L'astratto presente. Generazioni in scena 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAGI 900 ​ Via Rusticana 1 Pieve Di Cento 40066

Pieve Di Cento (BO) - dal 24 febbraio al 29 luglio 2007

L'astratto presente. Generazioni in scena

L'astratto presente. Generazioni in scena
Felice Casorati, Paesaggio, 1953, olio su cartone, cm. 60x50
 [Vedi la foto originale]
MAGI 900
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Rusticana 1 (40066)
+39 0516861545 , +39 0516860364 (fax)
info@magi900.com
www.magi900.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

un'importante mostra a carattere internazionale dedicata all’arte astratta del ‘900 che abbraccia un arco temporale compreso fra i primi anni del secolo scorso e le avanguardie legate al secondo dopoguerra
orario: tutti i giorni dalle 10 alle 18. Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 24 febbraio 2007. ore 17
ufficio stampa: IRMA BIANCHI
curatori: Vittoria Coen
autori: Getulio Alviani, Giacomo Balla, Afro Basaldella, Agostino Bonalumi, Giuseppe Capogrossi, Felice Casorati, Antonio Corpora, Ennio Morlotti, Mauro Reggiani, Toti Scialoja, Emilio Vedova, Luigi Veronesi
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il Museo MAGI inaugura la stagione del 2007 con un'importante mostra a carattere internazionale dedicata all’arte astratta del ‘900 che abbraccia un arco temporale compreso fra i primi anni del secolo scorso e le avanguardie legate al secondo dopoguerra.

La rassegna, curata da Vittoria Coen, dal titolo L'astratto presente. Generazioni in scena, si articola attraverso un percorso teso ad approfondire alcune delle tematiche più significative inerenti le sperimentazioni aniconiche attraverso opere bidimensionali e tridimensionali per un totale di una quarantina di lavori.
Tra le presenze più importanti citiamo Emilio Vedova, Giacomo Balla, Ennio Morlotti, Agostino Bonalumi, Toti Scialoja, Afro, Felice Casorati - con un insolito paesaggio -, Giuseppe Capogrossi, Mauro Reggiani, Getullio Alviani, Antonio Corpora, Luigi Veronesi.
Si parte, dunque, dalla trasformazione dell’immagine in una forte energia vitale propria della ricerca futurista, per arrivare all’arte optical degli Anni ’60 e ’70 passando attraverso la stagione informale europea. Vittoria Coen commenta: "alcuni esempi recenti ci spingono a considerare il minimalismo come una stagione niente affatto conclusa, che continua ad alimentare la ricerca degli artisti più vicini alla contemporaneità".

Le opere provengono in parte dalla collezione personale del fondatore del Magi Giulio Bargellini e in parte dalle donazioni che gli artisti hanno fatto al museo dalla sua recente nascita.

Il Museo MAGI, fondato dall'imprenditore e collezionista Giulio Bargellini, annovera più di 2.000 opere di arte moderna e contemporanea fra pittura, scultura, fotografia e installazioni.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram