Avventure dello sguardo 3080 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci vince l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
13/12/2018
Milano da bere? No, “Milano da Vinci”. Apre il concorso dedicato alla città di Leonardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva EX CHIESA ANGLICANA ​ Via Adelasia 10 Alassio 17021

Alassio (SV) - dal 7 marzo al 20 aprile 2008

Avventure dello sguardo

Avventure dello sguardo
EX CHIESA ANGLICANA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Adelasia 10 (17021)
Dietro Stazione Ferroviaria
+39 0182648078
chiesaanglicana@gmail.com
www.comune.alassio.sv.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Collettiva dedicata a sondare il panorama variegato delle nuove ricerche visive al femminile. La mostra espone i recenti lavori di sette giovani protagoniste della ricerca artistica italiana
orario: da giovedì a domenica dalle ore 15 alle 19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 7 marzo 2008. ore 18
autori: Karin Andersen, Milena Barberis, Eleonora Chiesa, Vania Comoretti, Isabella Galloni, Barbara Mezzaro, Beatrice Pediconi
patrocini: Assessorato alla Cultura del Comune di Alassio
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
S’inaugura venerdì 7 marzo 2008, a partire dalle ore 18 presso la ex Chiesa Anglicana di Alassio, “Avventure dello sguardo”, la nuova mostra d’arte collettiva dedicata a sondare il panorama variegato delle nuove ricerche visive al femminile. La mostra espone i recenti lavori di sette giovani protagoniste della ricerca artistica italiana: Karin Andersen, Milena Barberis, Eleonora Chiesa, Vania Comoretti, Isabella Galloni, Barbara Mezzaro, Beatrice Pediconi.
La mostra è patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alassio, sponsorizzata dal Zonta Club e a cura del critico d’arte Nicola Davide Angerame. Resterà aperta fino a domenica 20 aprile 2008, osservando l’orario di apertura da giovedì a domenica dalle ore 15 alle 19, con ingresso libero. Legati alla mostra tre eventi collaterali, un concerto e due presentazioni librarie, finalizzati ad alimentare una riflessione su alcuni temi legati al ruolo della donna nella cutura e nella società.

Il lavoro di video performance realizzato da Eleonora Chiesa, Carillon, che “apre” la mostra nella posizione dominante dell’abside. Sul maxischermo vediamo un “angelo caduto”, interpretato dalla stessa artista sulla scena immobile di un teatro, costretto dentro lacci che lacerano la pelle e slogano le ossa. Il senso della sofferenza s’intreccia alla metafora della ricerca interiore e creativa in un’identificazione tra l’angelo e l’artista. Anche la minuziosa tecnica pittorica elaborata da Vania Comoretti per rivestire i suoi ritratti fotografici iperrealisti di gionani donne e uomini, pare rivolta a ricomporre, su quella scena delle passioni che è il volto, la tensione drammatica che si gioca tra singolo ed esitenza, tra sguardo e mondo, tra interiorità e fisionomia. Evadendo le regole del realismo, Karin Andersen invece, usa la fotografia come scena teatrale dove ospitare i suoi mutanti: una specie aliena o post-umana che avventurosamente vive tra noi invisibile e fragile. Guardando ad un modello umano più rivolto alla tradizione, la fotografia digitale di Milena Barberis tratteggia un modello femminile dai toni rimascimentali, dove però la compostezza formale incontra l’inquietudine moderna espressa nell’uso nervoso del mouse e nei colori acidi dello schermo. Tuttaltra ricerca porta avanti Beatrice Pediconi, con una fotografia che sonda le possibilità intrinseche alla materia, quando diversi elementi s’incontrano: una fotografia sperimentale astratta che registra la vita e il dinamismo di un mondo solo apparentemente inerte. Assorto come un miraggio, è il mondo ritratto da Barbaro Mezzaro, che supera l’oggettività della fotografia d’architettura, immergendola nelle profondità di una suggestione interiore attraverso una sperimentazione che predilige l’artigianalità e l’uso dei materiali. Anche le Polaroid trattate di Isabella Galloni rispondono a una visione altamente suggestionata, onirica, dove frammenti di corpi e di volti s’intersecano dentro barbagli di luci che ne dissolvono la consistenza fino a renderli una proiezione dell’Io d’artista. Queste proposte rappresentano oggi alcune delle vie praticate dalla ricerca artistica, alcune avventure dello sguardo contemporaneo, in cui temi attuali, come quello della città, dell’identità o del corpo, trovano un riscontro concreto, immagini che non concludono un discorso ma lo aprono alla ricchezza di contributi e di possibilità che solo un viaggio di conoscenza condiviso, come è ogni vera avventura, può garantire

Eventi collaterali
Un evento preinaugurale si svolgerà il 6 marzo 2008, alle ore 21,15 presso Biblioteca Civica di Alassio, cone la presentazione del libro di Cristina De Stefano "Americane avventurose" (Ed. Adelphi). La scrittrice propone venti ritratti di donne che hanno segnato il XX secolo americano: vite segnate dal dolore a dalla lotta, ma anche dalla grazia e dal carattere. L’autrice ricostruisce le vite turbolente dell'attrice nera Dorothy Dandridge e la poetessa Hilda Doolittle, primo amore di Ezra Pound; la leader del movimento per il controllo delle nascite Margaret Sanger e Dorothy Parker; Slim Keith, che inventò un certo tipo di eleganza, e Lee Miller, che fu modella e poi fotografa; e ancora Amelia Earhart, donna pilota, incarnazione perfetta dell'eroina americana, e Anne Sexton, poetessa, e Kay Swift, musa e collaboratrice di George Gershwin; infine, Mae West. Durante la mostra, domenica 23 marzo 2008, alle ore 21,15, presso la ex chiesa Anglicana, la pianista Eleonora Mantovani e l’attore Federico Oniscodi, presentano un “Concerto per Pianoforte e voce recitante”, un viaggio tra musica e poesia totalmente al femminile, una rassegna di compositrici e poetesse più e meno celebri degli ultimi due secoli. “È interessante poter eseguire ed ascoltare – dichiara la pianista Eleonora Mantovani – alcuni brani per pianoforte di compositrici, che dimostrano un talento non inferiore ai colleghi maschi ma che pure sono poco eseguite quando non dimenticate. Il nostro lavoro di ricerca ha dato esiti sorprendenti che verranno illustrati durante il concerto”. Il 19 aprile 2008, alle ore 21,15 presso la ex chiesa Anglicana, Maria Barresi presentarà il suo libro "Non dire niente" (ed. Solfanelli). Tratto da una storia vera, il primo romanzo della giovane giornalista di origini calabresi (già vincitrice del premio Ilaria Alpi) affronta il tema scottante della violenza familiare, descritto dal punto di vista della giovane Nicla, che con un atto di coraggio spezza le regole dell’omertà e denuncia il padre padrone responsabile degli abusi.
“Questa mostra – dichiara l’Assessore alla Cultura di Alassio, Monica Zioni – offre l’occasione per riflettere sul contributo fondamentale apportato dallo sguardo femminile al mondo della cultura e ospita eventi che esprimono il medesimo sentire anche dentro il mondo della musica, della letteratura e della storia. Per sottolineare un ruolo, quello delle artiste e delle intellettuali, che fortunatamente non c’è più bisogno di rivendicare, ma promuovere e sostenere.”

“Ancora una volta la ex chiesa Anglicana – dichiara il critico e curatore della mostra Nicola Davide Angerame – diviene il centro di una serie collegata di eventi che trovano il loro comun denominatore nella riflessione del ruolo della donna nella cultura. Nel suo film, “L’avventura”, Michelangelo Antonioni affrontava il concetto dell’insondabile con nuove regole linguistiche ed un approccio del tutto nuovo per il cinema. La mostra s’ispira a questo modo d’intendere l’avventura, ossia come un viaggio interiore, che può anche avere i connotati classici della sfida con il mondo esterno, ma resta innanzitutto una indagine di sè che non si conclude mai”.

per contattare il curatore: chiesaanglicana@libero.it 320 43 40 446
per interviste all’Assessore alla Cultura dott.ssa Monica Zioni 335 57 34 521

AVVENTURE DELLO SGUARDO 7 marzo – 20 aprile 2008 inaugurazione 7 marzo 2008 ore 18 – segue rinfresco Karin Andersen, Milena Barberis, Eleonora Chiesa, Vania Comoretti, Isabella Galloni, Barbara Mezzaro, Beatrice Pediconi. Mostra a cura di Nicola Davide Angerame
Evento preinaugurale 6 marzo 2008, ore 21,15 Presentazione del libro di Cristina De Stefano "Americane avventurose" n.b. presso Biblioteca Civica di Alassio (unico evento fuori sede)
domenica 23 marzo 2008, ore 21,15 Concerto per Pianoforte e voce recitante Eleonora Mantovani e Federico Oniscodi 19 aprile 2008, ore 21,15 Presentazione del libro di Maria Barresi "Non dire niente" Ingresso libero Ex chiesa Anglicana Via Adelasia 10 Alassio SV
(zona Stazione Ferroviaria) Orario di apertura mostra: da giovedì a domenica dalle ore 15 alle 19 Si ringraziano Galleria Guidi&Schoen arte contemporanea di Genova e Galleria Photo&Conptemporary di Torino.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram