Sconfinamenti. Dalla buona pittura alla video art 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/01/2019
L’Urlo di Munch in bianco e nero, arriva a Londra
18/01/2019
Daniel Pennac non è gradito a Empoli: polemica per l'invito dello scrittore francese che difese Cesare Battisti
18/01/2019
Le opere di Christoforos Savva tornano alla Biennale di Venezia, per il Padiglione di Cipro
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva CASTEL SANT'ANGELO ​ Lungotevere Castello 50 Roma 00193

Roma - dall'otto febbraio al 20 aprile 2008

Sconfinamenti. Dalla buona pittura alla video art

Sconfinamenti. Dalla buona pittura alla video art
CASTEL SANT'ANGELO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Lungotevere Castello 50 (00193)
+39 066819111
www.castelsantangelo.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra propone un’operazione culturalmente nuova mirante a mettere a confronto per trovarne le similitudini e le differenze l’identità culturale ed artistica dei Paesi del Mediterraneo e del Baltico senza entrare nella retorica della contrapposizione tra Paesi ricchi e Paesi poveri
orario: i giorni 10 – 20. Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero 7,00 €
vernissage: 8 febbraio 2008. ore 18.30
catalogo: Studio Mic
ufficio stampa: Antonella Stancati, Anna Valerio
tel. 06 6999 4219 - 06 6999 4218 fax: 06 699 40275
e-mail: artirm.uffstampa@arti.beniculturali.it
curatori: Sergio Rossi
autori: Cristiano Alviti, Patrizio Alviti, Ray Barkus, Ennio Calabria, Bruno Canova, Andrea Cardia, Aiste Gabriele Cerniuté, Giuliano Collina, Antonio Corpora, Tatiana Ferahian, Marco Fioramanti, Antonio B. Fraddosio, Alessandra Giovannini, Audrius Grazys, Renato Guttuso, Petri Hytonen, Vytens Jankunas, Lauri Laine, Irma Lescinkaitè, Trento Longaretti, Vilmantas Marcinkevicius, Heikki Marila, Ennio Morlotti, Jukka Pekka Jalovara, Tamara Piilola, Elettra Porfiri, Salvatore Pulvirenti, Birgit Ravnkilde, Laisvyde Salciuté, Sandro Sanna, Lolita Timofeeva, Sarkis Tossoonian, Ernesto Treccani
patrocini: AMBASCIATA DI FINLANDIA IN ITALIA
AMBASCIATA DI LITUANIA IN ITALIA
AMBASCIATA LETTONIA IN ITALIA
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI
SOPRINTENDENZA SPECIALE PER IL POLO MUSEALE ROMANO
REGIONE LAZIO
PROVINCIA DI ROMA
COMUNE DI ROMA
telefono evento: +39 066795564
genere: arte contemporanea, collettiva
email: info@meetinart.org

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
L’8 Febbraio 2008 alle ore 18.30 aprirà al pubblico presso il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, la mostra Sconfinamenti. Dalla buona pittura alla video art. Organizzata dalla MIA (Meet In Art) in collaborazione con l’Università di Roma “La Sapienza”, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e contemporanea e il Museo Nazionale di Arte Lettone a Riga, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Romano, con la Società Dante Alighieri e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con il patrocinio dell’Ambasciata di Finlandia in Italia, dell’Ambasciata di Lettonia in Italia, l’Ambasciata di Lituania in Italia, e della Regione Lazio, della Provincia di Roma e del Comune di Roma, la mostra prosegue ed amplifica l’esperimento dello scorso anno che ha messo a confronto la realtà artistica italiana e finlandese, allargando il raffronto anche ad Algeria, Lettonia, Lituania, Marocco.


In vista del successo in termini di visibilità, di partecipazione del pubblico e di validità culturale ottenuto dalla 1° edizione del filone Baltico-Mediterraneo (Baltico-Mediterraneo: Italia e Finlandia a confronto) la mostra propone un’operazione culturalmente nuova mirante a mettere a confronto, per trovarne similitudini e differenze, l’identità culturale ed artistica dei Paesi del Mediterraneo e del Baltico senza entrare nella retorica della contrapposizione tra Paesi ricchi e Paesi poveri. A nessuno sfugge che i mari del Mediterraneo e del Baltico siano stati due autentiche culle di civiltà sia pure in epoche e con modalità differenti che in questo progetto vengono esaltati nell’ottica dell’incontro. L’esposizione è articolata in 4 sezioni e segna un percorso storico e culturalmente identitario che dai grandi maestri dell’arte moderna arriva ai giovani artisti della video-art. Lo scopo è sempre il confronto attraverso l’incontro temporale e stilistico tra autori, opere e identità culturali differenti.


“La mostra, che qui si presenta: Sconfinamenti. Dalla “buona pittura” alla video-art, intende per l’appunto proseguire nel dialogo tra esperienze e culture artistiche differenti, già sperimentato con successo con l’esposizione dello scorso anno. Ma si estenderà questa volta lo sguardo, oltre che a Finlandia e Italia, anche ad altri paesi dell’area baltica e mediterranea quali la Lettonia, la Lituania, l’Algeria, il Marocco, concentrandosi poi sul tema attualissimo delle migrazioni culturali ed evidenziando la funzione dell’arte come superamento di confini, ponte verso l’infinito.

Quella che intendiamo proporre è dunque un’operazione culturalmente nuova, che sfugga alla generica retorica della collaborazione tra paesi ricchi e paesi poveri, cui troppo spesso si ricorre in simili iniziative ed in cui finalmente venga invece riconosciuta pari dignità a tutti i soggetti coinvolti.” Sergio Rossi


Tra gli artisti finlandesi presenti si menzionano: Lauri Laine, Antero Kahila, Kuuti Lavonen, Hannu Palosuo, Tamara Piilola, Petri Hytonen, Marika Kaarna, Heikki Marila, Tuomo Rosenlund, Harri Syrjanen, Janna Syvanoja, Jaakko Vasko, Irina Schuvaloff


Tra gli artisti lituani presenti si menzionano: Vilmantas Markincevicius, Vitautas Tomasevicius, Audrius Grazys, Alexsandras Vozbinas, Linas Landzbergis


Per la Lettonia, si segnalano gli artisti del Museo Nazionale d’Arte Lettone, che per la prima volta vengono ospitati in Italia: Romāns Suta, Jānis Liepiņš, Eduards Kalniņš, Jānis Tīdemanis, Boriss Bērziņš, Jānis Pauļuks, Ģirts Muižnieks, Andris Vītoliņš.


Tra gli artisti marocchini si menzionano: Souail Ben Azzouz, Khalil El Ghrib


L’artista algerino presente è Ali Kichou


Tra gli artisti italiani si menzionano: Pasquarosa Bertoletti Marcelli, Giuseppe Capogrossi, Aldo Carpi, Antonio Donghi, Franco Gentilini, Giovanni Guerrini, Renato Guttuso, Trento Longaretti, Mino Maccari, Mario Mafai, Ennio Morlotti, Giovanni Omiccioli, Fausto Pirandello, Enrico Prampolini, Orfeo Tamburi, Tato, Francesco Trombadori, Afro, Alessandro Bazan, Bruno Canova, Andrea Cardia, Giuliano Collina, Vincenzo De Moro, Alessandra Giovannoni, Giuseppe La Leggia, Ernesto Lamagna, Federico Lombardo, Francesco Messina, Elettra Porfiri, Patrizio Alviti, Cristiano Alviti, Marco Fioramanti, Claudio Franchi, Antonio B. Fraddosio, Sandro Sanna, Paola Romano, Fernando Leal Audirac, Tito Livio Negri, Wainer Vaccari


Tra gli artisti della sezione dedicata alla video art, si menzionano: Rebecca Agnes, Tobias Anderson, Luca Attillii, Andrea Biavati, Helen Broms Sandberg, Jukka Hautamaki,

Fabio Massimo Iaquone, Petri Kaverma, Bruno Antonio Menei Hurtado, Randi Nygaard, Fabio Scacchioli, Flavio Sciole’


Ideazione e curatela scientifica: Sergio Rossi


Comitato scientifico: Claudio Strinati (Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Romano, Presidente), Giovanna Bonasegale (direttrice Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma); Aistè Paulina Virbickaitè, Aija Braslina, Sergio Rossi (Università di Roma La Sapienza), Massimo Scaringella (Ministero degli Affari Esteri), Emanuela Settimi (Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Romano), Cristina Zadro (curatrice IV sezione sulla video-art).

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram