The Five Rings 3099 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FORTE ​ Exilles 10050

Exilles (TO) - dal 3 dicembre 2005 al 17 aprile 2006

The Five Rings
[leggi la recensione]

The Five Rings
[leggi la recensione]
fotografia di Giulia Cappelletti
 [Vedi la foto originale]
FORTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
(10050)
+39 012258270 , +39 012258270 (fax)
info@comune.exilles.to.it
www.fortediexilles.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

cinque artisti internazionali si confrontano con i principi della Carta olimpica
orario: 10-14. Chiuso il lunedì
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 3 dicembre 2005. ore 12
editore: ALLEMANDI
ufficio stampa: INPRESSIONE
curatori: Mimmo di Marzio
autori: Loris Cecchini, Jimmy Durham, Alberto Garutti, Lucy + Jorge Orta, Chen Zhen
genere: arte contemporanea, collettiva
email: thefiverings@virgilio.it
web: www.museomontagna.org

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Gli spazi suggestivi del Forte di Exilles, situato nell’ area dei Giochi olimpici di Torino 2006, sono il teatro del progetto artistico The Five Rings, a cura di Mimmo Di Marzio, che comprende cinque installazioni che un gruppo di grandi artisti internazionali ha creato per il Forte. The Five Rings, organizzato da INPRESSIONE in collaborazione con il Museo Nazionale della Montagna di Torino, è stato reso possibile grazie al contributo della Regione Piemonte, del Comitato Organizzatore dei XX Giochi Olimpici Invernali –Torino 2006 (Organising Committee for the XX Olympic Winter Games - Torino 2006) e di Finmeccanica. Gli artisti - Jimmie Durham, Lucy Orta, Alberto Garutti, Loris Cecchini e Chen Zhen, quest’ultimo prematuramente scomparso ma il cui pensiero per un pluralismo dell’arte continua a vivere attraverso i suoi progetti “itineranti”, curati e rielaborati in situ dalla moglie – hanno lavorato su tematiche strettamente riferibili ai cinque anelli olimpici, simbolo grafico e cromatico universale dei continenti, costitutivo dei Principi fondamentali dichiarati nella Carta Olimpica. I cinque anelli si intrecciano e si compenetrano tra loro a formare nuove ed articolate figure; aprono varchi nello spazio che indagano gli interstizi ed i terreni comuni che si costituiscono tra i popoli, le culture, i principi etici e le tematiche aperte e sostenute nella storia umana delle Olimpiadi. La mostra The Five Rings (catalogo Allemandi) si propone di presentare i progetti di cinque artisti che si confrontano con i significati primari ed etici della competizione olimpica strutturando la loro ricerca tra le espressioni simboliche dei temi proposti e il rapporto con il «genius loci» della storica fortezza di Exilles, luogo dell’ evento. I temi con cui gli artisti si confrontano fanno riferimento ai colori con cui sono rappresentati i cinque cerchi simbolo delle Olimpiadi e sono stati così classificati: Cerchio verde: Rispetto dell’ ambiente e tutela della natura. Cerchio rosso: Valori sportivi. Cerchio azzurro: Salute e sicurezza. Cerchio nero: Tradizioni interculturali e i diritti umani. Cerchio giallo: Scienza e tecnologia.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram