Presentazione di Apertamente 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva OTTAGONO ​ Galleria Vittorio Emanuele II Milano 20121

Milano - ven 16 settembre 2005

Presentazione di Apertamente

Presentazione di Apertamente

 [Vedi la foto originale]
OTTAGONO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Galleria Vittorio Emanuele II (20121)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Presentazione del volume con fotografie di Gianni Comunale
biglietti: free admittance
vernissage: 16 settembre 2005. ore 21
editore: SKIRA
autori: Gianni Comunale
telefono evento: +39 3490908883
genere: fotografia, presentazione

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Fotografie di Gianni Comunale

Testi di Massimiliano Finazzer Flory, Monsignor Gianfranco Ravasi, Stefano Zecchi, Guido Martinotti, Luca Ronconi

Non solo luce vuole dare voce, attraverso immagini fotografiche e parole pensate, al nostro silenzio, per colmare un¹assenza: la parziale in-consapevolezza del ruolo culturale che la luce incarna quale relazione prodotta nella vita urbana, in città. Ma quale città?
La Ville Lumière settecentesca o la Sensual City del terzo millennio?
Né l¹una, né l¹altra: entrambe. Siamo fuoriusciti dalla contrapposizione radicale fra tradizione e modernità. Una città nuova si sta affermando al posto di quella precedente, il cui spirito sembra coniugare gli opposti, dare forma e figure tanto alle suggestioni quanto alle inquietudini del vivere insieme in ambito metropolitano.
La città con la luce, adesso, vuole o vorrebbe rappresentarsi. Con la luce, infatti, è possibile, a partire da un¹interazione tra architettura e urbanistica, inventare e ricordare racconti e storie della città e, con essa, offrire all¹immaginario collettivo un testo urbano che costruisca un¹immagine, un¹identità aperta, forse un¹appartenenza. (Massimiliano Finazzer Flory)
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram