Gildo d'Annunzio 3076 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO PROCACCINI ​ Via Porta da Capo Casalanguida 66031

Casalanguida (CH) - dal 5 al 20 agosto 2006

Gildo d'Annunzio

Gildo d'Annunzio
PALAZZO PROCACCINI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Porta Da Capo (66031)
www.provincia.chieti.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

mostra personale del pittore Gildo D’Annunzio, abruzzese di nascita e milanese di adozione, scomparso nel 1999
orario: 10.00 - 12.30 / 17.30 – 19.30 (tutti i giorni)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 5 agosto 2006. ore 18
catalogo: in mostra
autori: Gildo d'Annunzio
patrocini: Comune di Casalanguida
genere: arte contemporanea, personale
web: www.gildodannunzio.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Si inaugura il prossimo 5 agosto (ore 18.00) a Casalanguida, nel chietino, la mostra personale del pittore Gildo D’Annunzio, abruzzese di nascita e milanese di adozione, scomparso nel 1999.

L’evento, nato con il patrocinio del Comune di Casalanguida e sponsorizzato anche dalla Regione Abruzzo, dalla Comunità Montana del Medio Vastese, dalla Provincia di Chieti, da Abruzzo Energia, da Carichieti, ideato e curato dall’architetto Mauro D’Annunzio in stretta collaborazione con la vedova e i figli dell’artista, è un omaggio al pittore abruzzese e al legame mai interrotto con la terra d’origine.

La rassegna intitolata “Dialogo con la madre-terra” si compone di una cinquantina di opere relative al periodo degli esordi, dagli anni Quaranta ai Cinquanta, in cui l’artista visse e operò nel palazzo di famiglia, oggi proprietà del Comune e prestigiosa sede di allestimento della mostra.

I quadri, realizzati con la tecnica dell’olio su tela e masonite, spaziano dai paesaggi abruzzesi, incendiati dal sole, in un fulgore di messi, ulivi e filari di viti, alle nebbie del nord, dove il pittore si trasferisce nel 1956: stridente il contrasto tra la coralità della vita dei campi e la solitudine dei grattacieli, delle fabbriche, dei circhi desolati in cui l’artista identifica la propria condizione esistenziale di “bivacco al nord”.

Completa la rassegna un’interessante galleria di ritratti di famiglia dedicati alle figure più significative che ispirarono l’opera pittorica e poetica dell’artista nel corso di tutta la sua vita.

Il connubio tra segno e parola trova particolare espressione nelle poesie di Gildo D’Annunzio, tratte dal volume “Un uomo sulla Terra” (1955) e riprodotte sui prismi che scandiscono il percorso in mostra. Alla prima raccolta poetica fecero seguito “Bivacco al nord” (1962) e “Acqua e pietre” (1978).

Proprio i versi delle tre raccolte formano la cornice ideale del video (Com - Vis S.n.c.), realizzato per offrire al visitatore una testimonianza della produzione successiva dell’artista, fino alle ultime grandi tele dell’89: i quadri scorrono su un sottofondo musicale e vengono “commentati” dalla lettura di brani delle poesie.

Infine un suggestivo catalogo, (realizzazione grafica Com - Vis S.n.c.) ricco di immagini, ripercorre con una biografia critica e una sintesi dell’attività espositiva le tappe della ricerca dell’artista.


Ci auguriamo che questo importante appuntamento sia il primo passo nella ricostruzione della poliedrica e ricchissima attività del pittore abruzzese, che si cimentò con tutte le tecniche artistiche e che costituisce una pietra miliare nella storia della civiltà contadina.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram