Pittori figurativi italiani nella seconda metà del XX secolo 3065 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/11/2018
#MyRavenna. Be inspired: un video contest per raccontare la città
19/11/2018
Leda e il cigno, a luci rosse. Una nuova pittura parietale emerge dagli scavi di Pompei
19/11/2018
50mila fuochi d'artificio sul cielo di Firenze. La performance pirotecnica dell'artista cinese Cai Guo-Qiang
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MOLE VANVITELLIANA ​ Banchina Giovanni Da Chio 28 Ancona 60121

Ancona - dal 16 luglio al 2 ottobre 2005

Pittori figurativi italiani nella seconda metà del XX secolo

Pittori figurativi italiani nella seconda metà del XX secolo
Salvo Russo, I Gemelli, 1987 olio su tela, cm 100x80
 [Vedi la foto originale]
MOLE VANVITELLIANA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Banchina Giovanni Da Chio 28 (60121)
Mole Vanvitelliana
+39 0712225038 , +39 0712225038 (fax)
info@lamoleancona.it
www.lamoleancona.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Centotre artisti italiani. La realtà fermata, interpretata, ormai arte, sulle loro opere, centosessanta in mostra
orario: dal martedì al venerdì dalle 17 alle 20.30
sabato e domenica 10-12.30, 17-20.30
chiuso il lunedì
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: € 2,00 intero; € 1,50 studenti, gruppi (almeno 10 persone); € 5,00 biglietto famiglia; € 1,00 scuole; gratuito disabili e accompagnatori, bambini fino a 6 anni
vernissage: 16 luglio 2005. alle ore 18.30
curatori: Armando Ginesi
autori: Alberto Abate, Franco Angeli, Ugo Attardi, Marcello Avenali, Enrico Baj, Roberto Barni, Luigi Bartolini, Ubaldo Bartolini, Duccio Berti, Vinicio Berti, Carlo Bertocci, Franz Borghese, Aldo Borgonzoni, Remo Brindisi, Agata Bulla, Corrado Cagli, Ennio Calabria, Carlo Canevari, Domenico Cantatore, Giovanni Cappelli, Michele Cascella, Bruno Cassinari, Sergio Ceccotti, Mario Ceroli, Giuseppe Cesetti, Sandro Chia, Armando Ciarrocchi, Francesco Clemente, Fabrizio Clerici, Paolo Consorti, Primo Conti, Michele Cossyro, Enzo Cucchi, Bruno D'Arcevia, Stefano Di Stasio, Gianni Dova, Ernesto Ercolani, Stefania Fabrizi, Bruno Fanesi, Pericle Fazzini, Libero Ferretti, Tano Festa, Giannetto Fieschi, Paolo Fiorentino, Giosetta Fioroni, Omar Galliani, Franco Gentilini, Otello Giuliodori, Virgilio Guidi, Renato Guttuso, Floriano Ippoliti, Nino La Barbera, Giancarlo Limoni, Massimo Livadiotti, Mino Maccari, Mafonso, Elio Marchegiani, Armando Marchegiani, Salvatore Marchese, Arnaldo Marcolini, Carlo Maria Mariani, Giuseppe Marinucci, Salvatore Marrone, Edolo Masci, Walter Materassi, Mario Merz, Francesco Messina, Giuseppe Migneco, Sante Monachesi, Luigi Montanarini, Mattia Moreni, Ennio Morlotti, Franco Mulas, Bruno Munari, Giovanni Omiccioli, Luigi Ontani, Laura Panno, Enzo Parisi, Luca Patella, Tullio Pericoli, Augusto Piccioni, Franco Piruca, Salvatore Pulvirenti, Domenico Purificato, Pierluigi Pusole, Elio Quintili, Roberto Roberti, Mimmo Rotella, Salvo Russo, Franco Sarnari, Mario Sasso, Mario Schifano, Giovanni Stradone, Alberto Sughi, Emilio Tadini, Ernesto Tamburi, Stefano Tonelli, Ernesto Treccani, Sandro Trotti, Sergio Vacchi, Dany Vescovi, Renzo Vespignani
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Centotre artisti italiani. La realtà fermata, interpretata, ormai arte, sulle loro opere, centosessanta in mostra. Saranno alla Mole Vanvitelliana di Ancona, dal 16 luglio, per due mesi, per l’esposizione “Pittori figurativi italiani nella seconda metà del XX secolo”. A confronto le diverse tendenze figurative che hanno contrassegnato il finire del nostro Novecento, per un’iniziativa della Provincia di Ancona e dell’agenzia di Jesi organizzatrice di eventi culturali NoiCultura, a cura del critico d’arte Armando Ginesi.

Presenti con uno o più lavori tanti nomi fondamentali del panorama artistico italiano. Dalla risposta che la Transavanguardia ha dato al concettualismo, ripristinando il valore dell’opera e recuperando la figurazione, sia pittorica che plastica, con Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, al clima della citazione e dello spirito eclettico, con la “Pittura Colta” o “Anacronismo” e il suo massimo rappresentante Carlo Maria Mariani, per ripercorrere anche i contatti con l’arte figurativa del protagonista dell’“Arte povera”, Mario Merz.
E anche la citazione neomanierista di Bruno d’Arcevia (caposcuola della linea espressiva definita “Nuova Maniera”), poi di Ubaldo Bartolini, Floriano Ippoliti… Non manca il realismo in opposizione all’astrattismo, con le sue espressioni di chiara leggibilità didascalica e narrativa, di Renato Guttuso o di Orfeo Tamburi. Alla suggestiva Mole di Ancona disegnata dal Vanvitelli, adagiata sul mare Adriatico, anche l’inusitato linguaggio di rappresentazione della realtà di quel fenomeno che è stato definito – più o meno propriamente – Pop Art italiana, con Mario Schifano, Mario Ceroli e Tano Festa.
Ed ecco i décollages di Mimmo Rotella, che assume a protagonismo le immagini massmediali, la cultura figurativa ingenua dei manifesti con i loro divi. O le opere del libertario dell’arte figurativa, Enrico Baj, cultore della scienza dell’assurdo. Figurazione agli estremi livelli con Luigi Ontani e l’esibizione del proprio corpo inteso come opera d’arte.
E tanti altri nomi, tra cui tre artisti a cui sono stati tributati omaggi, per rappresentare anche tre diversi momenti generazionali: Sergio Vacchi, Sandro Trotti e Salvo Russo.

Tutte le centosessanta opere provengono dalla collezione Serafino Fiocchi. La mostra è curata dall’insigne critico d’arte marchigiano Armando Ginesi, specialista nell’arte contemporanea, con particolare riferimento alle Avanguardie storiche del XX secolo, e componente del Comitato scientifico della Fondazione Matalon di Milano.
“Pittori figurativi italiani nella seconda metà del XX secolo” rientra nel progetto culturale della Provincia di Ancona “Leggere il ‘900”. L’agenzia jesina NoiCultura affianca la Provincia nell’organizzazione, per un evento che garantisce qualità e prestigio.
 
immagini
Francesco Clemente, Yes No!, 1989, tecnica mista su carta intelata, cm 23,5x 37
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram