Cosimo Epicoco - Pudico errato 3069 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Party like an Architect. Gli studi di architettura di Napoli si presentano, con Camparisoda
20/05/2019
Spolverare la memoria. Le scuole di Roma ricordano le vittime del nazismo
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva TENUTA MORENO ​ Contrada Moreno Mesagne 72032

Mesagne (BR) - dal 28 luglio al 22 ottobre 2006

Cosimo Epicoco - Pudico errato

Cosimo Epicoco - Pudico errato

 [Vedi la foto originale]
TENUTA MORENO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Contrada Moreno (72032)
+39 0831721457 , +39 0831721487 (fax)
info@tenutamoreno.it
www.tenutamoreno.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Artista di contenuti ancorché forme Epicoco, con traguardata sapienza compositiva e nel recupero della figurazione tout-court come nella precedente serie dei “Cloni”, gioca sull’artificiosa pudicizia delle immagini di donna
orario: tutti i giorni 10-12, 15-22
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 28 luglio 2006. ore 22
curatori: Massimo Guastella
autori: Cosimo Epicoco
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Con vernissage articolato, per la serata di venerdì 28 luglio, la Galleria Tenuta Moreno, appendice espositiva del complesso architettonico del Grand Hotel (sulla SS.7 Latiano-Mesagne), si accinge a presentare a tinte vivaci il suo secondo appuntamento con l’arte visiva nel territorio del programma 2006, dedicato alla mostra personale di Cosimo Epicoco. Le pitture del quarantenne artista cegliese residente da tempo nella capitale appartengono alla serie “Pudico errato” che mette insieme dipinti raffiguranti torsi femminili, tipici dell’ostentazione del corpo nudo per qualsiasi fine pubblicitario; documentati anche in video per la produzione FARM di Lecce.

Artista di contenuti ancorché forme Epicoco, con traguardata sapienza compositiva e nel recupero della figurazione tout-court come nella precedente serie dei “Cloni”, gioca sull’artificiosa pudicizia delle immagini di donna che provano a “coprire le proprie parti intime – sostiene - come metafora al facile, al consentito, alle prostituzioni” commerciali. Icone captate dal mondo della pubblicità, digitalizzate, concettualizzate, lasciano ambigua la lettura tra “licenziosità volgare del narcisismo fisico”, come scrive il curatore Massimo Guastella, in catalogo, e “riscoperte kòrai da riconsacrare dopo il lungo oblìo”.

All’insegna della valorizzazione e promozione delle risorse estetiche attive nel Salento, nella serata, che s’inaugura alle ore 22, si accostano alla personale di Epicoco, l’anteprima del cortissimo “Fair play” del giovane videomaker salentino Valerio Calsolaro ( prodotto in collaborazione con FARM) incentrato sull’immancabile follia del tifo per la Coppa del Mondo di calcio, nella sua consueta elaborazione non-sense, e il live media act della performance audio-visiva del gruppo leccese dei Cocoon composto dai musicisti Giacomo Merchich e Mauro Marzo e dal videomaker Valentino Curlante, con ricerche che esplorano il connubio tra musica elettronica e visual art, che sarà affiancato in session da MushRoomLab, progetto di Giuseppe Ciop Scarciglia, poliedrico creativo brindisino, che opera su nuove forme di ibridazione audiovisiva tra i suoni della multiforme scena musicale elettronica e il visual-styling digitale dei videomakers.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram