Salvador Dalí e i surrealisti. L'opera grafica 3094 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/05/2019
Addio a Vittorio Zucconi, storica firma del giornalismo italiano
25/05/2019
Il viaggio di Arca Collective inizia dalla sede di Fondazione Romaeuropa
25/05/2019
Leica celebra il centenario Bauhaus con una fotocamera da collezione
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva EX CHIESA DI SANT'AGOSTINO - PINACOTECA MARCO MORETTI ​ Corso Annibal Caro Civitanova Marche 62012

Civitanova Marche (MC) - dal 26 giugno al 6 novembre 2005

Salvador Dalí e i surrealisti. L'opera grafica

Salvador Dalí e i surrealisti. L'opera grafica

 [Vedi la foto originale]
EX CHIESA DI SANT'AGOSTINO - PINACOTECA MARCO MORETTI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Annibal Caro (62012)
+39 0733892650 , +39 0733891019
info@pinacotecamoretti.it
www.pinacotecamoretti.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

circa 160 opere grafiche di Dalí (che spesso sono rielaborazioni di altrettanti suoi capolavori) e dei suoi più originali compagni di strada, tra cui i connazionali Miró e Picasso, insieme ai nomi più importanti del gruppo surrealista: Max Ernst, Man Ray, Giorgio de Chirico, Marcel Duchamp, André Masson, Matta ecc.
orario: luglio e agosto 18-23; settembre e ottobre 17-20; chiuso lunedì
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Euro 2,00
vernissage: 26 giugno 2005. ore 18 presso il Teatro A. Caro - Civitanova Alta
catalogo: a cura di Ilaria Ottolina e Laura Ravasi
editore: MAZZOTTA
ufficio stampa: DE LUCA
autori: Jean Arp, Hans Bellmer, Victor Brauner, Andrè Breton, Alexander Calder, Marc Chagall, Cracking Art Group, Salvador Dalì, Giorgio DeChirico, Marcel Duchamp, Max Ernst, Maurice Henry, Wilfredo Lam, Rene Magritte, André Aimé René Masson, Sebastian Matta, Joan Miró, Meret Oppenheim, Pablo Ruiz Picasso, Man Ray, Alberto Savinio, Raymond Georges Yves Tanguy
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra Salvador Dalí e i surrealisti - L'opera grafica, che si inaugura 26 giugno a Civitanova Marche (Macerata), organizzata dal Comune di Civitanova e dalla Fondazione Antonio Mazzotta di Milano, si preannuncia come uno dei principali avvenimenti culturali dell’estate marchigiana, sia per la ricchezza dell’esposizione, sia per l’importanza dell’artista catalano e degli altri surrealisti nella storia dell’arte del Novecento.

Salvador Dalí (Figueras 1904-1989) è universalmente considerato uno dei più grandi artisti del XX secolo e uno dei più interessanti surrealisti, certamente il più famoso del gruppo fondato da André Breton, dal quale peraltro si staccò presto a causa della sue posizioni “eretiche”.
Partendo dalla sua personale teoria della “paranoia critica” sviluppò nelle sue opere tematiche di carattere psicoanalitico, con virtuosistici e paradossali accostamenti di immagini e situazioni che immancabilmente suscitano sorpresa e curiosità nell’osservatore.
Poeta, scrittore e uomo di cinema accanto a Buñuel e Hitchcock, oltre che pittore e scultore, Dalí fu anche un grande comunicatore che, alla pari di Andy Warhol e anzi precedendolo di qualche decennio, seppe imporre la propria personalità a livello internazionale grazie all’originalità delle sue teorie e dei suoi atteggiamenti spregiudicati e anticonvenzionali, ben riassunti nel famoso manifesto My lucha: “Contro la semplicità, complessità; contro la uniformità, diversificazione; contro il collettivo, l’individuale; contro la politica, la metafisica; contro la rivoluzione, la tradizione; contro la medicina, la magia; contro lo scetticismo, la fede”, ecc.

La rassegna, che resterà aperta fino al 30 ottobre, presenta circa 160 opere grafiche di Dalí (che spesso sono rielaborazioni di altrettanti suoi capolavori) e dei suoi più originali compagni di strada, tra cui i connazionali Miró e Picasso, insieme ai nomi più importanti del gruppo surrealista: Max Ernst, Man Ray, Giorgio de Chirico, Marcel Duchamp, André Masson, Matta ecc.
La mostra inoltre sarà un’occasione per ammirare alcuni “cadavres exquis”, ovvero disegni, realizzati a più mani dai più importanti artisti surrealisti (tra cui Masson, Tanguy, Brauner, Breton, Magritte, ecc.) in un gioco che essi facevano per mettere in pratica il concetto della libera associazione di immagini.

La mostra è corredata da numerose fotografie e filmati su Dalí e sui più importanti artisti surrealisti. È inoltre arricchita da una decina di opere del gruppo della Cracking Art che rappresentano un omaggio a Dalí.
Parallelamente alla rassegna sono previste proiezioni di film dei più importanti registi surrealisti, da Luis Buñuel a René Clair, da Man Ray a Marcel Duchamp ecc.

Elenco degli artisti:
Salvator Dalí (Figueras 1904-1989); Hans (Jean) Arp (Strasburgo 1887 – Basilea 1966), Hans Bellmer (Katowice 1902 – Parigi 1975), Victor Brauner (Piatra Neamtz 1903 – Parigi 1966), Alexander Calder (Filadelfia 1898 – New York 1976), Marc Chagall (Vitebsk 1887 - Saint-Paul-de-Vence 1985), Giorgio de Chirico (Volos 1888 – Roma 1978), Marcel Duchamp (Blainville 1897 – Neuilly 1968), Max Ernst (Brühl 1891 – Parigi 1976), Maurice Henry (Cambrai 1907 – Milano 1984), Wifredo Lam (Sagua la Grande 1902 – Parigi 1982), René Magritte (Lessines 1898 – Bruxelles 1967), Man Ray (Filadelfia 1890 – Parigi 1976), André Masson (Balagny-sur-Therain 1896 – Parigi 1987), Roberto Sebastián Matta Echaurren (Santiago del Cile 1911 – Tarquinia 2002), Joan Miró (Montroig 1893 – Palma di Maiorca 1983), Meret Oppenheim (Berlino 1913 – Basilea 1985), Pablo Picasso (Malaga 1881 – Mougins 1973), Alberto Savinio (Atene 1891 – Roma 1952), Yves Tanguy (Parigi 1900 – Woodbury 1955).
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram