Alberto Dassasso - Vibrazioni Artdesing 3122 utenti online in questo momento
exibart.com
giochi
 
community
Allons Enfant/5
Lettera Aperta
PREVIEW
Senti chi Parla
La lavagna
Question Time
Exibart.segnala
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche

Roma - dal 6 ottobre al 10 novembre 2006
Alberto Dassasso - Vibrazioni Artdesing

CAFFE' LETTERARIO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Ostiense 83 (00154)
+39 3920693460
info@caffeletterarioroma.it
www.caffeletterarioroma.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

prima esposizione dell’artista/designer Alberto Dassasso
prenota il tuo albergo a Roma:
Booking.com
biglietti: free admittance
vernissage: 6 ottobre 2006. ore 20
curatori: Matteo Valtancoli
autori: Alberto Dassasso
genere: design, arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
L’associazione I Meandri di Forlimpopoli in collaborazione con Caffè Letterario Roma è lieta di presentare la prima esposizione dell’artista / designer Alberto Dassasso. Alberto Dassasso nasce e lavora a Massalobarda, diplomato presso ISIA di Faenza è gia staro presente negli eventi fuori salone della fiera di Milano e nella sezione design della fiera Vernice di Forlì. Il lavoro di questo giovane artista è caratterizzato da una importante sensibilità nel recupero della memoria contenuta nella materia, memoria che sotto le mani dell’artista si trasforma in oggetti di design unici, contemporanei. Luci, sedie, tavoli rinascono dai fusti industriali acquistano oltre che un forte valore ecologico, un estetica di “calda meccanica” e un carattere fortemente contemporaneo che oscilla tra quella sottile linea che separa l’arte dal design.
 
trovamostre