Giornata di studi: Enrico Crispolti, testimonianze di un'esperienza condivisa - Roma 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MLAC - MUSEO LABORATORIO DI ARTE CONTEMPORANEA ​ Piazzale Aldo Moro 5 Roma 00185

Roma - lun 27 maggio 2019

Giornata di studi: Enrico Crispolti, testimonianze di un'esperienza condivisa - Roma

Giornata di studi: Enrico Crispolti, testimonianze di un'esperienza condivisa - Roma

 [Vedi la foto originale]
MLAC - MUSEO LABORATORIO DI ARTE CONTEMPORANEA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazzale Aldo Moro 5 (00185)
+39 0649910365 , +39 0649910365 (fax)
mlac@uniroma1.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La Sapienza Università di Roma - Sezione di Storia dell’Arte del Dipartimento S.A.R.A.S. promuove insieme all’Archivio Crispolti Arte Contemporanea una giornata dedicata alla figura dello storico e critico d’arte Enrico Crispolti (Roma 1933- 2018)
orario: 10.00-13.00 / 14.00-18.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 27 maggio 2019. h 10
curatori: Ilaria Schiaffini, Claudio Zambianchi
autori: Vari artisti
genere: arte contemporanea, incontro - conferenza, altro

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La Sapienza Università di Roma - Sezione di Storia dell’Arte del Dipartimento S.A.R.A.S. promuove insieme all’Archivio Crispolti Arte Contemporanea una giornata dedicata alla figura dello storico e critico d’arte Enrico Crispolti (Roma 1933- 2018), teorico della disciplina, conservatore di documenti e libri, fondatore dell’omonima Biblioteca Archivio in Roma, nonché docente che, attraverso la Scuola di specializzazione dell’Università di Siena, ha formato generazioni di studiosi.
La giornata, a cura di Ilaria Schiaffini e Claudio Zambianchi, ospita interventi di artisti, storici dell’arte, curatori, direttori di museo e d’archivio, galleristi, editori d’arte, sociologi, giornalisti, ex studenti, per lo più attivi nel capoluogo, che riferiranno di un momento importante di lavoro condiviso con Crispolti, analizzandone le reciproche ricadute professionali ed umane.
L’incontro intende analizzare il metodo con cui, in più di sessant’anni di impegno “militante”, Crispolti abbia aggiornato la conoscenza dei linguaggi artistici contemporanei e dei nuovi media, inquadrando le ragioni del fare dell’artista nel contesto culturale di riferimento. Basti pensare, al lavoro svolto, tra gli altri, con Lucio Fontana, Francesco Somaini, Mauro Staccioli, Enrico Baj, Emilio Scanavino e Bepi Romagnoni.
Fra i massimi esperti di Futurismo, Informale, Nuova Figurazione, Pop Art, Arte ambientale, e di artisti di diverse tendenze come, ad esempio, lo stesso Lucio Fontana e Renato Guttuso, Mattia Moreni, Sergio Vacchi e Valeriano Trubbiani, dalla seconda metà degli anni Cinquanta, Crispolti dà vita ad uno dei più vasti archivi privati italiani come centro di documentazione del contemporaneo che gli ha permesso di allestire grandi progetti editoriali come i Nuovi Archivi del Futurismo (promosso da La Quadriennale di Roma ed edito da De Luca), o il monumentale L’Informale. Storia e poetica, edito da Beniamino Carucci, Assisi-Roma, avviato nel 1971 e dal 2018 in parte ripubblicato da De Luca.
Aprirà i lavori, un breve documentario che raccoglie alcune riflessioni di Enrico Crispolti sul ruolo dello storico e del critico d’arte. Il filmato è tratto da un più ampio documentario Arte a Critica, ideato da Angelo Casciello e realizzato da Gennaro Visciano nello studio di Via di Ripetta 132, a Roma, in occasione dei suoi ottant’anni, dando così inizio al Progetto 80.
L’iniziativa romana, segue la prima giornata tenutasi il 4 aprile 2019 all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, curata da Luisa Somaini con la collaborazione di Ignazio Gadaleta e Livia Crispolti. Nell’intenzione dell’Archivio Crispolti, la giornata romana sarà seguita da analoghe giornate: in autunno, a Siena, presso il Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Siena, a cura di Massimo Bignardi e Luca Quattrocchi; a Firenze a Le Murate Progetti Arte Contemporanea, a cura di Valentina Gensini; e a Baronissi, presso il Frac (Museo Fondo Regionale d’Arte Contemporanea) in provincia di Salerno, città in cui Crispolti ha lavorato e insegnato, a cura di Massimo Bignardi.
I cinque appuntamenti, nel loro complesso intendono costituire un primo approfondito bilancio della multiforme attività dello studioso Enrico Crispolti e della sua eclettica personalità, componendo un mosaico di voci attraverso gli interventi di coloro che con lo studioso hanno collaborato e si sono formati.
Relatori della giornata di Roma
Gino Agnese, Simona Antonacci, Gloria Argelés, Sandro Balla, Gianfranco Baruchello, Simone Battiato, Carlo Alberto Bucci, Irene Biolchini, Luca Bochicchio, Ciriaco Campus, Sauro Cardinali, Fabio Carapezza Guttuso, Anna Casalino, Angelo Casciello, Mario Ceroli, Anna Cestelli Guidi, Eva Coen, Iolanda Nigro Covre, Marisa Dalai Emiliani, Luigi De Luca, Michele De Luca, Gabriella De Marco, Giorgio Di Genova, Iole Di Sarro, Maria Dompé, Carmine Donzelli, Massimo Duranti, Barbara Drudi, Raffaele Gavarro, Guglielmo Gigliotti, Laura Iamurri, Ovidio Jacorossi, Peter Kammerer, Filippo Lapadula, Luisa Laureati Briganti, Bruno Liberatore, Silvia Loddo, Luigia Lonardelli, Teodosio Magnoni, Cristiana Perrella, Antonio Petrone, Federica Pirani Lucia Presilla, Marco Rossi Lecce, Orietta Rossi Pinelli, Ilaria Schiaffini, Carlotta Sylos Calò, Guido Strazza, Franco Summa, Claudio Zambianchi.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram