Un grattacielo per la Spina 3095 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO CIVICO D'ARTE ANTICA - PALAZZO MADAMA ​ Piazza Castello Torino 10124

Torino - dal 26 ottobre 2007 al 13 gennaio 2008

Un grattacielo per la Spina
[leggi la recensione]

Un grattacielo per la Spina
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
MUSEO CIVICO D'ARTE ANTICA - PALAZZO MADAMA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Castello (10124)
+39 0114433501
palazzomadama@fondazionetorinomusei.it
www.palazzomadamatorino.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra dedicata ai progetti ammessi alla selezione per la nuova sede torinese della banca Intesa San Paolo
vernissage: 26 ottobre 2007. su invito
editore: ALLEMANDI
curatori: Carlo Olmo
autori: Hiroshi Hara, Carlos Lamela, Daniel Liebeskind, MVRDV, Dominique Perrault, Renzo Piano
genere: architettura, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Torino, 1° ottobre 2007 – Dal 27 ottobre 2007 al 13 gennaio 2008, presso la Sala del Senato di Palazzo Madama a Torino, Intesa Sanpaolo presenterà la mostra dedicata ai progetti ammessi alla selezione per la nuova sede torinese della banca.


I sei progetti sono quelli presentati da altrettanti studi di architettura di livello internazionale: oltre a quello, risultato poi vincitore, di Renzo Piano, saranno esposti quelli realizzati da Hiroshi Hara di Tokyo, Carlos Lamela di Madrid, Daniel Liebeskind di New York, dallo studio Mvrdv di Rotterdam e Dominique Perrault di Parigi.


Lo scopo della consultazione internazionale era quello di realizzare un'opera le cui caratteristiche rappresentassero un alto e significativo contributo culturale allo sviluppo della città. Illustrando le diverse soluzioni progettuali proposte dai sei studi, la mostra assume una straordinaria valenza in materia di architettura e ingegneria, ma offre anche un interessante spaccato sui mutamenti di cui è protagonista la città.


Il curatore scientifico della mostra, realizzata da Intesa Sanpaolo in collaborazione con la Fondazione Torino Musei e la Città di Torino, è il prof. Carlo Olmo, Preside della 1° Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram