Mostra internazionale d段llustrazione per l段nfanzia 2005 3088 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/06/2019
Flaminia Bonciani e i colori degli anni 80, al RUFA Space
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art il nuovo software per gestire gli archivi d誕rtista
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO DEL MUNICIPIO Via Guglielmo Marconi 2 Sarmede 31026

Sarmede (TV) - dal 22 ottobre al 18 dicembre 2005

Mostra internazionale d’illustrazione per l’infanzia 2005

Mostra internazionale d’illustrazione per l’infanzia 2005
PALAZZO DEL MUNICIPIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Guglielmo Marconi 2 (31026)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Shahraz濺, le Mille e una notte e le favole del mondo arabo e persiano faranno da spunto per le opere dei migliori illustratori del mondo
orario: feriali dalle 9.00 alle 13.00, dalle 14.00 alle 16.00 e dalle 20.00 alle 21.30; festivi e prefestivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 21.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 22 ottobre 2005. ore 18,30
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
telefono evento: +39 0438959582
note: anche presso il Museo Zavrel
genere: collettiva, disegno e grafica
email: info@sarmedemostra.it
web: www.sarmedemostra.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Tappeti volanti e parole magiche, lampade e geni, mercanti e ladroni, principesse e califfi, e tutti i sogni che il Medio Oriente pu regalare.

Sar cos la ventitreesima edizione della Mostra internazionale d段llustrazione per l段nfanzia di Sarmede 鏑e immagini della fantasia (Sarmede, Municipio e Museo Zavrel, 22 ottobre 18 dicembre 2005), dove Shahraz濺, le Mille e una notte e le favole del mondo arabo e persiano faranno da spunto per le opere dei migliori illustratori del mondo.

Quella dell弛ttobre 2005 sar una edizione di svolta. Conclusa infatti la serie dedicata ai grandi personaggi delle fiabe e storie per ragazzi di matrice europea, la Mostra inizier un lungo giro del mondo andando a scoprire le fiabe e le storie di altre terre e culture.

Prima tappa sar dunque il vicino Oriente con le meravigliose fiabe e leggende del mondo arabo e persiano. La naturale citazione per le storie delle Mille ed una notte ma non solo loro, come indica l誕rgomento 2005: 鏑e mille e una storia d弛riente. I personaggi di una delle pi celebri raccolte di novelle al mondo riportano ad una Bagdad mitica, quando a sorvolarla erano solo dei variopinti tappeti volanti. Le Mille e una notte (titolo originale in arabo: Alf laila wa laila) un弛pera vastissima probabilmente la pi celebre della letteratura araba contenente fiabe, favole, novelle, racconti popolari di argomento fantastico o realistico, tutti inseriti in un racconto膨ornice, elaborati in luoghi e tempi diversi ma che rinviano palesemente al mondo islamico, in particolare al Medioevo della cosmopolita citt tra Tigri ed Eufrate.

Quei personaggi furono portati in Europa da un orientalista e viaggiatore francese, Antoine Galland, che non si limit a tradurre gli antichi testi ma, spinto dal successo ottenuto, ne aggiunse altri in base ai racconti di un maronita d但leppo conosciuto a Parigi, creando un弛pera composita che ha influenzato gli ultimi tre secoli d段mmaginario occidentale. Generazioni di bambini d脱uropa e d但merica hanno vissuto sui libri illustrati (se ne contano centinaia di edizioni) le storie di Aladino e la sua lampada magica, di Ali Bab e i 40 ladroni, di Sindbad il marinaio o della bella Shahraz濺, storie che hanno incantato un po tutti, da Disney a Mozart, contribuendo a creare il mito del vicino Oriente. Molte sono anche le tavole esposte relative ai racconti della tradizione persiana, predisposte fra gli altri da una decina di giovani artisti iraniani.

Il percorso lungo i cinque continenti proseguir nel 2006 con l但frica, la Cina nel 2007, poi i nativi d但merica settentrionale e le antiche civilt centro e sudamericane, per chiudere infine le 鉄torie degli altri mondi con le civilt indigene dell但ustralia e delle isole dell丹ceano indiano. Un caleidoscopio di storie, suggestioni, citazioni che testimoniano l置niversalit del linguaggio della fantasia e della fiaba.

In catalogo, divenuto negli anni uno strumento indispensabile per tutti coloro che dell段llustrazione hanno fatto un lavoro o una passione, a commentare le immagini, ma soprattutto a ragionare liberamente sulle suggestive favole dell弛riente, sono stati invitato il professor Giangiorgio Pasqualotto, uno dei maggiori esperti italiani di filosofia orientale, Luigi Dal Cin, noto autore di libri per ragazzi e Francesco Giromini esperto di letteratura per l段nfanzia.



Accanto all弛maggio alle favole del Medio Oriente, la XXIII edizione della Mostra di Sarmede propone il meglio delle illustrazioni pubblicate nel mondo negli ultimi due anni, con meravigliose tavole originali dei pi noti artisti provenienti da una ventina di Paesi, che ben testimoniano come l段llustrazione sia un誕rte viva e fantasiosa come poche altre.



Una sezione speciale della mostra sar dedicata a Sita Jucker, nata nel 1921 a Rheinfelden in Svizzera, e scomparsa qualche anno fa, lasciando memoria di s in molti, delicati racconti per bambini pubblicati in varie lingue. Le sue illustrazioni, potentemente libere e pittoriche sono state presenti in varie edizioni della Mostra; quest'anno la retrospettiva dedicata a Sita Jucker vuol essere un riconoscimento verso il suo lavoro di illustratrice ed una preziosa occasione di confronto offerta alle giovani generazioni che si dedicano all'editoria per l'infanzia. Per l'occasione Bohem Press Italia pubblicher un suo libro inedito in italiano.



A contenere, per la verit sempre pi a stento, le tre ricchissime proposte espositive della XXIII Mostra Internazionale d棚llustrazione per l棚nfanzia, il Municipio di Sarmede, edificio che nel mondo degli illustratori viene definito come 斗a Cappella degli Scrovegni della fantasia. E questo perch anonime pareti e soffitti di androni ed uffici sono state 菟rese in consegna da uno dei massimi illustratori viventi: Jozef Wilkon che, anno dopo anno, aggiunge nuove sezioni al suo capolavoro, trasformando una seriosa sede municipale in un regno della immaginazione e della fantasia dove per entrare nell置fficio del Sindaco bisogna passare tra leoni ed elefanti e dove persino i lampadari si sono trasformati in animali perfettamente ambientati nella giungla o nelle profondit marine nelle quali continuano a lavorare certamente con il sorriso gli addetti all誕nagrafe e all棚ci.



Altri protagonisti del mondo dell段llustrazione, calamitati tra queste colline dalla magnetica personalit di Stepan Zavrel che qui aveva trovato rifugio, hanno lasciato il loro segno sulle pareti di molte case della zona, trasformando veramente Sarmede nel 撤aese della fiaba. Persino la Comunit Europea ha riconosciuto questa unicit decretando un suo finanziamento per i percorsi 鏑uoghi di Fiaba che, percorrendo le Prealpi Trevigiane ai piedi del Gran Bosco del Cansiglio, portano il visitatore a scoprire angoli di assoluta suggestione resi ancora pi indimenticabili dagli affreschi, tutti rigorosamente dedicati alla interpretazione di fiabe o di antiche storie locali, realizzati dai maggiori illustratori di mezzo mondo.



Dopo la 菟rima di Sarmede la Mostra, come le precedenti, prende le vie del mondo riproposta in citt italiane ed europee. Ogni edizione viaggia per anni, incantando ovunque un pubblico che stando alle stime degli organizzatori supera (per l段nsieme delle edizioni in tutte le loro tappe) le duecentomila persone. Duecentomila bambini e adulti che con Sarmede hanno sognato, sorriso, pensato.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram