Franco Frassoni - A vele spiegate 3075 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/07/2019
Per il compleanno di Frida Kahlo, regalati la sua nuova collezione beauty
17/07/2019
Nuova vita per il World Trade Center, che riparte con un Centro d’Arti Performative
16/07/2019
Riaperte al pubblico due delle piramidi più antiche d’Egitto
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ASSOCIAZIONE CULTURALE SULLA PAROLA ​ Via Luigi Cibrario 28 Torino 10144

Torino - dal 12 al 27 settembre 2008

Franco Frassoni - A vele spiegate

Franco Frassoni - A vele spiegate

 [Vedi la foto originale]
ASSOCIAZIONE CULTURALE SULLA PAROLA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Luigi Cibrario 28 (10144)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

saranno esposti nei locali dell’Associazione Culturale Sulla Parola numerosi dipinti a olio originali eseguiti dal pittore-imprenditore genovese da anni residente a Torino.
orario: dal mercoledì al sabato ore 17.00-19.30; domenica su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 12 settembre 2008. ore 18,00
catalogo: in mostra
curatori: Ermanno Frassoni
autori: Franco Frassoni
note: E’ prevista per venerdì 12 settembre 2008 alle ore 18 la presentazione del volume autobiografico del Maestro Franco Frassoni “A vele spiegate. Segreti confessabili di un pittore imprenditore” pubblicato dalle Edizioni Angolo Manzoni.
genere: arte contemporanea, personale
email: frassoni.art@fastwebnet.it
web: www.frassoni.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Prefazione del libro “A vele spiegate” a cura di Ermanno Frassoni:


Scrivere un libro non è cosa semplice, convincere qualcuno a farlo lo è ancora di meno. Lo dico dopo questa esperienza, anche se credo che l’idea balenasse nella mente di mio padre già da qualche anno. Negli ultimi tempi capitava sempre più spesso di affrontare l’argomento. Solitamente ero io a buttare lì: «Allora, quando si comincia a scrivere sul serio?». Seguivano una risata e un paio di battute condite dalla consueta frase «C’è ancora tempo». Dai e dai, alla fine mio padre si deve essere convinto, se è vero che una mattina, con fare circospetto, si è seduto al tavolo armato di penna biro e quaderno a righe omettendo ogni spiegazione. Io, spinto dalla curiosità, gli ho chiesto che cosa stesse combinando. «Scrivi forse la storia della tua vita?», gli domandai. La sua risposta fu come al solito lapidaria: «ho deciso di iniziare a scrivere», senza specificare quale argomento avrebbe trattato. Conoscendolo capii subito che si trattava del famoso libro autobiografico di cui avevamo già tanto parlato. Di lì a poco ne ebbi la conferma, precisamente quando mi venne chiesto di cominciare a trascrivere su computer l’incipit della sua storia, una autobiografia dai toni un po’ particolari, frammentaria e divertita; niente di normale, insomma, chi l’ha conosciuto capirà immediatamente che l’ha scritta lui. (…)

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram