Minjung Kim - Vuoto nel pieno 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
27/06/2019
Wes Anderson e Juman Malouf portano il sarcofago di Spitzmaus alla Fondazione Prada
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO BRICHERASIO ​ Via Giuseppe Luigi Lagrange 20 Torino 10123

Torino - dal 25 maggio al 2 luglio 2006

Minjung Kim - Vuoto nel pieno

Minjung Kim - Vuoto nel pieno

 [Vedi la foto originale]
PALAZZO BRICHERASIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giuseppe Luigi Lagrange 20 (10123)
+39 0115711811 , +39 0115711850 (fax)
info@palazzobricherasio.it
www.palazzobricherasio.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Un’ottantina di opere su carta e due installazioni progettate appositamente delineano il percorso della mostra di Minjung Kim, l’artista coreana scelta da Palazzo Bricherasio per inaugurare la stagione estiva
orario: da martedì a domenica 15.30–22.30; giovedì 10.30–22.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero: € 7,00
Ridotto: € 5,00
vernissage: 25 maggio 2006. ore 18
editore: ELECTA
curatori: Antonella Commellato
autori: Minjung Kim
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Un’ottantina di opere su carta e due installazioni progettate appositamente delineano il percorso della mostra di Minjung Kim, l’artista coreana scelta da Palazzo Bricherasio per inaugurare la stagione estiva.

Curata da Guido Curto, progettata e ideata da Antonella Commellato, l’esposizione si configura non tanto come un’antologica – anche se il primo piano del Palazzo sarà riservato alle opere meno recenti - ma come una personale degli ultimi lavori: “Grandi dipinti astratti, policromi e neomodernisti” scrive Curto “sembrano, a prima vista, le opere di Minjung Kim che fanno parte del ciclo “Vuoto nel pieno”. Già, sembrano, perché, a ben guardare, questi fantasmagorici lavori sono eseguiti oltre che col pennello anche bruciando col fuoco sottili fogli di carta colorata, in modo da ottenere tante forme circolari di svariate dimensioni. Questi cerchi multicolori Minjung Kim li incolla poi uno sull’altro in sequenze concentriche, dal più piccolo al più grande, che assumono nell’insieme l’aspetto di un delicato fiore i cui petali, osservati da vicino, sono di/segnati dalle bruciature impresse dal fuoco sul bordo di ogni singolo pezzo di carta. Disposte una accanto all’altra su un foglio di carta di riso, le corolle policrome formano una texture astratta, una sorta di visione psichedelica dall’effetto ipnotico. “

Kim è nata in Corea del Sud e da giovanissima ha studiato pittura con grandi maestri calligrafi; a 25 anni si è trasferita a Milano e si è iscritta l’Accademia di Belle Arti di Brera, dove lo studio dell’arte occidentale ha contribuito a maturare la sua consapevolezza artistica, facendole scoprire la possibilità di costruire una dimensione strettamente individuale, nella quale vivere con una grande libertà espressiva la propria condizione di artista. Allo stesso tempo l’incontro con l’Occidente le ha permesso di riscoprire l’autentico significato di alcuni gesti emblematici della propria civiltà d’origine, come l’attenta preparazione spirituale effettuata prima dell’attività pittorica e il rito del te, inteso come verifica del proprio stato d’animo.

La sua opera si nutre della filosofia del Tao e, negli ultimi tempi, si è incentrata sulla ricerca del vuoto nel pieno e sulle interrelazioni tra le diverse forme della manifestazione cosmica.
 
documenti
documento Word  Biografia [32 kb] 

(11/04/2006 16.32.51)
documento Word  Antologia Critica [54 kb] 

(11/04/2006 16.32.38)
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram