Lucio Fontana, 1946-1960 - Disegno origine della nuova dimensione 3105 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/06/2019
Sull’isola di Than Hussein Clark con Catherine David. Talk da KURA
20/06/2019
Le proiezioni sui monumenti di Londra per promuovere il nuovo album di Thom Yorke
20/06/2019
La pistola con cui si uccise Vincent van Gogh è stata venduta all'asta
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MUSEO D'ARTE ​ Piazzetta dei Serviti 1 Mendrisio 6850

Mendrisio - dal 19 settembre al 14 dicembre 2008

Lucio Fontana, 1946-1960 - Disegno origine della nuova dimensione
[leggi la recensione]

Lucio Fontana, 1946-1960 - Disegno origine della nuova dimensione
[leggi la recensione]
Lucio Fontana, Ambiente spaziale di Lucio Fontana, 1949, china su carta, rosso e blu, cm 46.5 x 37.5
 [Vedi la foto originale]
MUSEO D'ARTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazzetta Dei Serviti 1 (6850)
+41 0586883350 , +41 0586883359 (fax)
museo@mendrisio.ch
www.mendrisio.ch/Museo
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra sarà incentrata su Lucio Fontana fondatore dello Spazialismo; considererà la genesi di una nuova dimensione attraverso il disegno, e dal disegno all’opera “pittorica-scultorea”. E’ stata resa possibile grazie al sostegno e alla collaborazione della Fondazione Lucio Fontana.
orario: Orari: ma-ve 14-17; sa-do e festivi 10-12 / 14-18
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 19 settembre 2008. ore 18.00
catalogo: in versione italiana e tedesca con saggi dei curatori e la riproduzione di tutte le opere e disegni
curatori: Luca Massimo Babero, Simone Soldini
autori: Lucio Fontana
note: Conferenza stampa: mercoledì 17 settembre 2008 ore 11
genere: arte contemporanea, personale, disegno e grafica

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Quando precisamente nasce la nuova, rivoluzionaria concezione spaziale fontaniana? E come, perquali vie, si consolida e si sviluppa? Sono le due questioni che si pongono nella mostra allestita alMuseo d’arte Mendrisio (con seconda sede al Museo Liner di Appenzello). E’ significativo il fattoche il termine Concetto spaziale appare per la prima volta ai margini di un disegno (scomparso) del1946. Dal 1946 fino perlomeno al 1951, il disegno ha un ruolo centrale nell’elaborazione della“nuova dimensione” fontaniana.La mostra sarà quindi incentrata su Lucio Fontana fondatore dello Spazialismo; considererà lagenesi di una nuova dimensione attraverso il disegno, e dal disegno all’opera “pittorica-scultorea”.E’ stata resa possibile grazie al sostegno e alla collaborazione della Fondazione Lucio Fontana.Metterà a fuoco il rapporto tra disegno e opera, prendendo in esame un periodo preciso della suaproduzione: dal 1946, cioè dalle prime ricerche spaziali - disegni su carta - alla prima Sculturaspaziale del 1947, dal celeberrimo Ambiente spaziale a luce nera fino alle Nature e ai Tagli. Attesedel 1959/60, entro i termini temporali che corrispondono esattamente ai manifesti dello Spazialismo(il primo del 1946, l’ultimo del 1959).Piazza San GiovanniCasella postale 142CH – 6850 MendrisioTelefono0041 91.646 76 49Facsimile004191. 6465675Posta elettronicamuseo@mendrisio.chInternetwww.mendrisio.chLucio Fontana, 1946-1960Disegno origine della nuova dimensione19 settembre - 14 dicembre 2008Conferenza stampa: mercoledì 17 settembre 2008 ore 11.00Vernice: venerdì 19 settembre ore 18.00A cura di Simone Soldini e Lucamassimo Barberoin collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana di MilanoOrari: ma-ve 14-17; sa-do e festivi 10-12 / 14-18Info 0041 91 646 76 49 / www.mendrisio.ch
--------------------------------------------------------------------------------
Page 2
Il progetto toccherà quindi alcune tra le più importanti creazioni dell’artista in base alle quali eglielaborò e sviluppò pienamente in variazioni il concetto di “spazialità”. Il percorso prenderà iniziocon alcune ceramiche e presenterà i primi Buchi, di varia concezione, con un prolungamento allePietre. Proseguirà con i lavori caratteristici degli anni ’50: i Gessi, le Aniline e gli Inchiostri, cheoccuperanno una consistente parte della mostra. Si concluderà con le Nature accompagnate daiprimi Tagli.Saranno esposte 34 opere “pittorico-scultoree”, che dialogheranno in maniera puntuale con una seriedi 50 lavori su carta eseguiti in varie tecniche. Grazie ai materiali della Fondazione Lucio Fontana edi alcuni prestiti da parte di collezionisti e musei, punto centrale della mostra sarà questo dialogocontinuo tra la formulazione di una nuova concezione spaziale nel disegno e la sua traduzione inopere di svariatissimi materiali.Dopo tutta una serie di recenti esposizioni, il Museo d’arte Mendrisio si prefigge di riprendere eapprofondire con uno studio e un progetto basato sul disegno un aspetto che non è finora mai statocentrale nelle numerose, ampie rivisitazioni dell’opera di Lucio Fontana.Sarà pubblicato un catalogo in versione italiana e tedesca che conterrà i saggi dei curatori (SimoneSoldini e Lucamassimo Barbero) e la riproduzione di tutte le opere e disegni in mostra.Si ringrazia La Fondazione Lucio Fontana per la sua piena adesione al progetto.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram