Franco Guerzoni - Paesaggi in polvere 3088 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FOTOGRAFIA ITALIANA ​ Corso Venezia 22 Milano 20121

Milano - dal 30 gennaio al 13 marzo 2007

Franco Guerzoni - Paesaggi in polvere
[leggi la recensione]

Franco Guerzoni - Paesaggi in polvere
[leggi la recensione]
F. Guerzoni, Dentro l'immagine, 1973
 [Vedi la foto originale]
FOTOGRAFIA ITALIANA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Venezia 22 (20121)
+39 02784100 , +39 0277809369 (fax)
info@fotografiaitaliana.com
www.fotografiaitaliana.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L’attività espositiva di Fotografia Italiana Arte Contemporanea propone come prima mostra del 2007, Paesaggi in polvere, opere realizzate negli anni settanta dall’artista Franco Guerzoni
orario: dalle 15.00 alle 19.00
Chiuso domenica e lunedì – sabato su appuntamento dalle 15.00 alle 19.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 30 gennaio 2007. su invito, ore 18.30-21
catalogo: con testi di Marc Augé, Elena Volpato, Franco Guerzoni
editore: SKIRA
curatori: Fabio Castelli
autori: Franco Guerzoni
genere: fotografia, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L’attività espositiva di Fotografia Italiana Arte Contemporanea propone come prima mostra del 2007, Paesaggi in polvere, opere realizzate negli anni settanta dall’artista Franco Guerzoni. Si tratta di opere in cui la fotografia svolge un ruolo primario ma dove l’intervento dell’artista attraverso inserimenti di altri materiali, di montaggi e manipolazioni varie riporta al clima sperimentale proprio degli anni settanta. In quegli anni Guerzoni condivise nella città emiliana molte esperienze con due importanti artisti-fotografi-teorici come Luigi Ghirri e Franco Vaccari, rimettendo in discussione brutalmente il modo tradizionale di rappresentare artisticamente il mondo, ricorrendo, più che all’imitazione, all’approccio concettuale, a volte di sapore neodadaista. Il titolo del lavoro richiama l’idea di un mondo fortemente segnato dal tempo e la polvere cui si allude si concretizza spesso in sedimenti vari, pezzi di intonaco, reazioni chimiche, elementi naturali che danno profondità tridimensionale alle fotografie, spesso usate come sfondo. Nel catalogo della mostra i due interventi di Marc Augé – non un critico d’arte ma un noto sociologo-etnologo – e Elena Volpato mettono in evidenza questi aspetti e il percorso culturale che li ha accompagnati.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram