David Reimondo - BodyAbstract 3072 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/03/2019
Un nuovo investitore per Wopart. Alberto Rusconi punta sulla fiera di Lugano
22/03/2019
Il Design Museum di Londra dedica una grande mostra a Stanley Kubrick
22/03/2019
André Aciman ha annunciato che presto uscirà il romanzo sequel di Call me by your name
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA GLAUCO CAVACIUTI ​ Via Vincenzo Monti 28 Milano 20123

Milano - dal 13 marzo al 13 aprile 2008

David Reimondo - BodyAbstract
[leggi la recensione]

David Reimondo - BodyAbstract
[leggi la recensione]

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA GLAUCO CAVACIUTI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Vincenzo Monti 28 (20123)
+39 0245491682
info@glaucocavaciuti.com
www.glaucocavaciuti.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Tecnicamente, i lavori di Reimondo nascono dalle sfumature di colore che il pane bruciato può assumere. Coprendo alcune parti delle fette, l’artista lascia abbrustolire i contorni che vuole mettere in luce componendo figure e forme
orario: lunedì 15 -19.30, da martedì a sabato 10 - 13 e 14 - 19.30, domenica chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 13 marzo 2008.
ufficio stampa: ANNA ORSI
autori: David Reimondo
telefono evento: +39 3356783927
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Immagini dense e precise, incapsulate nella trasparenza della resina, svelano poco a poco il segreto della loro origine. È pane, il supporto che le regge. È un nero bruciato che consente il colore. Sulle fette di toast prende letteralmente corpo l’immaginario dell’artista: figure umane di esattezza serigrafica, estensioni corporali come tastiere di computer, vivibilità dello spazio quasi infinito di un grande planisfero.


Tecnicamente, i lavori di Reimondo nascono dalle sfumature di colore che il pane bruciato può assumere. Coprendo alcune parti delle fette, l’artista lascia abbrustolire i contorni che vuole mettere in luce componendo figure e forme perfettamente leggibili.


Sono di pane anche le sculture che abiteranno lo spazio della galleria durante la mostra BodyAbstract, figure lasciate emergere dalla manipolazione d’acqua e farina. L’inevitabile deterioramento cui il materiale sarebbe condannato, viene esorcizzato grazie all’uso della resina: superficie lucida e solida, dura eppure legata a un’immagine di fluidità.


Sospesi e incapsulati, i pani di Reimondo sopravvivono con le loro immagini.


Il corpo, inteso come vita pulsante, carne, è il riferimento primario della ricerca di David Reimondo, che compone i titoli dei suoi progetti su una radice invariabile: BODY.

Dietro, in un gioco di parte-per-il-tutto, si nasconde il protagonista assoluto: l’Uomo, analizzato attraverso i propri sensi che l’artista ha intenzione di individuare e scomporre poco a poco.

Sono così nati cicli differenti di lavori, parte integrante di un progetto unitario, dove le componenti antropologiche hanno trovato una messa in scena sempre specifica.

Inizialmente Reimondo ha concentrato la ricerca sull’impalpabile, e sulla dimensione carnale dell’uomo dando vita alla serie “BodySoul” e “BodyBread” per poi soffermarsi su una visione più proiettata verso il cosmo con il ciclo di opere intitolato “BodySpac”e.


BodyAstract invece conduce l’umano attraverso l’analisi delle proprie emozioni, in una tensione continua tra l’aspetto più intimo dell’individuo e l’aspetto artificiale della sua esistenza.


Sono inediti i lavori che Glauco Cavaciuti Arte presenta in questa personale di David Reimondo.
Al pane, elemento nutritivo tra i più antichi e deputato all’evocazione di sensi spirituali oltre che terreni, è affidato il compito di incarnare il fil rouge dell’insieme.



La mostra è realizzata con la collaborazione di FABBRICA EOS, Milano








david reimondio

David Reimondo è nato a Genova nel 1972. Dopo aver vissuto a Londra, vive e lavora a Milano.




Curruculum


Mostre personali

2007 - BodySpace, Ermanno Tedeschi Gallery, Torino; Bodybread, Fabbrica Eos, Milano

2006 - Bodycell, Gallery Aus 18, Milano

2005 - Bodybread, Sausage Factory, Londra

2004 - Pulse, Joyce&Co. Gallery, Genova

2003 - 9th Cairo Biennale, Egitto

2002 - Un po`di tutto, Venti Ascensionali, Orvieto; 2eme Biennale Mediterraneenne des Arts de Tunis
2001 - Close To Ready, Galleria Marte, Carate (MI)

2000 - Anime, Parete Baratti, Milano

1999 - Souls, Il Pozzo Cocktail Bar, Genova


Mostre collettive

2006 - Allarmi 2, Il Cambio della Guardia, Como

2005 - Galleria Aus 18, Caro Babbo Natale, Milano; Galleria Aus 18, Figure urbane, Milano; Freshair, The Quenington Sculpture Show, Gloucestershire, UK

2004 - Margate Rocks, Thanet Contemporary Art Festival, Margate, UK; Visual Art Bath Fringe Festival, Bath, UK

2003 - Atkinson Gallery, Sixteenth Summer Show, Millfield, Somerset, UK; Freshair, The Quenington Sculpture Show, Gloucestershire – UK; Corpi Liberi, Antico Palazzo della Pretura, Castell’Arquato – Piacenza

2002 - Il corpo e lo sguardo, Young Museum Of Art, Revere – Mantova; Diesel House Studios, London; Galleria I 4 Gatti, Reggio Emilia;
2001 - III Biennale De Fabula, Genova; Galleria La Giarina, Verona

2000 - Energy Waves, Galleria D’Ars, Milano; 1999 - Colosseum Project, The House Of Detention, Londra.



 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram