Maryam Eivazi - Stickers 3069 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
21/05/2019
Mibac: c'è il via agli elenchi dei professionisti dei beni culturali
21/05/2019
Stanco e malinconico. Il secondo ritratto di Leonardo da Vinci in mostra a Buckingham Palace
21/05/2019
Con i tutorial della British Library puoi realizzare il tuo manoscritto medievale
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA ALESSANDRO ALBANESE ​ Via Privata Giovanni Ventura 6 Milano 20134

Milano - dal 16 maggio al 5 luglio 2019

Maryam Eivazi - Stickers

Maryam Eivazi - Stickers
Stickers Maryam Eivazi
 [Vedi la foto originale]
GALLERIA ALESSANDRO ALBANESE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Privata Giovanni Ventura 6 (20134)
+39 3312259523
info@alessandroalbanese.it
www.alessandroalbanese.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra, vede il debutto in Italia dell’artista nata a Tehran (Iran) il 24 aprile del 1980. Verranno presentati 6 lavori di grande dimensione realizzati appositamente per l'evento.
orario: 11 - 19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 16 maggio 2019. h 18:30
autori: Maryam Eivazi
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa

La Galleria Alessandro Albanese è lieta di annunciare la mostra personale di Maryam Eivazi, dal titolo “Stickers”.
La mostra, vede il debutto in Italia dell’artista nata a Tehran (Iran) il 24 aprile del 1980.
“La mia conoscenza con l'arte della pittura risale al momento in cui ho visto per la prima volta una piccola immagine in bianco e nero che è stata stampata su un giornale. Fu una delle opere di Willem de Kooning intitolata "Donna III" Quella volta avevo solo 14 anni e non sapevo nulla di Willem de Kooning, ma era come se l'immagine mi parlasse di qualcosa al di là della mia percezione, qualcosa di spirituale e del mondo superiore ed era un sentimento che non avevo mai sperimentato prima. Ho ritagliato questa foto dal giornale e ho continuato a guardarla per tutto il tempo. Alla fine ho deciso di fare una copia. Questo è stato il punto di partenza della mia passione per la pittura. La sensazione che provavo guardando questa foto era ben al di sopra di ogni altro sentimento che avevo leggendo poesie, guardando film o ascoltando musica in quel momento. In tutti quegli anni in cui ho faticato a trovare il mio vero io, questa foto, proprio in quel giorno, era l'unica risposta e il miglior istruttore per le mie attività in corso. Dipingere e disegnare e godere allo stesso tempo sono i fattori più importanti per essere un pittore. Per me, dipingere era il modo migliore per trovare la mia privacy che cercavo da sempre, e dopo un po’ ho trovato necessario creare un'opera d'arte.
Per me, da essere umano, da donna e da artista, è importante avere l'equilibrio tra il mio sentimento interiore e il mondo esterno. Col passare del tempo la mia esperienza aumenta e il mio gusto cambia, anche il mio atteggiamento verso la pittura cambia e l'unica cosa che non cambia mai è la passione che ho mentre dipingo. Non c'è confine tra pittura e disegno. Comincio a disegnare e cadere nella pittura senza alcun confine. Durante il mio lavoro, solo due cose mi interessano: dipingere e illustrare il confine dei miei due mondi: interno ed esterno.”

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram