Maestà di Roma. Da Napoleone all’Unità d’Italia. "Capitale delle Arti" 3084 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/06/2019
Tracce di assenza. All'Hotel Hilton Molino Stucky di Venezia le opere di Mimmo Catania
19/06/2019
Ad Alberto Angela la laurea honoris causa dell’Università Suor Orsola di Napoli
19/06/2019
Flaminia Bonciani e i colori degli anni ’80, al RUFA Space
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva LA GALLERIA NAZIONALE ​ Viale Delle Belle Arti 131 Roma 00196

Roma - dall'otto al 29 marzo 2003

Maestà di Roma. Da Napoleone all’Unità d’Italia. "Capitale delle Arti"

Maestà di Roma. Da Napoleone all’Unità d’Italia. "Capitale delle Arti"
LA GALLERIA NAZIONALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Delle Belle Arti 131 (00196)
+39 06322981
gan-amc.uffstampa@beniculturali.it
lagallerianazionale.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

le Scuderie del Quirinale, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e l’Accademia di Francia a Villa Medici costituiranno per quattro mesi l'ineguagliabile cornice di una mostra dedicata al mondo delle arti nella Roma ottocentesca preunitaria
biglietti: lun - sab 9 - 13.30, 14.30 - 17
vernissage: 8 marzo 2003.
editore: ELECTA
curatori: Olivier Bonfait, Stefano Susinno
autori: Bryullov, Arnold Böcklin, Vincenzo Camuccini, Antonio Canova, Jean-Baptiste Carpeaux, Jean-Baptiste-Camille Corot, Anselm Feuerbach, Jean-Louis Théodore Géricault, Granet, Francesco Hayez, Jean-Auguste Ingres, Sergej Ivanov, Bertel Thorvaldsen, William Turner
web: www.maestadiroma.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
le Scuderie del Quirinale, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e l’Accademia di Francia a Villa Medici costituiranno per quattro mesi l'ineguagliabile cornice di una mostra dedicata al mondo delle arti nella Roma ottocentesca preunitaria. La mostra è stata ideata da Stefano Susinno e da Olivier Bonfait in una linea di dichiarata continuità con le precedenti esposizioni sulla specificità storico-culturale di Roma: l'Idea del Bello a Roma e Art in Rome in the Eighteenth Century a Philadelphia.Sulla base di un moderno approccio storico-interpretativo e soprattutto grazie al prestito straordinario di circa settecento opere provenienti dai più prestigiosi musei del mondo (dipinti, sculture, grandi cartoni, disegni, stampe, fotografie, pietre incise, mosaici, bronzi e altri esemplari delle arti decorative), l'intento della mostra è quello di restituire il carattere di universalità presente a tutti i livelli della civiltà artistica maturata a Roma fino al momento dell'unificazione nazionale, riportando - spesso per la prima volta - nella città dove furono concepite o realizzate opere di artisti della levatura di Canova e Thorvaldsen, Hayez e Camuccini, Ingres e Granet, Turner e Corot, Böcklin e Feuerbach, Gericault e Carpeaux, Bryullov e Ivanov.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram