Prosdocimo Terrassan - Carlo Scarpa. Querini Stampalia 3060 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PADUA ART GALLERY ​ Via Delle Piazze 28 Padova 35122

Padova - dal 28 settembre al 22 ottobre 2006

Prosdocimo Terrassan - Carlo Scarpa. Querini Stampalia

Prosdocimo Terrassan - Carlo Scarpa. Querini Stampalia

 [Vedi la foto originale]
PADUA ART GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Delle Piazze 28 (35122)
+39 049652057
info@paduart.it
www.paduart.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Fotografie
orario: da martedì a sabato 10:00-12:30 e 16:00-19.30. Domenica 16:00-19:30. Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 28 settembre 2006. ore 18
editore: ELECTA
curatori: Enrico Gusella
autori: Prosdocimo Terrassan
genere: fotografia, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La rassegna, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo – Centro Nazionale di Fotografia e Padua Art Gallery, presenta una serie di fotografie che raccontano il lavoro veneziano di Carlo Scarpa alla Fondazione Querini Stampalia.

Gli scatti sono stati realizzati tra il 2003 e il 2006 dall’architetto e fotografo Prosdocimo Terrassan, e hanno come soggetto l'intervento di restauro realizzato nel palazzo Querini Stampalia da Carlo Scarpa durante gli anni Sessanta.

Il lavoro di Scarpa alla Querini Stampalia, come ricorda Giuseppe Mazzariol, è “architettura che va esperita in una visione itinerante, di episodio in episodio, di particolare in particolare. Ogni forma si riscatta e si evidenzia nel confronto diretto, quasi in una presa di possesso, al momento preciso dell'assunzione visiva.”

Terrassan, in occasione del centenario della nascita dell'architetto veneziano, di cui fu allievo e collaboratore, ne ricorda la figura indagando questo esemplare intervento dopo oltre quarant'anni dalla sua realizzazione, affascinato dalla immutata qualità degli spazi e dal continuo trasformarsi della materia in un ambiente, quello veneziano, che lentamente ma inesorabilmente metabolizza, maschera e modifica ogni cosa.

L’autore propone una fotografia tesa ad accertare ogni piccolo indizio utile a scoprire la chiave che porta alla soluzione di un enigma come nel "luogo del delitto".

La sua non è una fotografia narrativa, ma una fotografia che coglie le cose che si propongono alla nostra attenzione per poter vivere.

Attraverso la sua indagine fotografica Terrassan vuole creare un legame con la realtà, indagare le regole che organizzano lo spazio, anche quello più complesso e compiuto, cercando quell'ordine silenzioso e quasi impercettibile che consente di riportare anche per breve tempo ordine dentro di noi.

In mostra esposte anche fotografie di due lavori padovani di Carlo Scarpa: i vetri realizzati per L'Università degli Studi di Padova e l'intervento del rifacimento relativo al pavimento e all’altare del presbiterio nella Chiesa di S. Maria del Torresino.


All'inaugurazione della mostra Francesco Dal Co – Ordinario di Storia dell’Architettura all’Università IUAV di Venezia - presenterà il volume fotografico di Prosdocimo Terrassan “CARLO SCARPA. Querini Stampalia” (ed. Electa Mondadori), accompagnato da un suo stesso saggio corredato anche con riproduzioni di disegni di Carlo Scarpa.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram