Gea D'Este - Opere dal 1965 al 2019 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VILLA BRANDOLINI ​ Piazza Libertà 7 Pieve Di Soligo 31053

Pieve Di Soligo (TV) - dal 13 luglio al primo settembre 2019

Gea D'Este - Opere dal 1965 al 2019

Gea D'Este - Opere dal 1965 al 2019

 [Vedi la foto originale]
VILLA BRANDOLINI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Libertà 7 (31053)
+39 3349677948
eventi@fondazionefrancescofabbri.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La personale, curata da Dino Marangon, si focalizza sul percorso creativo dell'artista che, avvicinandosi all'arte processuale attraverso la fusione tra l'immagine e il supporto, fa emergere gli aspetti emotivi e sensibili dell'esistenza
orario: sabato 16.30 - 19.30, domenica 10.00 - 12.00, 16.30 - 19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 13 luglio 2019. h 18.30
curatori: Dino Marangon
autori: Gea d'Este
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Villa Brandolini ospiterà, per l'appuntamento d'estate con l'arte, la mostra Gea D'Este - Opere dal 1965 al 2019 che verrà inaugurata sabato 13 luglio alle ore 18.30 con un momento conviviale offerto dagli sponsor tecnici Latteria Soligo e Consorzio Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.
La personale, curata da Dino Marangon, si focalizza sul percorso creativo dell'artista che, avvicinandosi all'arte processuale attraverso la fusione tra l'immagine e il supporto, fa emergere gli aspetti emotivi e sensibili dell'esistenza.
L’esposizione, composta da oltre 60 tra opere e installazioni, sarà corredata da un catalogo, con 80 riproduzioni a colori, apparati biobibliografici e testi di Gianluca Macovec, Gabriele Salvaterra, Gea D’Este e Dino Marangon.
La mostra è organizzata dall’associazione VenetoArte con il contributo del Comune di Pieve di Soligo e della Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi. Rientra nel circuito RetEventi Cultura Veneto 2019.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram