Il Novecento. Arte dell’oggi e dell’appena ieri 3091 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/03/2019
Una nuova identità per l'ex Manifattura Tabacchi di Cagliari. 5mila euro al vincitore
23/03/2019
Un nuovo investitore per Wopart. Alberto Rusconi punta sulla fiera di Lugano
22/03/2019
Il Design Museum di Londra dedica una grande mostra a Stanley Kubrick
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI ORVIETO - PALAZZO COELLI ​ Piazza Febei 3 Orvieto 05018

Orvieto (TR) - dal 19 aprile al 20 luglio 2008

Il Novecento. Arte dell’oggi e dell’appena ieri
[leggi la recensione]

Il Novecento. Arte dell’oggi e dell’appena ieri
[leggi la recensione]
Sandro Chia
 [Vedi la foto originale]
FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI ORVIETO - PALAZZO COELLI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Febei 3 (05018)
+39 0763393835 , +39 0763395190 (fax)
segreteria@fondazione.cariorvieto.it
www.fondazione.cariorvieto.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra presenta una selezione di circa 60 dipinti che costituiscono il nucleo più significativo delle collezioni delle due prestigiose fondazioni veronesi
orario: 10.00/18.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: intero € 4,00
ridotto € 3,00 per gruppi, maggiori di 65 anni e convenzioni
ridotto € 1,00 per scuole e minori 18 anni
vernissage: 19 aprile 2008.
catalogo: in galleria.
ufficio stampa: CIVITA GROUP
curatori: Sergio Marinelli
autori: Arman Arman, Giacomo Balla, Afro Basaldella, Ettore Beraldini, Renato Birolli, Umberto Boccioni, Massimo Campigli, Felice Casorati, Mario Ceroli, Sandro Chia, Carlo Dalla Zorza, Francesco Danieli, Vincenzo De Stefani, Cagnaccio di San Pietro, Antonio Donghi, Pietro Dorazio, Lucio Fontana, Renato Guttuso, Osvaldo Licini, Cesare Maggi, Augusto Manzini, Giovanni Battista Meloni, Francesco Menzio, Umberto Moggioli, Giorgio Morandi, Zoran Music, Renato Paresce, Tancredi Parmeggiani, Orazio Pigato, Rubens Santoro, Alfredo Savini, Alberto Savinio, Mario Schifano, Fioravante Seibezzi, Pio Semeghini, Gino Severini, Emilio Tadini, Aurelio Tiratelli, Guido Trentini, Enrico Trois, Emilio Vedova
patrocini: Comune di Orvieto
genere: arte contemporanea, collettiva
web: www.fondazionedomus.org/e_Orvieto/introd.html

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
“Arte dell’oggi e dell’appena ieri IL NOVECENTO nelle collezioni delle Fondazioni Cariverona e Domus” presenta una selezione di circa 60 dipinti che costituiscono il nucleo più significativo delle collezioni delle due prestigiose fondazioni veronesi. La mostra sarà aperta al pubblico dal 19 aprile al 20 luglio 2008 a Palazzo Coelli, sede storica della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, nel cuore della bellissima città umbra, a due passi dal Duomo.

Sono rappresentati, tra gli altri, con opere importanti e con alcuni veri capolavori: Balla, Boccioni, Casorati, Savinio, Cagnaccio di San Pietro, Severini, Campigli, Morandi, Licini, Birolli, Fontana, Guttuso, Schifano, Afro, Dorazio, Tancredi, Vedova, Arman, Tadini, Ceroli, Chia.
La mostra consentirà così di ripercorrere le vicende artistiche in Italia dalla fine dell’Ottocento fino agli inizi dei recenti anni Novanta. Oltre a grandi “classici” dell’arte, come il Boccioni divisionista o il giovane Balla figurativo, la rassegna comprende dei piccoli tesori nascosti. Ad esempio le bagnanti di Morandi è un’opera di una poesia altissima, diversa e per nulla scontata rispetto a quasi tutta la produzione del pittore bolognese.
Il binomio tra arte e Fondazioni di origine bancaria è un connubio che diventa sempre più centrale nella politica culturale del paese. Ormai molte delle più grandi iniziative museali ed espositive si devono proprio alle fondazioni che, con il loro impegno, hanno contribuito anche a salvare dalla dispersione opere d’arte importanti per un territorio o per un città.
In questa direzione si è orientata anche la politica di acquisti della Fondazione Cariverona. La creazione di un soggetto dedicato, la Fondazione Domus per l’arte moderna e contemporanea, è il segno concreto della volontà di valorizzare l’arte e di accrescere la collezione della Fondazione stessa, solo in minima parte derivante dalla Cassa di Risparmio.
Con gli acquisti di dipinti e sculture dell’ultimo secolo le Fondazioni Cariverona e Domus hanno così creato una delle collezioni d’arte del Novecento italiano più importanti del Paese.

È quanto mai opportuno quindi farla conoscere, anche attraverso mostre temporanee e non limitarsi alla sua conservazione. In questa prospettiva è nata una felice collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto che potrà così offrire al grande pubblico una ulteriore occasione di visita.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto destinerà tutti i proventi della mostra, ingressi e vendita del catalogo, a sostenere una iniziativa filantropica e precisamente il recupero della residenza protetta per anziani dell’Istituto Piccolomini-Febei in località San Giorgio ad Orvieto.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram