Lucio Fontana scultore 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO DUCALE ​ Piazza Sordello 40 Mantova 46100

Mantova - dal 5 settembre 2007 al 6 gennaio 2008

Lucio Fontana scultore
[leggi la recensione]

Lucio Fontana scultore
[leggi la recensione]
Lucio Fontana, Concetto spaziale - il pane, 1950, buchi e graffito su terracotta colorata a freddo beige e nero, 30x42 cm, Milano, collezione privata
 [Vedi la foto originale]
PALAZZO DUCALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Sordello 40 (46100)
+39 0412411897 , +39 0376366274 (fax), +39 0376352100
museo@mantovaducale.it
www.mantovaducale.beniculturali.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il Castello di San Giorgio di Mantova si apre al contemporaneo
orario: da martedì a domenica 8.45 - 19.15. Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: Intero: € 8 - ridotto: € 6
vernissage: 5 settembre 2007. ore 12
editore: ELECTA
ufficio stampa: ELECTA
curatori: Filippo Trevisani
autori: Lucio Fontana
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il Castello di San Giorgio di Mantova si apre al contemporaneo. Dal 6 settembre 2007 al 6 gennaio 2008 ospiterà una mostra dedicata alle sculture di Lucio Fontana.

Il progetto espositivo che vuole introdurre l’arte moderna e contemporanea a Palazzo Ducale intende, dopo il grande successo delle mostre mantegnesche nel Castello di San Giorgio, sempre più dialogare con le attività culturali della città di Mantova: per questa ragione l’apertura della mostra coinciderà con quella del Festival Letteratura, durante il quale la mostra avrà un’apertura serale straordinaria fino alle 23.00.

La rassegna, curata da Filippo Trevisani, Soprintendente per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per le Province di Brescia, Cremona e Mantova, si avvale del comitato scientifico composto da Enrico Crispolti, critico e storico dell’arte contemporanea, e dalla Fondazione Lucio Fontana.

L’evento intende illustrare attraverso una ragguardevole esemplificazione di opere che dal corpus delle sculture vanno ai buchi ai tagli, premettendo a tutto ciò una cospicua sezione dedicata ai disegni, la peculiarità dell’arte di Lucio Fontana che sembra essere quella di significare una scrittura senza messaggio con la quale l’artista riesce ad impossessarsi delle avanguardie storiche per condurle al diapason di una espressione limpida, essenziale, mai prima apparsa, con ciò individuando, nella contemporaneità, il segreto dell’eterno presente.

Al pianterreno del Castello, i saloni si snodano fra la torre di nord-est, che contiene la Camera degli Sposi di Andrea Mantegna, e la torre nord-ovest; essi costituiscono l’appartamento monumentale di Federico II, figlio di Isabella d’Este, il committente di Tiziano. È in questo illustre contesto che verrà allestita la mostra, consapevoli che simile ambiente risulta essere utile al raggiungimento di quell’estraniamento spaziale che si addice alle opere di Lucio Fontana.

Il percorso espositivo introduce il visitatore di primo impatto a confrontarsi con la grafica dell’artista; propone a seguire monumentali sculture degli anni ‘30, le ceramiche degli anni ‘40, le sculture eseguite con le tessere musive prevalentemente nere ed oro, i buchi, i tagli, le nature e le ultime meravigliose creazioni. In un ampio salone che si apre negli straordinari sotterranei del Castello e che è situato sotto la Camera degli Sposi, sarà invece riproposto L’Ambiente spaziale a luce nera del 1949. Ad ogni ‘step’ della mostra si conferma con forza e nettezza il segno astratto dell’artista, anche in quelle opere che si possono definire figurative.

Electa pubblica il catalogo della mostra e, a corredo, i testi del Convegno Internazionale sulle proporzioni nelle arti tenutosi alla Triennale di Milano nel settembre 1951, importante simposio per il concorso di eccezionali personalità della cultura, fra cui Lucio Fontana, autore di un intervento intorno al “concetto spaziale e architettura moderna”.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram