Per parole e immagini. Tra poesia visiva ed espressioni segniche 3086 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAGI 900 ​ Via Rusticana 1 Pieve Di Cento 40066

Pieve Di Cento (BO) - dal 14 settembre 2007 al 13 gennaio 2008

Per parole e immagini. Tra poesia visiva ed espressioni segniche
[leggi la recensione]

Per parole e immagini. Tra poesia visiva ed espressioni segniche
[leggi la recensione]
Jean Francois Bory "erutarettil", 1970
 [Vedi la foto originale]
MAGI 900
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Rusticana 1 (40066)
+39 0516861545 , +39 0516860364 (fax)
info@magi900.com
www.magi900.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

mostra dedicata al rapporto tra disegno e significato in cui predomina il movimento artistico della Poesia Visiva
orario: tutti i giorni dalle 10 alle 18. Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero € 5 - Ridotto € 4
vernissage: 14 settembre 2007. ore 18
catalogo: in mostra
ufficio stampa: IRMA BIANCHI
curatori: Vittoria Coen
autori: Ugo Carrega, Arrigo Lora-Totino, Stelio Maria Martini, Eugenio Miccini, Luciano Ori, Lamberto Pignotti, Adriano Spatola
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il Museo Magi apre la nuova stagione autunnale in settembre con la mostra collettiva Per parole e immagini. Tra poesia visiva ed espressioni segniche a cura di Vittoria Coen, dedicata al rapporto tra disegno e significato in cui predomina il movimento artistico della Poesia Visiva.
Quest’ultimo, nato negli anni ’60 con la finalità di creare una relazione tra comunicazione verbale o scritta e immagini, si sviluppa anche nel decennio successivo a livello nazionale e internazionale. Ancora oggi questo particolare momento storico di interessante fermento culturale appare in tutta la sua attualità.



In mostra sono presenti lavori di artisti affermati, diversi dei quali hanno partecipato a importanti edizioni della Biennale di Venezia ed esposizioni. Alcuni nomi: Ugo Carrega, Arrigo Lora Totino, Stelio Maria Martini, Eugenio Miccini, Luciano Ori, Lamberto Pignotti, Adriano Spatola.

Vittoria Coen commenta: "decisivi per questo movimento sono la nascita e lo sviluppo del Gruppo '63, in cui intellettuali e artisti dibattono su possibili nuovi sentieri dell'arte".

Le opere esposte provengono dagli archivi del Museo Magi di Giulio Bargellini e da una collezione privata ferrarese e offrono un ampio panorama del movimento che ha interessato le diverse espressioni della cultura, come la letteratura e il cinema.
Giulio Bargellini, fondatore del Museo Magi, dichiara: "è con entusiasmo che proseguiamo la collaborazione con il direttore artistico Vittoria Coen, che ha precedentemente curato con grande successo di pubblico e di critica la mostra "L'astratto presente. Generazioni in scena". Sulla scia di quest'ottimo risultato assistiamo alla crescita del nostro museo, che da quest'anno accoglie i visitatori con il piacevole Magi-cafè, un Book Store adatto a tutte le età e un esclusivo servizio gratuito di Art Consulting".

A corredo della mostra è realizzato un catalogo a cura di Vittoria Coen, con le immagini delle opere esposte e un testo critico introduttivo di Vittoria Coen.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram