Antologia della figurazione contemporanea. Italia: le ultime generazioni #1 3079 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
A Roma riapre al pubblico il Ninfeo degli Specchi al Palatino
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FIGURAE - EX MUSEI DI PORTA ROMANA ​ Viale Sabotino 22 Milano 20135

Milano - dal 23 novembre 2006 al 7 gennaio 2007

Antologia della figurazione contemporanea. Italia: le ultime generazioni #1

Antologia della figurazione contemporanea. Italia: le ultime generazioni #1

 [Vedi la foto originale]
FIGURAE - EX MUSEI DI PORTA ROMANA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Sabotino 22 (20135)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

orario: dalle 10 alle 13; dalle 15 alle 19. Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 23 novembre 2006. ore 18 su invito
editore: SKIRA
ufficio stampa: AQQUA
curatori: Alberto Agazzani, Gilberto Algranti
autori: Enrico Colombotto Rosso, Leonardo Cremonini, Carlo Guarienti, Piero Guccione, Alessandro Kokocinski, Ugo Riva, Giorgio Scalco, Alberto Sughi, Luciano Ventrone
patrocini: Assessorato alla Cultura di Milano
genere: arte contemporanea, collettiva
web: www.tekne-eventi.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
IL PROGETTO

Il progetto, di Gilberto Algranti per Tekne International e diretto da Cinzia Chiari, è nato da un intento: impegnarsi, con la collaborazione di critici e di artisti, a dar forma a manifestazioni da promuovere fra Europa, Asia e America, gli artisti figurativi italiani, cercando nel medesimo programma di estendere relazioni e conoscenze con pittori e scultori della medesima tendenza in tutto il mondo.

“… Come certo risulterà evidente - scrive Gilberto Algranti - mi riferisco soprattutto al figurativo “stretto” a quegli artisti che hanno interpretato, ciascuno con il loro linguaggio, una realtà oggettiva, a volte immaginaria, a volte fantastica, a volte visionaria, ma sempre legata al vero e a modelli espressivi che si documentano anche con l’impegno, la fatica e il lavoro, con obiettivi formali raggiunti dopo anni di tentativi e con continue sperimentazioni di tecniche per conseguire il miglior risultato.

Da qui, man mano, prendeva forma un pensiero a cui seguiva un progetto: impegnarsi in maniera organizzata e ben articolata con la collaborazione di tutti, critici e artisti, per promuovere anche all’estero, Asia, America ed Europa, gli artisti figurativi italiani, cercando nel medesimo programma di estendere relazioni e conoscenza con pittori e scultori della medesima tendenza in tutto il mondo, portandoli e presentandoli anche in Italia, creando così un interscambio culturale quale premessa per una futura identificazione di un movimento riunito sotto un solo manifesto: La Figurazione contemporanea internazionale.

Per raggiungere questo obiettivo si è predisposto uno strumento con le caratteristiche adatte per coordinare l’intero progetto: Tekne International, un’associazione culturale partecipata anche da una decina di artisti che saprà e vorrà avvalersi dell’esperienza del suo fondatore e delle buone introduzioni che a cascata le potranno venire dalla Tekne, grandi eventi, organizzatrice di molte importanti mostre a livello internazionale che conta su un valido riconoscimento in molti ambienti istituzionali e museali anche in Asia e in America.

Tekne International può quindi partire con le basi e le connessioni necessarie per tracciare e realizzare il programma di promozione del costruendo “movimento figurativo internazionale”.

Come “incipit” di questa nuova impresa Tekne International si è assicurata la disponibilità di un elegante spazio espositivo in Porta Romana, nei locali che già ospitarono, tra l’altro, i capolavori della collezione Doria Pamphilj e la “Fornarina” di Raffaello.

La galleria vorrà essere il punto d’incontro e di riferimento per tutti gli artisti del movimento e ospiterà mostre personali e collettive per meglio diffondere la conoscenza anche di valenti artisti italiani e stranieri ancora poco noti.

La rassegna, oggi allestita nel rinnovato spazio, comprende venticinque artisti fra pittori, scultori e disegnatori contemporanei e si esprime in un’antologica trilogia in ordine generazionale che seguirà con cadenza quasi mensile.

Nella prima qui presentata, figurano gli artisti che hanno segnato con la loro attività oltre cinquant’anni dell’ultimo secolo e sono stati importanti interpreti, ognuno a suo modo, del loro tempo vivendo attivamente la complessa temperie culturale che l’arte figurativa aveva attraversato in quegli anni, restando totalmente avulsi dalla rottura delle suggestioni formali e dalle nuove contraddizioni qualitative dell’informale, dell’astrattismo e degli eccessi provocatori dell’avanguardia e della transavanguardia, cercati più per sorprendere che per meravigliare.

Abbiamo dedicato a Carlo Guarienti, Leonardo Cremonini, Alberto Sughi, Enrico Colombotto Rosso, Giorgio Scalco, Piero Guccione, Luciano Ventrone, Alessandro Kokocinski e Ugo Riva questa prima ribalta, doverosamente imposta, oltre che per cronologia, per i loro meriti e per la loro storia artistica.

La rinnovata sede espositiva milanese di cui si avvale Tekne International - image - fungerà da "convivio" per altri numerosi artisti a venire: artisti che Tekne intende cercare, scoprire e presentare in tutto il mondo.

Le tre puntate espositive saranno arricchite dalla pubblicazione di tre cataloghi riuniti in un solo cofanetto. Nel corso della mostra verrà inoltre presentato un volume (anch'esso edito da Skirà) che sarà il primo atto di quella che potrebbe essere una vera e propria collana che potrebbe DIVENTARE NEL TEMPO UNA Enciclopedya che raccoglierà le varie espressioni dell'arte figurativa contemporanea mondiale.

Le opere, esposte da image dal 23 novembre al 18 marzo, rappresentano il punto di partenza di questo progetto di ampio respiro.


LA MOSTRA

In esposizione: le sculture, i dipinti ed i disegni di ventisette artisti italiani di grande rigore, tutti impegnati nella riflessione sul mondo del vero.

Dalla pubblicazione (nella presentazione del nostro catalogo) dello storico e precoce saggio di Vittorio Sgarbi (Vitalità della Figura. Pittura italiana 1948-88) molto illuminante del suo pensiero in relazione alla pittura figurativa consegue la filosofia delle scelte delle opere di questa mostra.

Gilberto Algranti è artefice del progetto con Tekne International oltre che curatore della mostra insieme ad Alberto Agazzani (critico d'arte che da oltre dieci anni si dedica alla Figurazione).

Ed è Algranti a dichiarare: "sono fautore di un realismo senza ombre né divagazioni; questi nostri artisti ne sono validissimi interpreti".

"ANTOLOGIA DELLA FIGURAZIONE CONTEMPORANEA. Italia: le ultime generazioni" è una trilogia in ordine generazionale.

Gli artisti dunque sono presentati in ordine cronologico di nascita.

Il primo sarà dei Maestri storici: artisti che hanno segnato con la loro attività oltre cinquanta anni dell'ultimo secolo.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram