenza, mentre il nero, l’enfant terrible dei colori, lo rendiamo tinta delle nostre paure infantili, della morte, del lutto… Il bianco e nero è da sempre la maniera più sublime del fare fotografia. Da Henri Cartier Bresson a Berengo Gardin, da Ansel Adams a Ferdinando Scianna i grandi hanno preferibilmente fotografato in bianco e nero, così che le immagini risultassero costruite a partire dalla struttura dell’ombra e dei suoi forti drammatici contrasti.
Maurizio Gabbana, comunque eccellente anche nell’uso del colore, si esprime prevalentemente col bianco e nero, che i suoi scatti interpretano in maniera totale e, oserei dire, sublime. La scelta di entrare in ciò che la natura o l’uomo lasciano di sé allo sguardo, per lui è diventata indagine armonica e perdutamente poetica, anche quando adotta metodi di scatto, a immagini sovrapposte, divenuti tipici del suo stile. I contorni dei soggetti fotografati, affrontati come in un teatro d’ombre, risultano di volume, sfiorando la tridimensionalità, esaltando le peculiarità di ciò che viene fermato per approdare a dissolvenze cercate in sfondi e aloni che rimandano al visionario, all’immaginifico, spesso al cosmico.
_________________________

Contemporaneamente il Museo delle Genti d’Abruzzo ospiterà la collettiva "Immagini a confronto" a cura di Raffaele Soligo. In mostra le opere di 22 artisti chiamati a rendere omaggio all'arte di Maurizio Gabbana. Per la fotografia e l'arte digitale: Rodolfo Angelosante, Lorenzo Cipolletti, Laura Conti, Claudio Dell’Osa, Luciano Di Gregorio, Peppe Esposito, Pierpaolo Mancinelli, Ottavio Perpetua, Loris Speziale, Danilo Susi, Tiziana Torcoletti. Per la pittura e l'installazione: Domenico Bindi, Fabrizio Campanella, Tommaso Cascella, Giuseppe Cipollone, Ileana Colazzilli, Giancarlo Costanzo, Alfredo Di Bacco, Patrizia Franchi, Cleonice Gioia, Enrico Manera, Gualtiero Redivo.
_________________________

Cenni biografici:
Milanese del 1956, Maurizio Gabbana sin da ragazzino sperimenta la ricerca fotografica passando dalla camera oscura al digitale senza mai utilizzare programmi di post produzione. Dell’anno 2000, l’incontro con lo Storico dell’Arte, Professore all’Accademia di Brera, Rolando Bellini che valorizza le sue ricerche futuristiche con “Dynamica Spazio Temporale” sottolineando il valore dei suoi scorci metafisici, soprattutto notturni. Predilige ritrarre le architetture cittadine e l’uomo nella sua quotidianità. Una sua opera di metri 3 x 4, dal 2013 è installata nella hall della sede PWC - Il Sole 24 Ore di Milano. Ha esposto a Milano, Roma, Firenze, Torino, Salerno, Bari, Mantova e ha partecipato a più Biennale tra cui, nel 2015, quella di Venezia; alla Expo di Milano riceve un riconoscimento dal Padiglione Guatemala. All’estero ha esposto a Basel, Lugano e nel 2018 a Mosca. Nel dicembre 2017 pubblica una sua monografia edita da Skira dal titolo “Con la Luce negli Occhi” che viene attualmente presentato in diverse città italiane. Innumerevoli sono i Critici d’Arte che hanno scritto su di lui in Italia e all’Estero. È un attento divulgatore della materia fotografica e dell’Arte in generale attraverso corsi riservati agli studenti di vari Istituti scolastici.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram