Palinsesti 2006 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SEDI VARIE ​ San Vito Al Tagliamento 33078

San Vito Al Tagliamento (PN) - dal 28 settembre al 28 ottobre 2006

Palinsesti 2006

Palinsesti 2006

 [Vedi la foto originale]
SEDI VARIE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
(33078)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una rassegna d’arte contemporanea che coinvolge diversi siti della città
vernissage: 28 settembre 2006.
editore: SKIRA
curatori: Alessandro Del Puppo
autori: Carl Andre, Tony Cragg, Milan Kunc, Zilla Leutenegger, Richard Long, Vettor Pisani, Christo Vladimirov Javasev
note: sedi: Municipio – Parco Rota, Loggia Antico Teatro Sociale, Antico Ospedale dei Battuti,
Chiesa di S.Maria dei Battuti, Palazzo Altan, Essicatoi Bozzoli, Chiesa di San Lorenzo
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il titolo di questa rassegna vuole porre in rilievo il rapporto necessario, anche se non sempre evidente, tra produzione artistica contemporanea e substrato storico e culturale.
La nozione di palinsesto, ovvero del manoscritto pergamenaceo in cui il testo primitivo viene raschiato per scriverne uno nuovo,
è una buona metafora per definire quell’arte contemporanea che, nel suo prodursi, mantiene la coscienza del sedimento storico
come condizione necessaria per la sua evoluzione.
Si tratta, con ogni evidenza, di una nozione critica dell’operare artistico, che postula una serie d’attitudini conflittuali:
passato e presente, memoria e oblio, assenza e presenza.

L’intero evento espositivo è stati organizzato in due sezioni fisse, “Intra/extra moenia” e “Repertorio”, e in una mostra tematica, che quest’anno ha per titolo “Sismologie” con opere di artisti notissimi come Tony Cragg, Richard Long, Milan Kunc, Vettor Pisani, Zilla Leutenegger, Carl Andre, Christo, ecc.
Questa articolazione implica una selezione di valori sulla base di alcuni temi specifici, e scommette sulla capacità che gli autori hanno di interrogarsi, nelle forme più problematiche, con essi. In questa maniera la storia e la geografia simbolica del “contenitore” – lo spazio urbanistico e architettonico di San Vito al Tagliamento –
possono divenire gli elementi necessari di un processo creativo consapevole dell’incessante dialettica tra distruzione e creazione.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram