Robert De Niro Senior 3062 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/03/2019
Lacoste omaggia Keith Haring con una nuova capsule collection
26/03/2019
La casa di Philip Roth a New York è in vendita
26/03/2019
Addio ad Andrea Emiliani. Si spegne una voce forte della storia dell’arte italiana
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA D'ARTE BENUCCI ​ Via Del Babuino 150C Roma 00187

Roma - dal 16 maggio al 30 luglio 2005

Robert De Niro Senior

Robert De Niro Senior
Three figures, 1977, olio su tela
 [Vedi la foto originale]
GALLERIA D'ARTE BENUCCI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Del Babuino 150c (00187)
+39 0636002190 , +39 0636002193 (fax)
info@galleriebenucci.it
www.galleriebenucci.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Robert De Niro, Sr. dipingeva la realtà in maniera astratta. Trasformava l'ambiente, il paesaggio e le persone che amava in forme e figure dai colori vivaci e brillanti
orario: dal lunedì al sabato 10-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 16 maggio 2005. ore 18,30
editore: DE LUCA EDITORI D'ARTE
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
autori: Robert De Niro Senior
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Lunedì 16 maggio, alle 18,30, Robert De Niro e Meryll Streep saranno gli ospiti d’onore per l’inaugurazione-evento di un nuovo, grande spazio espositivo nel cuore di Roma, la Galleria delle Esposizioni “Benucci” in via del Babuino 150/c.
Il nuovo spazio è una consistente “appendice” delle Gallerie Antiquarie Benucci che da anni si dedicano al mercato d’arte offrendo all’attenzione pubblica mobili, pitture, oggetti di alta epoca. Il nuovo spazio espositivo accosta prestigiosi “pezzi di antiquariato” alle avanguardie pittoriche del Novecento, compresi i pittori più apprezzati dalla critica attuale. Consistente sarà la presenza di artisti newyorkesi assai noti in USA e che Ida Benucci porta all’attenzione del pubblico italiano grazie a una serie di mostre personali che si svolgeranno in questo locale.
La presenza di De Niro non è casuale: la mostra con cui la galleria inizia la propria attività è infatti dedicata al padre dell’attore, Robert De Niro Sr., artista di fama, mancato qualche anno fa e che il figlio ha oggi voluto ricordare anche a Roma.
Alla cerimonia, con il Sindaco Veltroni e il Soprintendente al polo Museale Strinati, presenzieranno molti appassionati d’arte ma anche molti amici italiani ed americani di Robert De Niro jr.
Ida Benucci, anima di questo nuovo spazio espositivo e culturale, ha voluto che l’inaugurazione della sua galleria (2 mila metri quadri in uno degli ambienti più suggestivi della città) fosse contrassegnata dall’accostamento tra arte d’alta epoca e arte contemporanea, lungo settecento anni di storia. Gli spazi della Galleria delle Esposizioni proporranno infatti – come ha annunciato il Soprintendente del Polo Museale Romano, Claudio Strinati (che con la Soprintendenza ha seguito il recupero di questo prezioso angolo della Roma antica) - “accanto ad opere di arti decorative appartenenti ad importanti famiglie italiane (dai Chigi ai Barberini, ai Borghese), sono proposte opere di Philip Stark, Ron Ara. A capolavori di Deodato Orlandi, Bernardo Daddo, Mattia Preti, Pietro da Cortona, Luca Giordano saranno affiancate opere di Fernando Botero (di cui sta per prendere il via la grande mostra a Palazzo Venezia), Igor Motoraj, Sandro Chia, Mimmo Paladino, Paul Resika, Kikuo Saito, Michael Steiner, Steven Harvey, Julian Schnabel, Don Gummer, Jedd Novatt, Michael Mulhern.
Ospite d’onore per la “personale” inaugurale della Galleria delle Esposizione Benucci è Robert De Niro Sr.
De Niro nasce nel 1922 a Syracuse, New York. Studia pittura e lavora ospite di numerosi musei. Nel 1945 espone per la prima volta al ‘Fall Salon at Art of This Century’, New York. Seguono numerose personali in importanti sedi espositive statunitensi. Quindi si trasferisce in Francia; vive a Parigi, Gravigny, Baren, e St. Just-en-Chevalet. Joseph Hirshhorn acquista più di cinquanta pitture ad olio e lavori su carta. Nel 1968 gli viene assegnato il ‘Guggenheim Fellowship’. Dal 1967 al ‘75 insegna alla ‘State University of New York’, Buffalo e alla ‘Cooper Union’, ‘the New School for Social Research’, ‘the School of Visual Arts’, e ‘East Michigan State College’. La sua attività d’artista continua con una serie di mostre negli Usa ed in Inghilterra. E’ del ’90 la personale alla ‘Staempfli Gallery’, New York. Due anni dopo riceve l’‘Honorary Degree’ al ‘Briarwood College’ e nel 1993 muore a New York.
Robert De Niro, Sr. dipingeva la realtà in maniera astratta. Trasformava l’ambiente, il paesaggio e le persone che amava in forme e figure dai colori vivaci e brillanti. Utilizzava linea e colore per comporre in maniera melodica, come un cantante. Non eseguiva mai una rappresentazione pedissequa della realtà e nei suoi dipinti non indugiava eccessivamente nei dettagli, ma al contrario utilizzava un approccio rapido e vigoroso, ad esempio traducendo una figura seduta su una sedia con sagome di colore, realizzando la propria rete di segni per rappresentare quello che osservava. In vita, De Niro ha ricevuto riconoscimenti dai più importanti critici del suo tempo, scrittori come Clement Greenberg, Fairfield Porter e Frank O’Hara hanno apprezzato le sue opere nella fase iniziale della sua carriera. I suoi lavori sono stati esposti presso alcune delle più prestigiose gallerie di New York. Tuttavia a causa delle vicissitudini della moda artistica è solo adesso, con la pubblicazione della prima monografia delle sue opere e le mostre nei musei e nelle gallerie di tutto il mondo, che la sua produzione può essere apprezzata come merita dal grande pubblico.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram