Diego Perrone - La mamma di Boccioni in ambulanza e la fusione della campana 3082 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAMBO - MUSEO D'ARTE MODERNA DI BOLOGNA ​ Via Don Giovanni Minzoni 14 Bologna 40121

Bologna - dal primo dicembre 2007 al 3 febbraio 2008

Diego Perrone - La mamma di Boccioni in ambulanza e la fusione della campana
[leggi la recensione]

Diego Perrone - La mamma di Boccioni in ambulanza e la fusione della campana
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
MAMBO - MUSEO D'ARTE MODERNA DI BOLOGNA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Don Giovanni Minzoni 14 (40121)
+39 0516496611 , +39 0516496637 (fax)
info@mambo-bologna.org
www.mambo-bologna.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

la mostra di Diego Perrone si presenta come la ricerca e l’affermazione di una dimensione personale all'interno dello spazio pubblico del museo
orario: martedì - domenica dalle 10 alle 18
giovedì dalle 10 alle 22
lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 1 dicembre 2007. su invito
editore: SKIRA
curatori: Charlotte Laubard, Andrea Viliani
autori: Diego Perrone
note: coproduzione CAPC, Bordeaux - MAMbo, Bologna
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Concepita appositamente per la sala centrale del MAMbo, la mostra di Diego Perrone si presenta come la ricerca e l’affermazione di una dimensione personale all'interno dello spazio pubblico del museo. Una linea invisibile - contrassegnata dalla didascalica sequenza di tre opere poste su una rampa - attraversa ascensionalmente lo spazio espositivo: “Se io potessi fare una mostra nel museo senza nessun vincolo di gravità, forse sceglierei un punto nel vuoto. In questo caso ho tracciato una riga, in salita”. Prescindendo dall’architettura preesistente del museo questi “tre oggetti in fila e in salita” invitano il visitatore a ripensare la sua relazione con lo spazio del museo e suggeriscono la possibilità di rielaborare in modo autonomo forme e significati estetici. La scultura monumentale della Fusione della campana (2007) si presenta come la traduzione in termini fisici e spaziali del lungo processo della fusione di una campana. La video installazione Il primo papà gira in tondo con la sua ombra, la mamma piega il suo corpo cercando una forma, il secondo papà batte i pugni per terra (2006) mostra tre forme distinte nell’atto stesso di prendere forma davanti ai nostri occhi. La mamma di Boccioni in ambulanza (2007) è invece un oggetto privo di una forma unica e definita, in cui il volto della madre del pittore e scultore futurista Umberto Boccioni si sovrappone a un’immagine scaricata da Internet e rielaborata al computer che mostra una simulazione d’emergenza all’interno un’ambulanza. Dando vita a un materiale iconico e plastico ibrido, l’artista immagina un incrocio fra immagine e forma, da rimodellare assecondando le possibilità suggerite dall’immaginazione così come le incontrollabili potenzialità offerte dall’appropriazione delle tecnologie digitali e dai materiali industriali contemporanei.

Catalogo MAMbo-Skira: saggi di Luca Cerizza, Massimiliano Gioni e un’intervista fra Charlotte Laubard, Andrea Viliani e l’artista.

Diego Perrone (Asti, 1970) vive e lavora fra Milano e Berlino.

La mostra di Diego Perrone è co-prodotta con il CAPC, musée d’art contemporain de Bordeaux.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram