ArteFuoriLuogo 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
21/11/2018
Supreme ha lanciato una nuova capsule collection ispirata ad Aphex Twin
21/11/2018
Ritrovato, dopo due anni, "L'Angelo Maledetto" di Basquiat
21/11/2018
Nel 2019 Bon Iver tornerà in Italia per un'unica data
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VIA DE ROSSI ​ Via De Rossi Bari 70122

Bari - dal 12 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008

ArteFuoriLuogo

ArteFuoriLuogo

 [Vedi la foto originale]
VIA DE ROSSI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via De Rossi (70122)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Gli artisti invadono la strada, un luogo fuori-luogo, e la trasformano in una grande galleria d’arte contemporanea sotto il cielo e le vetrine dei negozi diventano le vetrine delle opere
biglietti: free admittance
vernissage: 12 dicembre 2007.
curatori: Vittorio Palumbo
autori: Stefani Benini & Jil Objets Momiji, Rino Binetti, Atelier Casa d’Arte, Luca Cascella, Nicola Cipriani, Angela Consoli, Nicola De Marinis, Luigi De Palma, Carlo Dicillo, Pierluigi Ferrandini, Tonio Giordano, Incredix, Roger Koropara, Alessandra Lama, Antonio Lillo, Pino Maiorano, Andrea Mori, NSSN, Bernardo Palazzo, Vittorio Palumbo, Pando, Martino Pinto, Annarita Scivittaro, Carlotta Serantoni
telefono evento: +39 3334619469
genere: performance - happening, giovane arte

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Gli artisti invadono la strada, un luogo fuori-luogo, e la trasformano in una grande galleria d’arte contemporanea sotto il cielo e le vetrine dei negozi diventano le vetrine delle opere.
200 alberi vengono inartati per realizzare una macro installazione di vittorio palumbo e la strada stessa ospita artisti e creativi che creeranno le loro opere in estemporanea all’aperto.
E’ un progetto sperimentale, un laboratorio sulla città, sul desiderio e sul sogno di questa città e di tutte le città del sud, di uscire dalla invisibilità e ricostruirsi partendo dal desiderio stesso.Il collettivo degli artisti si è ispirato così alle città invisibili di Calvino e ha reinterpretato la città rilanciando il desiderio e avvicinando il sogno alla realtà.

**
Incredix (Locorotondo)
Pino Giacovelli, in arte incredix….pietra, vetro, nylon, alluminio dei contenitori di caffè, tappi fino ad arrivare alla resina, passione fulminante!Inizia così un percorso di autoproduzione di sculture di luce e poesia utilizzando la resina colorata.
Annarita Scivittaro (Bari)
La curiosità per l’universo dei materiali manipolabili e per gli oggetti rivenienti dall’uso quotidiano. Il piacere di inventare per raccontare improbabili fantasticherie che rimangano agganciate ai sensi e al cuore.
Ha collaborato attivamente con Palumbo alla realizzazione del Progetto ArteFuoriLuogo ideando il logo della manifestazione.

Carlo Dicillo (Triggiano)

Artista Triggianese ironico e creativo che trasforma semplici oggetti in creature imprevedibili che subiscono metamorfosi.Zucche che diventano fenicotteri, pezzi di legno in aquile e ghepardi, vecchi scarponi in malconci ronzini.

Pierluigi Ferrandini (Bari)

Regista , autore del corto “Via dell’arte” che sarà proiettato in una vetrina di Via De Rossi

Pando (Bari)

Installazioni luminose, artista del riuso

NSSN (Rutigliano)

Memorie fantascientifiche, cartoni sguscianti fatti solidi tridimensionali... Gli anni 60, l'HiPhOp, il designe viscerale pre-ergonomico-massificatore, le visioni socio-apocalittiche di KEN, quelle “volemose bene in TOKIO” di DORAEMON...Il GIOCO...nella sua dimensione più costante...

Questo il filo_conduttore ( non certo l'unico) arcobalenico e viscerale che porta agli oggetti-lampada dei NSSN. Oggetti tattili, sopra di tutto, dove il toccare, il sentire il “materiale” è necessario, fondamentale.

Martino Pinto, (Bari) e De Palma Luigi (Bari)
Installazioni di arte contemporanea

Vittorio Palumbo (Bari)
Coordinatore e ideatore del progetto “ArteFuoriLuogo”, ha la malattia dell’arte e si dedica alla progettazione e realizzazione di progetti culturali legati all’arte. Collabora in india e in marocco con creativi e artigiani alla progettazione e realizzazione di installazioni luminose e design di interni.
“Per avvicinarsi alla bellezza-che a tutti appartiene-bisogna aprire un varco nel muro della quotidianità e attraverso questo varco infilarsi nel mondo parallelo del desiderio e dell’immaginazione” Nascono così installazioni e kermesse poetiche che attraverso lo stupore e la meraviglia proiettano lo spettatore nel mondo parallelo dell’arte, dell’immaginazione e della poesia in cui tutto è possibile. Autore, in collaborazione con Incredix e Momiji, l’installazione sugli alberi di via De Rossi “Pensieri in doppia fila”.

Nicola De Marinis ( Rutigliano - Bari)

Una Puglia in festa luminosa di profumi e di colori .Una Puglia tonda, burlona, irriverente, che tanto assomiglia all’artista che cosi lo rappresenta.

Opere policrome in terra cotta, la Puglia disegnata sui salvadanai e luminose tele acriliche

Angela Consoli (Locorotondo - Bari)

Vecchie porte …..ritratti inconsueti di un’amica, di se stessa, di un’identità collettiva.

Andrea Mori (Bari)
Presidente della coop.Progetto città di bari. I molteplici interessi nel campo della comunicazione, dell’arte e del gioco lo hanno portato a occuparsi professionalmente da trent’anni a questa parte di vari ambiti espressivi: musicali, teatrali, artistici, culturali, editoriali sia in italia che all’estero.

Carlotta Serantoni (Roma)
Poetessa….Attraverso la condivisione –nella speranza che a tutti la bellezza appartiene- nascono immagini legate a simbolici passaggi interiori che, consumando respiri e mani tese, confluiscono in versi

Stefani Benini e Jil Objets (Ferrara)

Arte, poesia e colore per una ricerca di nuovi materiali ed emozioni fino ad arrivare ei collage in stoffa e pelle per realizzare oggetti d’arte e d’arredo.
Associazione cultura Giapponese “ Momiji”(Bari)
Il giapponese è una lingua affascinante ed è anche un’importante chiave d’ingresso alla comprensione della vita quotidiana. Questo gruppo è coinvolto nell’installazione di Palumbo degli alberi.

Alessandra Lama (Santo Spirito-Bari)

Attraverso delle camicie annodate, sospese ad una corda legata al soffitto si simboleggia quel che resta di un tentativo di fuga da parte di immigrati. La camicia legata è un simulacro, una sindone, quel che rimane di chi l’indossava nella via di fuga.Sospesa, fragile, vulnerabile come la possibilità di conquistare la dignità di una vita da uomini liberi.
Maria Cascella G.e.t. (Bari)
Accademia del cinema ragazzi (Enziteto)

Antonio Lillo (Locorotondo)
Scrittore e poeta

Luca Cascella (Bari)

Fiorista e progettista del verde trasforma in materiali in cui si imbatte per lavoro(legno e metallo), in installazioni musiche e pensiero.

Rino Binetti - Acidi Colori ( Bari)
Fotografo

Atelier Casad’Arte (Bari)
Progettazione e realizzazione di costumi per lo spettacolo, scenografie e attrezzeria teatrale
Organizzazione e allestimento di cortei storici ed eventi culturali

Tonio Giordano (Rutigliano)
Bioarchitetto con la passione dell’arte, del design e dei materiali
Pino Maiorano (Bari)
Fotografo

Nicola Cipriani (Bari)

Fotografo

Bernardo Palazzo (Cisternino)
Installazioni luminose

Roger Koropara (Africa)
Pittore e scultore della Repubblica di Guinea da molti anni ormai in Puglia, vive e crea le sue opere in un trullo a Locorotondo.


 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram