Andrea Boltro - Anger in the city 3140 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ARTE IN MOVIMENTO ​

- dal primo al 31 luglio 2007

Andrea Boltro - Anger in the city

Andrea Boltro - Anger in the city

 [Vedi la foto originale]
ARTE IN MOVIMENTO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
arteinmovimento@arteinmovimento.com
www.museoarteinmovimento.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

artista che parla della quotidianità attraverso le sue tele, con un forte segno espressivo, una quotidianità gestita di riflesso da una folla privata della propria individualità dal ripetersi di percorsi obbligati, senza possibilità di svolta
orario: 10-13; 18-19,30 e 21,30-24,00 e previo appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 1 luglio 2007.
autori: Andrea Boltro
telefono evento: +39 3475463749
note: vernice il 21 luglio, ore 21.30-24
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Anger in the city è la personale che la galleria ARTE IN MOVIMENTO contemporanea dedica all'artista Andrea Boltro, artista che parla della quotidianità attraverso le sue tele, con un forte segno espressivo, una quotidianità gestita di riflesso da una folla privata della propria individualità dal ripetersi di percorsi obbligati, senza possibilità di svolta.
Per le strade si respira un un senso comune di rabbia, una rabbia collettiva nascosta da ogni singolo individuo, contenuta qui dal rigore espressivo dell'autore che ambienta il tutto in scorci di città.
La mostra vuole portare alla riflessione su una esistenza umana troppo controllata, assorbita forse dal ritmo degli impegni e delle scadenze che ognuno di noi si pone, sottovalutando l'aspetto effimero della vita e rinunciando così a riacquistare i propri spazi e a dare certe priorità.
Le prime opere di Andrea Boltro ruotano intorno allo studio del disegno e dell'acquerello, gli anni successivi portano l'artista al realizzo di composizioni in tecnica mista con l'uso di un colore più materico e a un passaggio da un linguaggio informale fino a una moderna figurazione delle opere in esposizione a Pietrasanta.
Boltro nelle sue opere si presenta come un autore del raccontare di una certa tendenza esistenziale che egli stesso rifiuta ma non giudica, si mantiene come un attento osservatore che registra sulle tele gli aspetti della nostra società, una società certamente affollata di persone, ma profondamente vuota di individui, viene dimenticato, infatti, l'aspetto che distingue ogni soggetto dall'altro, si parla di folla condensata in un meccanismo ripetitivo di un male di vivere, senza aspirazioni, nè sogni.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram